Mercoledì 26 Giugno 2019 | 22:03

NEWS DALLA SEZIONE

I coordinatori
FI, confermati D'Attis e Damiani: fiducia da Berlusconi, obiettivo la Regione

FI, confermati D'Attis e Damiani: fiducia da Berlusconi, obiettivo la Regione

 
LE REAZIONI
Chiusura ex Ilva, scoppia la polemica. Renzi: «Pazzi al Governo»

Chiusura ex Ilva, opposizione e sindacati contro il Governo. «Pasticcioni». Renzi: «Pazzi»

 
Il caso
Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

 
La tragedia
Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

 
Il siderurgico
Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, a settembre si chiude»E intanto parte il Cig per 1400 operai

Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, il 6 settembre si chiude».
Di Maio: no a ricatti. Salvini: no chiusura

 
Lo scontro finale
Università, elezioni rettore: sfida a due tra Bronzini e Bellotti

Bari, elezioni nuovo Rettore: sfida a due tra Bronzini e Bellotti

 
Il rogo
Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva:  interviene il Canadair

Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva: distrutti tre ettari

 
Si cerca un sito
Rifiuti, il Veneto blocca i trasferimenti dell'organico: allarme per 800 tonnellate

Emergenza rifiuti, il Veneto blocca l'organico della Puglia: stop a 800 tonnellate

 
Estate
Ondata di caldo a Bari, venerdì giornata da bollino rosso

Ondata di caldo a Bari, venerdì giornata da bollino rosso

 
La manifestazione sabato
Bari Pride 2019: ponte Adriatico e fontana di p.zza Moro diventano arcobaleno

Bari Pride 2019: ponte Adriatico e fontana piazza Moro diventano arcobaleno

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea intrigante del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

 
BariA Japigia
Bari, morti da roghi ex discarica: famiglie si oppongono ad archiviazione

Bari, morti da roghi ex discarica: famiglie si oppongono ad archiviazione

 
FoggiaLa tragedia
Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

 
Potenza Graduation day Unibas
Potenza, la Giornata del laureato in stile college: 130 nuovi "dottori"

Potenza, la Giornata del laureato in stile college: 130 nuovi "dottori"

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, a settembre si chiude»E intanto parte il Cig per 1400 operai

Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, il 6 settembre si chiude».
Di Maio: no a ricatti. Salvini: no chiusura

 
GdM.TVIl rogo
Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva:  interviene il Canadair

Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva: distrutti tre ettari

 
MateraGiustizia
Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

 
BatIl caso
Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

 

i più letti

La vertenza

Arif, contratto precari in scadenza: manca il piano assunzioni

Laricchia: «È più di 1 anno che il governo regionale non provvede»

Arif, precari in scadenza: manca piano assunzioni

«Da oltre un anno attendiamo che l’Arif ci faccia leggere il piano di fabbisogno triennale del personale. Il direttore Domenico Ragno lo scorso luglio ha promesso la consegna del piano entro fine settembre e speriamo davvero di non dover attendere oltre». Antonella Laricchia (M5S) è l’ultima, in ordine di tempo, a schierarsi contro la mancata programmazione delle assunzioni nell’Agenzia regionale dei forestali, dove incombe la spada di Damocle delle scadenze contrattuali al 15 settembre.

L’ultima audizione in IV commissione, presieduta da Donato Pentassuglia, ha confermato che le risorse stanziate con le variazioni sono servite solo a tenere in piedi l’Agenzia: il direttore generale, Domenico Ragno, è tornato a ribadire la necessità di poter disporre di risorse che gli consentano di fare una programmazione a lungo termine. Parte degli stanziamenti destinati agli interventi di manutenzione, infatti, viene accantonato per poter garantire il pagamento degli stipendi del personale fino a fine anno. Senza contare il caos di gestione determinato dall’applicazione di tre contratti di lavoro diversi nello stesso ente (pubblico impiego, privatistico e delle agenzie interinali) derivanti dalla provenienza eterogenea dei lavoratori. Di qui l’auspicio che nel 2019 si avvii la stabilizzazione del personale precario. Entro fine settembre, come promesso da Ragno, verrà completata la ricognizione e pubblicato il fabbisogno per il prossimo anno, mentre l’Arif dovrà consegnare al Consiglio una relazione sugli interventi effettuati.

«Fa “sorridere” che un’Agenzia che continua ad assumere - attacca Laricchia - non abbia né un piano assunzionale né uno studio sul reale fabbisogno lavorativo. Non è possibile che la Regione, senza un'adeguata programmazione, continui a destinare all’Arif personale proveniente da altri enti». Solo il governo regionale - incalza Cristina Casili (M5s) - può chiarire. Serve un piano per capire il reale fabbisogno di lavoratori e che renda chiaro una volta per tutte cosa si intenda fare di Arif, senza abusare più dello strumento della somministrazione. Chi fino ad oggi ha spremuto l’agenzia per scopi elettorali - conclude - faccia un passo indietro». «Occorrono più investimenti per le attività irrigue, forestali e antincendio, effettuate su tutto il territorio regionale da circa 300 lavoratori stagionali dell'Arif. Ebbene questi servizi - attacca Mino Borraccino (SI) - al momento garantiti solo fino al 15 settembre, se interrotti rischiano di vanificare il lavoro di una intera stagione, oltre a lasciare i dipendenti senza coperture previdenziali, assicurative e senza ammortizzatori sociali per il mancato conseguimento delle 151 giornate lavorative». «La maggioranza ha sempre promesso ai lavoratori stagionali che avrebbero raggiunto la soglia minima di giornate lavorative. Ora invece - accusa Nino Marmo, capogruppo di FI - viene a galla l'ennesimo tradimento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie