Venerdì 22 Marzo 2019 | 21:08

NEWS DALLA SEZIONE

Dopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
Il rito religioso
Foggia si stringe intorno all’Iconavetere: in migliaia alla Festa Patronale

Foggia si stringe intorno all’Iconavetere: in migliaia alla Festa Patronale

 
L'omicidio
Mattinata, ammazzata a fucilate vicino casa boss del clan Romito

Mattinata, boss clan Romito fucilato vicino casa: «Uccidono da 2 anni nella stessa data»

 
L'inseguimento
Chieti, cerignolano arrestato dopo fuga: torna libero

Chieti, cerignolano arrestato dopo fuga: torna libero

 
Cieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
Nel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
Di Lucera
Operazione antidroga a Isernia: in carcere anche 3 foggiani

Operazione antidroga a Isernia: in carcere anche 3 foggiani

 
Dopo il restyling
Foggia, riapre il museo di storia naturale

Foggia, riapre il museo di storia naturale

 
Dalla Toscana alla Puglia
Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

 
Ha 40 anni
Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

Foggia, arrestato pakistano: dal 2014 era ricercato per omicidio

 

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, AM condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

Nel Foggiano

Caporalato, trasportava braccianti a 5 euro al giorno: arrestato gambiano

L'uomo di 53 anni era alla guida di un vecchio furgone con cui trasportava i migranti sui campi

Braccianti sfruttati retata in campagna

FOGGIA - Un cittadino del Gambia, Alieu Secka, di 53 anni, con permesso di soggiorno in attesa di rinnovo, è stato arrestato dalla polizia nelle campagne di San Severo, perchè accusato di intermediazione illecita di manodopera e sfruttamento del lavoro. L’uomo è stato sorpreso e bloccato mentre, alla guida di un furgone in pessime condizioni, trasportava 11 braccianti agricoli che avevano finito la loro giornata di lavoro nei campi dove in questo periodo è in corso la raccolta degli asparagi. L’arresto è stato eseguito nel corso di un servizio anticaporalato condotto dalla polizia con la collaborazione del Nil carabinieri. E’ stato accertato che l’uomo conduceva ogni mattina con il proprio furgone numerosi braccianti agricoli africani in varie aree agricole nella zona di Foggia e dell’alto tavoliere.
Sono stati gli stessi braccianti a raccontare ai poliziotti che venivano pagati 4 euro all’ora e che erano costretti a pagare a Secka 5 euro al giorno per il trasporto. Contestualmente all’arresto sono state compiute perquisizioni nell’azienda agricola proprietaria del terreno ove i braccianti avevano terminato di lavorare. Oltre ad una palese violazione della normativa relativa all’orario di lavoro, è stata accertata anche la sussistenza di violazioni delle norme in materia di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400