Martedì 19 Marzo 2019 | 00:23

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Le dichiarazioni
Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

 
È già stata a Capo Nord
In bici fino al Giappone, l'impresa di una 35enne barlettana

In bici fino al Giappone, l'impresa di una 35enne barlettana

 
Il caso
Trani, i 65 anni della Lampara festeggiati dai vandali: il locale resta chiuso

Trani, i 65 anni della Lampara festeggiati dai vandali: il locale resta chiuso

 
Operazione della Polizia
Barletta, 4 baby spacciatori in zona del Castello. In manette anche 25enne

Barletta, 4 baby spacciatori in zona del Castello. In manette anche 25enne

 
L'attentato
Trani, incendio doloso in studio commerciale: avvertimento?

Trani, incendio doloso in studio commerciale: avvertimento?

 
Cultura in pericolo
Trani, i libri di Palazzo Vischi assaliti dal degrado: «Bisogna salvarli»

Trani, i libri di Palazzo Vischi assaliti dal degrado: «Bisogna salvarli»

 
Nordbarese
Andria, 20mln di euro per lavori canale Ciappetta-Camaggio

Andria, 20mln di euro per lavori canale Ciappetta-Camaggio

 
Tragedia sfiorata
Il vento fa crollare impalcatura a Barletta: nessun ferito

Il vento fa crollare impalcatura a Barletta: nessun ferito

 
Durante la messa
Barletta, aumentano furti e borseggi nei luoghi di culto

Barletta, aumentano furti e borseggi nei luoghi di culto

 
Giustizia svenduta
Magistrati arrestati, «Consegnato denaro anche alle sorelle di Nardi e Savasta»

Magistrati arrestati, «Consegnato denaro anche alle sorelle di Nardi e Savasta»

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Sicurezza stradale

Canosa, ampliamento statale 93: è polemica tra Morra e Ventola

Il sindaco replica al consigliere regionale: «Sicurezza? C’è la massima attenzione»

Canosa, il grillino Morraconquista Palazzo di città

CANOSA - E’ dura ed immediata la replica del sindaco Roberto Morra al consigliere regionale Francesco Ventola, che, sulla Gazzetta di ieri (domenica 23 settembre) ha accusato l’Amministrazione comunale pentastellata di “perdere tempo prezioso e viaggiare con il freno a mano tirato” in ordine alla progettazione per l’ampliamento e l’ammodernamento della strada statale 93, che da Canosa porta a Loconia. Un segmento stradale che spesso è stato teatro di tragici incidenti automobilistici e che necessita di interventi urgenti, per evitare altri lutti familiari. “Quando si ricoprono ruoli pubblici le parole utilizzate – attacca il sindaco Morra- devono necessariamente essere misurate altrimenti le legittime istanze di cui ci si fa portavoce rischiano di trasformarsi nella forma più miserabile della speculazione. Ancor più attenzione deve essere prestata se si parla di temi delicati che rappresentano per l’intera comunità una ferita aperta”.

Ragguaglia: “In riferimento all’operato di questa amministrazione relativamente alla messa in sicurezza del tratto di strada Canosa - Loconia, posso confermare che si sta prestando la massima attenzione affinché le procedure proseguano con la massima speditezza e nella giusta direzione. Nelle scorse settimane, al fine di sbloccare la situazione di stallo creatasi presso la sede nazionale dell’Anas a Roma, ho chiesto l’intervento del ministro alle Infrastrutture, Toninelli. Ottenuto l’assenso dalla direzione centrale dell’Anas occorreva necessariamente interpellare la Regione Puglia per avere conferma che il finanziamento concesso anni prima fosse tuttora disponibile. La risposta affermativa della Regione è arrivata nel corso della settimana appena trascorsa, pertanto nei prossimi giorni si procederà alla sottoscrizione del protocollo con Anas regionale”.

Il sindaco evidenzia: “Vorrei ricordare che si parla di un finanziamento di 500 mila euro per la sola progettazione delle opere necessarie per la messa in sicurezza di quel tratto di strada. Cosa diversa è il finanziamento di alcuni milioni di euro, che saranno necessari per la effettiva messa in sicurezza della strada e che richiederemo non appena l’Anas avrà realizzato la progettazione”. Continua: “La sicurezza stradale rimane un punto fermo per questa amministrazione. Ad aprile ho chiesto e ottenuto la convocazione, presso la Prefettura, dell’Osservatorio sulla sicurezza stradale dove ho esposto la drammatica situazione delle nostre strade ed in particolare della Canosa-Loconia e della ex S.S. 98 chiedendo maggiore attenzione. Grazie alle richieste fatte da questa amministrazione, affinché la provincia mettesse in sicurezza quel tratto di strada, cosa che effettivamente è stata fatta, e con l’istallazione di un autovelox ben visibile, il tasso di incidenti sulle pericolose curve dell’ex S.S. 98 si è praticamente azzerato”. “Credo –conclude Morra- che in tema di sicurezza stradale più che mille parole o vuoti proclami occorrano i fatti. Continueremo in questa direzione a lavorare ogni giorno nel silenzio certi che in questo come in tanti altri argomenti non ci sono medaglie da appendere ma vite da salvare. Ventola dia un senso ad un inutile mandato da consigliere regionale che lo ha visto solo cambiare casacca innumerevoli volte senza portare alcun contributo alla politica regionale”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400