Venerdì 14 Dicembre 2018 | 10:00

NEWS DALLA SEZIONE

Basket
Happy Casa Brindisi perde in casa con Reggio Emilia 67-75

Happy Casa Brindisi perde in casa con Reggio Emilia 67-75

 
Basket
Varese piega Brindisi 85-67 e li aggancia a 10 punti in classifica

Varese piega Brindisi 85-67 e lo aggancia a 10 punti in classifica

 
Basket
Happy Casa Brindisi, quarta vittoria: si piazza al terzo posto

Happy Casa Brindisi, quarta vittoria: si piazza al terzo posto

 

i più visti della sezione

New Basket | Stagione conclusa

Brindisi, aspettando altre news
«Trezerocinque» ha fatto il bilancio

Meo Sacchetti, coach della New Basket Brindisi

Meo Sacchetti, coach della New Basket Brindisi

BASKET BRINDISI - Tempo di bilanci e quindi ecco il resoconto di una stagione «senza se e senza ma» di Meo Sacchetti, coach della New Basket, riflessioni al termine di una stagione dal rendimento decisamente altalenante.

«La sensazione che si sarebbe potuto fare di più rimane – dichiara il direttore Mino Taveri – e a vedere quello che sta accadendo nei playoff il rimpianto aumenta. Ma inutile voltarsi indietro, mentre gli altri giocano, in casa brindisina ci sono problemi molto seri da affrontare, dal palazzetto allo sponsor, soprattutto da quest’ultimo dipenderanno molte delle ambizioni della società del presidente Marino».

Attendendo novità sul futuro della squadra biancoazzurra, ecco stilate le pagelle della squadra di Sacchetti, invitando anche gli appassionbati di pallacanestro,. fedeli osservatori della squadra brindisina, alle loro valutazioni sulla stagione appena trascorsa.

Si lavora a Brindisi, si comincia a costruire per il futuro anche nelle altre piazze fuori dai giochi playoff, una delle sorprese più belle è stata certo l’Orlandina, e allora eccoci faccia a faccia con l’enfant prodige dei dirigenti italiani, Peppe Sindoni (scouting di Brindisi con coach Giovanni Perdichizzi), nemmeno trentenne e già con una grande esperienza accumulata dietro la scrivania di una società di basket, con risultati decisamente da applausi. Di cestisti del futuro dalle grandi promesse si parla anche per Matteo Spagnolo, oramai romano d’adozione, quindi ampio spazio come sempre al basket giovanile e le consuete rubriche di approfondimento di Roberto Cordella, Tonino Malerba e Giovanni Rubino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400