Sabato 20 Aprile 2019 | 08:40

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Non c'è la gestione

Addio a voliera e acquario
nella villa comunale di Trani

Sono chiuse dal 1 giugno. Finora si era fatta carico Vittorio Somma, titolare de «Le favole di Esopo». Si attende il nuovo bando

Addio a voliera e acquarionella villa comunale di Trani

La voliera di Trani: bimbi delusi

TRANI - Dal 1 giugno acquario e voliera della villa comunale sono chiusi. Al loro interno ci sono tuttora i pesci, nelle sedici vasche di proprietà del Comune, e gli uccelli, nella gabbia altresì pubblica. Ma tutti gli animali, a loro volta, sono nella disponibilità di Vittorio Somma, titolare de «Le favole di Esopo», l’attività commerciale alla quale il commissario straordinario uscente, Maria Rita Iaculli, aveva affidato la concessione biennale delle due strutture fino al 28 febbraio 2017.

Da allora, Somma ha continuato a portare avanti le due attrazioni a proprie spese, ma anche sotto la propria responsabilità, finendo però per rimetterci al punto che, dopo avere rappresentato per iscritto tale disagio all’amministrazione comunale, ieri ha chiuso i battenti. Il Comune non ha ancora emanato il nuovo bando, né tanto meno approvato proroghe tecniche, eppure almeno cinquecento persone al giorno passano di lì e si soffermano ad ammirare gli animali. E lo fanno soprattutto i bambini, da ieri all’asciutto e, come minimo, dispiaciuti.
[nico aurora]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400