Giovedì 18 Aprile 2019 | 18:42

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Tribunale di Trani

Crac Divina Provvidenza
no a parte civile struttura

Oggi l'avvio del processo: i giudici hanno dichiarato inammissibile la costituzione per una questione tecnica, accogliendo l’eccezione fatta dal difensore del senatore Azzollini

Don Uva, bufera sull'appalto mensa: accuse al commissario

La struttura sanitaria Casa della Divina Provvidenza non potrà chiedere i danni al senatore di Forza Italia Antonio Azzollini, imputato con altre 13 persone nel processo sul crac dell’ex ente ecclesiastico. Lo ha deciso il Tribunale di Trani dinanzi al quale è iniziato oggi il processo per bancarotta fraudolenta, escludendo la costituzione di parte civile della Casa della Divina Provvidenza nei confronti di Azzollini e dell’ex direttore generale Antonio Albano, mentre resta costituita - come aveva fatto in udienza preliminare - nei confronti di tutti gli altri. I giudici hanno dichiarato inammissibile la costituzione per una questione tecnica, accogliendo l’eccezione fatta dal difensore del senatore, l’avvocato Felice Petruzzella.

Stando alle indagini della Procura di Trani, gli allora amministratori della sede foggiana dell’ente e Azzollini, per molti anni sindaco della vicina Molfetta (Bari), avrebbero causato un crac da 500mila euro. In sostanza - è la tesi accusatoria - Azzollini è stato amministratore di fatto della Cdp, ma «non ha agito per interessi di natura economica», ma per questioni di utilità personale e politica costituendo nella struttura sanitaria «un bacino di consenso politico-personale di notevole portata pressoché eterno da parte di tutti coloro che, proprio grazie al suo intervento, continuano a trarre guadagni (leciti o illeciti) dalla Congregazione».

Oltre all’ex presidente della commissione Bilancio del Senato e agli ex amministratori e consulenti dell’ente, sono a processo anche la madre superiora della congregazione Ancelle della Divina Provvidenza, Marcella Cesa, e suor Assunta Puzzello, quest’ultima a capo della Casa di procura Istituto Ancelle della Divina Provvidenza. Gli imputati rispondono, a vario titolo, di associazione per delinquere, bancarotta aggravata e continuata. In particolare Azzollini risponde di bancarotta fraudolenta e di induzione indebita a dare o promettere utilità nei confronti della madre superiore, a cui il parlamentare pugliese si sarebbe rivolto con «un atteggiamento di prevaricazione, compendiato, tra l’altro, nella frase: 'Da oggi in poi comando io, se no, vi piscio in boccà». Il processo proseguirà il 22 gennaio con l'audizione di alcuni testimoni dell’accusa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400