Giovedì 24 Gennaio 2019 | 11:23

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Lecce, nel fortino di Salerno la spinta di Tachtsidis

Lecce, nel fortino di Salerno la spinta di Tachtsidis

 
Finisce 1-1
Il Benevento ferma l'ascesa del Lecce: solo un pari al Via del Mare

Il Benevento ferma l'ascesa del Lecce: solo un pari al Via del Mare

 
Serie B
Lecce, Liverani e la pressione «Guai a sentirla voglio spensieratezza»

Lecce, Liverani e la pressione «Guai a sentirla voglio spensieratezza»

 
Serie B
Lecce, l'ex Alejnikov: «La B non è un sogno»

Lecce, l'ex Alejnikov: «La B non è un sogno»

 
Calciomercato
Lecce, è il giorno di Tachtsidis

Lecce, è il giorno di Tachtsidis

 
Serie B
Lecce in ansia per Lucioni, c'è il Sassuolo in pressing

Lecce in ansia per Lucioni, c'è il Sassuolo in pressing

 
SERIE B
Leccecalcio, fine di una storia mai iniziata: Chiricò ufficialmente al Monza

Lecce calcio, fine di una storia mai iniziata: Chiricò ufficialmente al Monza

 
Dalla grecia
Lecce, è il giorno dell'ingaggio di Tachtsidis

Lecce, è il giorno dell'ingaggio di Tachtsidis

 
Serie B
Il Lecce chiude con un pari il 2018: a La Spezia finisce 1-1

Il Lecce chiude con un pari il 2018: a La Spezia finisce 1-1

 
Serie B
C’è Spezia-Lecce all’orizzonte Budel prevede equilibrio «Squadre toste, sarà battaglia»

C’è Spezia-Lecce all’orizzonte Budel prevede equilibrio «Squadre toste, sarà battaglia»

 

Serie B

«Palermo fortissimo ma in questo momento il Lecce è favorito»

L’ex vice di Cosmi, Palazzi: «Giallorossi più avanti»

lecce calcio

LECCE - Da vice di Serse Cosmi (che ha preso il posto di Delio Rossi e poi è stato rimpiazzato dallo stesso Rossi), ha lavorato nel Palermo, nel marzo 2011, per quattro gare, e nella stagione seguente, quella 2011/2012, sempre da secondo del tecnico umbro (subentrato ad inizio dicembre ad Eusebio Di Francesco), ha diretto il Lecce. Nel suo girovagare con Cosmi, Mario Palazzi ha allenato sia Fabio Liverani che Roberto Stellone, i due allenatori che domenica prossima si sfideranno alla guida del Lecce e del Palermo, al Via del Mare.

«Con Serse, abbiamo avuto Fabio al Perugia ed è proprio in quel periodo che il centrocampista romano ha esordito in nazionale - afferma Palazzi - Roberto, invece, lo abbiamo diretto nel Genoa. Sono entrambi due bravi tecnici, molto preparati. Hanno centrato una promozione a testa dalla C alla B. Liverani con il Lecce e Stellone con il Frosinone».
Il 7 maggio 2016, Palazzi ha affrontato da avversario la squadra salentina al Via del Mare, da allenatore della Lupa Castelli Romani. «Abbiamo perso per 3-1, ma abbiamo disputato una buona gara - sottolinea - Le forze in campo erano nettamente differenti».

Il tecnico aretino ha visto giocare in televisione sia il Lecce che il Palermo. «La compagine giallorossa ha una sua identità ben precisa, è estremamente coesa e sa quello che deve fare in campo - dice Palazzi - Liverani ha dato al proprio complesso la sua idea di calcio ed i calciatori stanno dimostrando di averla assimilata e di saperla mettere in pratica. Questo significa che credono in lui ed i risultati positivi non fanno altro che corroborare le loro convinzioni. Sono convinto che il Lecce non si limiterà a raggiungere la programmata salvezza, ma andrà oltre, disputando un campionato di primo piano. Del resto, lo meritano sia la piazza, che garantisce sempre una grande carica ai propri beniamini, che la città».

Secondo Palazzi, in questo momento il Palermo è leggermente più indietro rispetto al Lecce. «Zamparini non ha smentito la sua fama di “mangia allenatori”, esonerando Tedino e chiamando nuovamente Stellone - rimarca il tecnico di Arezzo - Simili operazioni a volte portano buoni risultati, altre no. Stellone, però, non ha avuto ancora il tempo necessario per trasferire ai propri uomini la sua idea di calcio, anche se la sosta del torneo cadetto, in questo senso, gli è certamente servita. Sotto questo profilo, comunque, Mancosu e compagni sono più avanti, in quanto lavorano sui concetti tattici di Liverani da agosto. Proprio per questo motivo, nell’ottica della sfida di domenica prossima, concedo qualche chance in più di vittoria allo schieramento salentino».
Il Palermo, però, è una delle candidate alla promozione. «L’incontro tra giallorossi e rosanero sarà molto tirato ed equilibrato - sostiene Palazzi - Conoscendo i due allenatori, penso che non proporranno tatticismi esasperati, il che gioverà allo spettacolo. La forza dell’organico allestito dal sodalizio siciliano non può essere messa certo in discussione perché ha tutti i numeri per puntare al traguardo prefissato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400