Domenica 18 Novembre 2018 | 20:29

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Tabanelli, la pedina fissa sullo scacchiere Lecce

Tabanelli, la pedina fissa sullo scacchiere Lecce

 
Il ritorno
Il Lecce si gode il nuovo Lucioni

Il Lecce si gode il nuovo Lucioni

 
Cosenza-Lecce 2-3
Lecce espugna Cosenza: in finale «salva» Falco

Lecce espugna Cosenza: in finale «salva» Falco

 
Serie B
Lecce, operazione riscatto nella «tana» del Cosenza

Lecce, operazione riscatto nella «tana» del Cosenza

 
Serie B
Lecce, Liverani: «La sconfitta a Pescara ci ha dato autostima»

Lecce, Liverani: «La sconfitta a Pescara ci ha dato autostima»

 
Serie B
lecce calcio

Lecce calcio, Tabanelli: questa è una squadra che non molla mai

 
Serie B
Lecce, il bicchiere è mezzo pienoda Pescara anche note positive

Lecce, il bicchiere è mezzo pieno
da Pescara anche note positive

 
Serie B
Il Lecce in 9 cade a Pescara: all'Adriatico dopo 98 minuti finisce 4-2

Il Lecce in 9 cade a Pescara: dopo 98 minuti finisce 4-2

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani sereno: «ma macchina ancora imperfetta»

Lecce calcio, Liverani sereno: «macchina ancora imperfetta»

 
Decide autorete di Golemic
Lecce batte il Crotone 1-0e vola al quinto posto

Lecce batte il Crotone 1-0
e vola al quinto posto

 
SERIE B
Lecce, sfida al Crotone ferito

Lecce, sfida al Crotone ferito

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Serie B

Papadopulo gioca Lecce-Palermo: «Questa partita regalerà spettacolo»

In vista del big-match, il Lecce sosterrà in mattinata la seduta di rifinitura, ad Acaya

lecce calcio

LECCE - «Gara che promette spettacolo, quella di domani tra Lecce e Palermo, due formazioni di alto livello, che si affronteranno senza fare calcoli, nel tentativo di superarsi. Il pronostico è in bilico. Il match potrebbe essere decisivo dalla grande giocata di uno dei tanti calciatori di notevole caratura che scenderanno in campo o da una disattenzione, come spesso accade quando a darsi battaglia sono due team di rango».

Ad inquadrare in questo modo il confronto tra la compagine diretta da Fabio Liverani e quella guidata da Roberto Stellone è Giuseppe Papadopulo, 25 anni di carriera da tecnico alle spalle, che nella seconda parte della stagione 2005/2006 ha allenato il Palermo, per poi essere chiamato dal Lecce nella seconda metà dell’annata 2006/2007 e per tutta quella 2007/2008.

«Nella società rosanero, in serie A, sono subentrato a Del Neri - racconta Papadopulo - La squadra navigava in cattive acque, ma abbiamo risalito la china chiudendo il torneo all’ottavo posto, che poi è diventato il quinto in seguito alle sentenze di “calciopoli” e ci ha regalato l’ammissione in Coppa Uefa. Nel sodalizio giallorosso, in B, ho sostituito Zeman ed abbiamo archiviato il campionato a metà classifica, per poi pianificare la promozione nella stagione seguente, nella quale l’abbiamo conquistata. Per i risultati ottenuti e per la maniera nella quale la mia famiglia è stata accolta dalle due città, sia quella con il Lecce che quella con il Palermo sono state due delle esperienze più belle vissute nella mia lunga carriera».

Secondo Papadopulo, la compagine giallorossa e quella rosanero hanno le carte in regola per lottare per la serie A. «Ho seguito il complesso salentino in televisione nei due match vinti a Livorno ed a Verona - sostiene - In entrambi i casi ha meritato ampiamente il successo. Contro l’undici toscano ha dominato, contro quello veneto ha sofferto quando ce n’è stato bisogno, ma ha imposto il proprio gioco per lunghi tratti. Per quanto ho potuto apprezzare in queste due partite, il Lecce ha le potenzialità per ambire quanto meno alla zona play off, ma sbaglierebbe ad accontentarsi perché può andare oltre, sino a compiere il grande salto. Mancosu e compagni, tra l’altro, hanno imparato sulla propria pelle, nella prima giornata, a Benevento, quanto sia insidioso il campionato cadetto, subendo una clamorosa rimonta. Sono certo che per loro sia stata una lezione salutare, che abbiano capito quanto sia insidiosa la serie cadetta. I siciliani avrebbero meritato di raggiungere il traguardo già nella scorsa annata. La rosa è stata rinforzata ed ha grandissima qualità».

NOTIZIARIO - In vista del big-match, il Lecce sosterrà in mattinata la seduta di rifinitura, ad Acaya. Ieri, oltre a Davide Riccardi, out da tempo, ha lavorato in differenziato la mezzala Manuel Scavone. L’attaccante lituano Edgaras Dubickas è rientrato dopo gli impegni nella nazionale under 21.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400