Domenica 21 Aprile 2019 | 00:54

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso il voto
Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

 
TarantoA taranto
Ex Ilva, ambientalisti Taranto: «Il 24 aprile presidio per arrivo Di Maio»

Ex Ilva, ambientalisti Taranto: «Il 24 aprile presidio per arrivo Di Maio»

 
BrindisiL'incidente
Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

Moto contro auto sulla Monopoli-Alberobello: muore un 54enne

 
LecceNel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
HomeLe festività pasquali
Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
GdM.TVOperazione Ultimo Avamposto
Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 

Durante alcune perquisizioni

Supercarcere di Trani
trovati coltello e cellulare

Il personale della polizia penitenziaria avrebbe rivenuto anche alcune pen drive

Supercarcere di Tranitrovati coltello e cellulare

GIANPAOLO BALSAMO

TRANI - Via Andria 300. Benvenuti all’interno della Casa circondariale di Trani dove, tra sovraffollamento e penuria di personale, poliziotti aggrediti e dosi di stupefacente rinvenute, c’è spazio anche per chi, eludendo ogni controllo, riesce ad introdurre dietro le sbarre altri oggetti non consentiti.

Nei giorni scorsi infatti (ma la notizia è trapelata soltanto ieri), a seguito di perquisizioni effettuate dagli uomini della Polizia penitenziaria (coordinati dal commissario capo Vincenzo Paccione , comandante degli Istituti penali di Trani) che hanno passato al setaccio numerose celle e luoghi frequentati dagli stessi detenuti, è stato rinvenuto e sequestrato un coltello a serramanico, un telefono cellulare e diverse pendrive.

Quando e come tutto questo materiale sia stato introdotto all’interno del carcere è ancora da accertare così come è da verificare a cosa sarebbe servito il grosso coltello (con una lama di 19 centimetri) rinvenuto tra altre cianfrusaglie in un locale della casa circondariale utilizzato dai detenuti come barberia. Per l’arma è stato difficile risalire al possessore mentre il cellulare e le chiavette usb (apparentemente contenenti soltanto file audio), essendo state trovate in celle differenti, è stato possibile accertare a chi appartenessero. «E' sempre più' difficile, a causa dei ripetuti errori della politica - lancia l'allarme Pantaleo Candido, segretario regionale dell’Osapp, l’Organizzazione sindacale autonoma della polizia penitenziaria - per l'oramai scarsa aliquota di polizia penitenziaria in servizio negli istituti penali di Trani, mettere in atto iniziative di carattere preventivo per tutelare l'incolumità, oltre che del personale, degli stessi ristretti».

Il coltello rinvenuto così come il cellulare utilizzato da un detenuto in una cella della sezione «media sicurezza» (la cosiddetta «sezione blu») o le aggressioni avvenute, qualche settimana fa, ai danni degli stessi operatori della polizia penitenziaria, sono conseguenze di problemi atavici, più volte denunciati.
«Anche qui a Trani, al sovraffollamento dei locali in cui i detenuti scontano la loro condanna - continua Candido -, si contrappone la carenza di personale che deve far fronte a diverse situazioni, spesso anche piuttosto critiche. E la penuria del personale di vigilanza spesso fa sì che i controlli siano blandi tra i detenuti che sono liberi di circolare all’interno del carcere, al loro ingresso e durante i colloqui». «Tra l’altro, manca la videosorveglianza e non sono garantiti gli standard di sicurezza né per i detenuti, né per gli operatori che lavorano nella casa circondariale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400