Venerdì 19 Agosto 2022 | 00:51

In Puglia e Basilicata

Servizi sociali

Andria, inclusione e coesione: presentate candidature per progetti da 4,5 milioni di euro

comune di Andria

Quattro gli interventi previsti: sostegno alle capacità genitoriali; appartamenti per anziani non autosufficienti; appartamento per 6 persone con disabilità; servizi di accompagnamento a persone in povertà

05 Aprile 2022

Redazione online

ANDRIA - Il settore Servizi Sociali del Comune di Andria ha presentato, entro la scadenza del 31 marzo, le candidature per il finanziamento di progetti al Ministero del Lavoro, per 4,5 milioni di euro. Il Comune ha partecipato alla fase preliminare di concertazione con la Regione Puglia, che ha svolto un ruolo di regia, al fine di ottimizzare la programmazione ed assicurarsi il massimo risultato dai bandi ministeriali.

Fino a giugno 2026 la dotazione finanziaria del Comune di Andria per i Servizi sociali godrà dunque delle risorse del PNRR, di quelle ordinarie trasferite dalla Regione per il Piano di Zona, e di altri bandi e avvisi straordinari per il contrasto alla povertà e alla marginalità. Le linee di investimento candidate al finanziamento del PNRR riguardano:

1) il sostegno alle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini, secondo un modello nazionale di intervento (P.I.P.P.I.), pensato per il contrasto al maltrattamento dei bambini, con un finanziamento di 211.500 euro; 2) la realizzazione di un gruppo di appartamenti per anziani non autosufficienti, con recupero e riqualificazione di un immobile comunale ed interconnessione col sistema di assistenza sanitaria e sociosanitaria, attraverso soluzioni domotiche e di telemedicina, con un finanziamento di 2.460.000 euro; 3) la realizzazione di un appartamento in un immobile di proprietà pubblica per 6 persone con disabilità, con sostegno ai percorsi di autonomia e con soluzioni domotiche e dispositivi informatici, con percorsi di inserimento lavorativo, con un finanziamento di 715.000,00 euro; 4) il potenziamento dei servizi di accoglienza, accompagnamento e supporto a persone in condizioni di marginalità, povertà estrema e senza fissa dimora, con allestimento di una stazione fissa e di una mobile, per la fornitura di servizi assistenziali primari, con un finanziamento di 1.090.000 euro.

Saranno inoltre attivati percorsi di supervisione agli operatori sociali (assieme ad altri Comuni viciniori) per contenere il burnout e per il miglioramento organizzativo. Nelle prossime settimane si darà il via ad un confronto con tutte le organizzazioni attive nel sociale, in tavoli di concertazione per area tematica, finalizzati alla condivisione dei macro obiettivi e partecipazione alla progettazione condivisa. Questo varrà sia per il Piano di Zona che per il PNRR, proprio nella logica di un disegno globale e unitario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725