Domenica 26 Giugno 2022 | 01:51

In Puglia e Basilicata

Sanità

Andria, la protesta degli operatori sanitari: «Dovete assumerci»

protesta direzione generale asl bt

Il sit in davanti alla direzione generale Asl Bt

Il direttore generale Dimatteo (Asl Bt): «Tra un mese ci rivediamo e risolviamo»

18 Maggio 2022

Davide Suriano

ANDRIA - Un mese di tempo «in modo da poter condividere i percorsi amministrativi avviati dagli uffici». Lo ha detto (e promesso) Tiziana Dimatteo, direttrice generale della Asl Bt, durante l’incontro avvenuto ieri mattina presso la sede di via Fornaci, ad Andria, con una delegazione della Cgil Bat. Il sindacato aveva iniziato alle 9.30 una manifestazione pacifica davanti agli uffici amministrativi dell’azienda sanitaria locale della sesta provincia pugliese per sottoporre all’attenzione le questioni relative alle assunzioni degli ormai ex lavoratori della Sanitaservice, vale a dire coloro che durante la pandemia hanno risposto presente nel momento di maggior difficoltà e che oggi si trovano senza lavoro, terminata l’emergenza sanitaria. Poco dopo lo start del sit-in una delegazione è stata convocata dalla direttrice generale.

«Abbiamo già avviato una intensa attività di analisi delle attuali esigenze con l’obiettivo, supportato da esigenze reali, di utilizzare procedure che possano andare oltre il precariato - ha detto Tiziana Dimatteo - siamo a lavoro su diversi fronti, a partire dalla definizione del business plan che ci consentirà di velocizzare l’iter per l’internalizzazione del servizio 118 e di valutare le esigenze, in termini numerici, degli ausiliari. Naturalmente stiamo lavorando seguendo le indicazioni regionali che tracciano i percorsi prioritari. Il confronto è continuo e per questo oggi abbiamo voluto incontrare una delegazione dei lavoratori insieme con una rappresentanza sindacale». Insomma davvero diverse le questioni affrontate ieri durante l’incontro. Infine il prossimo appuntamento per fare il punto: «Ci impegniamo a rivederci a distanza di un mese in modo tale da poter condividere i percorsi amministrativi avviati dagli uffici - ha concluso Dimatteo - riteniamo utile e costruttivo avere spazi di confronto e di dialogo».

All’incontro con la direttrice generale della Asl Bt era presente Luigi Marzano, coordinatore sanità Fp Cgil Bat e promotore della manifestazione pacifica. Marzano ha portato al numero uno dell’azienda sanitaria locale tutta la delusione di chi ha speso tutto sé stesso per la comunità finendo poi a casa. Dopo l’incontro con Dimatteo è emersa comunque una certa fiducia, soprattutto sul fronte delle procedure già avviate per l’assunzione di ex Oss precari in Sanitaservice (162 unità). «Prendiamo atto della dichiarazione della direttrice generale - ha dichiarato Luigi Marzano - di garantire una risposta migliore e non precaria rispetto ad assunzioni a tempo determinato tramite una revisione del business plan che possa garantire risposta ai lavoratori interessati, rispetto all’intesa raggiunta presso la task force regionale. Rispetto alle internalizzazioni la direttrice generale ha rassicurato la parte sindacale nel voler recuperare il tempo perduto revisionando la procedura con implementazioni delle postazioni. Infine - ha concluso il coordinatore sanità Fp Cgil Bat - rispetto alla premialità covid per operatori della sanitaservice Asl Bt e associazioni del 118 servizio emergenza urgenza come rappresentato dal sindacato la questione dovrebbe essere superata dalla regione puglia e la Asl Bt si è impegnata a sollecitare». Scelta dunque la strada del dialogo e della cooperazione verso un unico scopo comune, garantire un lavoro a chi l’ha perso. Tra un mese le parti si riaggiorneranno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725