Lunedì 25 Maggio 2020 | 23:51

NEWS DALLA SEZIONE

A Borgo Mezzanone
Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

 
I risultati
Covid 19 a Foggia, pazienti dializzati e positivi ricoverati al Policlinico: dimessi con mortalità azzerata

Covid 19 a Foggia, pazienti dializzati e positivi ricoverati al Policlinico: dimessi con mortalità azzerata

 
nel foggiano
Lucera, minaccia di pubblicare foto osé della ex sul web: stalker arrestato

Lucera, minaccia di pubblicare foto osé della ex sul web: stalker arrestato

 
Aeronautica
Frecce tricolori, nuovo aereo testato da ingegnere foggiano

Frecce tricolori, il nuovo aereo testato da ingegnere foggiano

 
sequestrati 1000 pezzi
Foggia, vende mascherine per bambini di supereroi e personaggi Disney, ma sono tarocche: denunciato

Foggia, vende mascherine per bambini di supereroi e personaggi Disney, ma sono tarocche: denunciato

 
Il caso
Coronavirus Puglia, intera famiglia positiva nel Foggiano

Coronavirus Puglia, intera famiglia positiva nel Foggiano

 
L'incidente
Tremiti, nave Tirrenia si incaglia sugli scogli durante l'ormeggio: nessun ferito

Tremiti, nave Tirrenia si incaglia sugli scogli durante l'ormeggio: nessun ferito

 
I controlli
Fase 2 a Foggia, movida affollata: troppi assembramenti

Fase 2 a Foggia, movida affollata: troppi assembramenti. Anche sulle spiagge

 
Fase 2
Foggia, trasporto pubblico dal Covid la mazzata: stop alla riforma

Foggia, trasporto pubblico: dal Covid la mazzata, ora stop alla riforma

 
Sul ponte di Ponente
Manfredonia, mamma e figlio finiscono con l'auto in mare: lei muore, bimbo è grave

Manfredonia, dal molo auto cade in mare: donna di 51 anni muore affogata. Il video dei soccorsi

 
Tragedia sfiorata
Vieste, spara alla gamba del fratellastro dopo diverbio: 26enne ricercato

Vieste, spara alla gamba del fratellastro dopo diverbio: 26enne arrestato per tentato omicidio

 

Il Biancorosso

SERIE C

Il Bari vuole e prepara lo sprint. L’eventuale stop fa meno paura

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaL'ordinanza
Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da domani palestre e piscine

Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da domani palestre e piscine

 
TarantoLa provocazione
Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

 
BrindisiSanità
Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

 
BariLa richiesta
Penalisti Bari e il «Requiem della Giustizia», l'appello a Bonafede: «Dia segno che lo Stato c'è»

Penalisti Bari e il «Requiem della Giustizia», l'appello a Bonafede: «Dia segno che lo Stato c'è»

 
FoggiaA Borgo Mezzanone
Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

 
LecceIl rilancio del turismo
OTRANTO

La bellezza di Otranto d'estate in totale sicurezza: lo spot con Lele Spedicato

 
Batnella bat
Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

 

i più letti

Il piano regionale

Trasporto locale,dietrofront: Foggia «riavrà» 300mila km

Giannini: «Previsto per tutti i capoluoghi». Gatta: «Non basta»

Assenteismo all'Ataf«Media di 19 giorni l'anno»

FOGGIA - I sindaci chiedono alla Regione di rivedere il piano di trasporto pubblico locale (Tpl), ieri da Palazzo Dogana è partita una richiesta d’incontro con l’assessore regionale alla Mobilità, Gianni Giannini. La rimodulazione «taglia e cuci» non piace alle amministrazioni locali, «quelle a guida centrodestra» obiettano in Regione. Dalla Provincia il presidente Gatta in un certo senso conferma: ci sono comuni come Monte Sant’Angelo (centrosinistra) che subiscono riduzioni sul trasporto urbano del 65% «ma non fiatano». Gatta segnala inoltre il caso di Cerignola, comune che sta rivedendo la propria rete di trasporto urbano, per garantire più corse verso l’ospedale Tatarella, «ma ora rischia di vedersi tagliare diversi chilometri». Attenzione perciò alle parole: per la Regione si tratta solo di «spostamenti di chilometri dalla quota dei servizi minini (cioè essenziali, pagati dallo Stato: ndr) agli “aggiuntivi”, e viceversa». Il presidente della Provincia (e vari sindaci) invece non ha dubbi: «Sono tagli veri e propri». Diciamo pure che se non fossimo già in campagna elettorale i cittadini assisterebbero probabilmente a una discussione più pacata. Ma tant’è.

Facciamo due conti: il trasferimento di chilometri dai servizi minimi agli aggiuntivi in Capitanata è pari a 1,7 milioni, di cui circa 300mila sull’extraurbano. Ma per Foggia, che fino a pochi giorni fa lamentava una riconversione dai minimi agli aggiuntivi di 600mila km, la Regione fa un passo indietro: «Trecentomila km. li sposteremo dagli aggiuntivi ai minimi, lo stiamo facendo con tutti i capoluoghi di provincia come prevede la legge», annuncia Giannini. Dunque il trasferimento definitivo dovrebbe attestarsi intorno a 1,4 milioni di chilometri. «Ricordo - precisa l’assessore - che nei servizi minimi rientrano solo alcune specifiche tipologie di trasporto: lavoro, studio, sanità, decongestionamento delle aree urbane».
La «restituzione» di 300mila chilometri però non soddisfa il sindaco Landella (vedi intervista a fianco): «La quota assegnata a Foggia è intoccabile date le sopravvenute esigenze». «Lo dica alla Provincia - replica a stretto giro Giannini - sono loro che devono dirci come articolare il piano di bacino. La prossima settimana faremo l’assegnazione delle risorse, poi toccherà alle Province. Stiamo applicando la legge, garantendo i servizi minimi e spostando per particolari esigenze i chilometri di troppo sulla quota degli aggiuntivi, cioè a totale carico della Regione. Lo abbiamo fatto per salvaguardare l’utenza e i posti di lavoro delle ditte di trasporto. Di più non possiamo».

«La cosa strana - annota Gatta - è che quando ci sono dei chilometri da aggiungere se ne occupa la Regione, quando c’è da tagliare o rivedere qualcosa devono farlo le Province. Faccio un esempio per capirci: San Giovanni Rotondo è l’unica città in Puglia che riesce a ricavare il 35% dalla vendita dei biglietti, quindi si potrebbe autogestire. Eppure anche lì ci sarà una riduzione significativa sulle linee urbane e sarà la Provincia a dover rimediare».
Gatta insiste: «Spostare i servizi minimi sugli aggiuntivi significa mettere a rischio quel servizio di trasporto perchè fra due anni e mezzo scadrà il contributo regionale e chi ci sarà dopo potrebbe non rifinanziarlo. Mi sembra di stare al mercato». Giannini non ci sta: «La Regione non può fare bilanci oltre i tre anni come del resto tutte le amministrazioni pubbliche. Anche i servizi minimi hanno un limite di tre anni. Dico di più: le somme dei servizi aggiuntivi le metteremo nelle spese obbligatorie, vogliamo fornire le più ampie garanzie su questo punto ai Comuni e alle Province. Lo dirò anche ai sindaci della provincia di Foggia: ma si sbrighino a chiedere l’incontro perchè il tempo sta per scadere». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie