Martedì 23 Aprile 2019 | 23:51

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
Il caso
Lecce-Brescia, commento su web scatena la polemica: l'amministratore del forum prende le distanze

Lecce-Brescia, commento su web scatena la polemica: l'amministratore del forum prende le distanze

 
Sull'Isola di Capraia
Migranti, 17 curdi sbarcano alle Isole Tremiti: tra loro donne e bambini

Migranti, 18 curdi sbarcano alle Isole Tremiti: tra loro bimbo paraplegico

 
Le indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
Il nodo dei centri di raccolta
Rifiuti elettronici, Puglia meglio del 2017 ma resta fanalino di coda

Rifiuti elettronici, Puglia meglio del 2017 ma resta fanalino di coda

 
Solidarietà
Pasqua in Mozambico, la storia di 3 volontari pugliesi in Africa

Pasqua in Mozambico, la storia di 3 volontari pugliesi in Africa

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Nuovi collegamenti
Bari più vicina ad Atene: da giugno voli diretti per la capitale greca

Bari più vicina ad Atene: da giugno voli diretti per la capitale greca

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Vento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
Dal viminale
Puglia, in arrivo 465mila euro a 11 Comuni per la sicurezza nelle scuole

Puglia, in arrivo 465mila euro a 11 Comuni per la sicurezza nelle scuole

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa strage
Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

Mafia, intitolato ai fratelli Luciani presidio Libera San Marco in Lamis

 
LecceL'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
PotenzaLe indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
BariL'intervista
Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

 
MateraOperazione della Polizia
Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

 
BatIl furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
BrindisiVento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
TarantoL'operazione dei cc
Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

 

Operazione antimafia

Bari, traffico di droga e armi:
17 arresti nel clan Velluto

All'opera oltre 150 carabinieri con il supporto di un elicottero delle unità cinofile per la ricerca di droga ed armi. I militari hanno anche installato un gps sotto il natante usato anche per le vacanze per trafficare gli stupefacenti

carabinieri unità cinofile

BARI - Sono 17 le persone arrestate, cinque delle quali sono state poste ai domiciliari, nell’ambito della operazione denominata 'Drug boat' che ha permesso di disarticolare il clan Velluto che operava nel quartiere Carrassi-San Pasquale di Bari. In carcere è finito anche il capo del sodalizio, il pluripregiudicato Domenico Velluto, di 53 anni. Gli arrestati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico internazionale di ingenti quantità di stupefacenti, detenzione e spaccio e detenzione di armi, con l’aggravante di avere agevolato una associazione mafiosa.

Il nome dell’operazione deriva dal potente gommone più volte usato dagli esponenti del clan non solo per il trasporto della droga, ma anche per le vacanze, con corredo di foto pubblicate su Facebook. Le indagini hanno accertato continui scambi con le organizzazioni criminali albanesi con base a Valona dove il clan andava a rifornirsi, e anche collegamenti con la Sacra corona unita. Gli investigatori erano riusciti ad installare sul gommone un gps grazie al quale ne hanno seguito gli spostamenti. A bordo del natante il clan ha fatto arrivare a Bari nel 2016 quasi sette quintali di marijuana, per un valore complessivo di cinque milioni di euro.

All’epoca la droga era trasportata da Renato Colasuonno, detto Marcello, di 66 anni, che all’epoca fu arrestato in flagranza ed oggi è nuovamente tra gli arrestati (ai domiciliari). Le indagini hanno anche documentato la vicinanza del clan Velluto allo storico clan Parisi, del quartiere Japigia di Bari, e a quello dei Misceo, operante nel quartiere San Paolo. Tra gli arrestati ci sono anche il braccio destro di Domenico Velluto, Nicola Sassanelli, accusato anche di possesso di munizionamento comune e da guerra; e Paolo Ferrara, di Savelletri, abile guidatore di scafi e automobili ai tempi del contrabbando.
Tra le basi logistiche del clan c'erano un gazebo nei pressi di una chiesa, un rimessaggio di imbarcazioni e due villette abbandonate dove avveniva lo stoccaggio della droga e in cui sono state trovate armi e munizioni. Alle indagini, partite nel 2015 con l’arresto di Michele Gambria, sorpreso con circa 15 chili di hashish e otto di marijuana, hanno contribuito collaboratori di giustizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400