Giovedì 20 Settembre 2018 | 08:57

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

il fenomeno

«Pubblicità, sono abusivi
oltre duemila cartelloni»

Il dato emerge da un'inchiesta della Finanza ormai alle battute conclusive

«Pubblicità, sono abusivi oltre duemila cartelloni»

Giovanni Longo

Poco più di duemila cartelloni pubblicitari disseminati per la città, specie i più grandi e visibili «sei per tre», sarebbero abusivi. E poco importa se al Comune vengono pagate ugualmente le imposte per l’occupazione del suolo pubblico e per la pubblicità. L’adempimento formale degli obblighi fiscali non può certo sanare una situazione di assenza di autorizzazioni che si trascina da anni.

È quanto emerge da una inchiesta condotta dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria del comando provinciale, coordinati dal pm Gaetano De Bari. L’indagine è alle battute conclusive. Prima di chiudere il cerchio, però, di recente la Finanza è ritornata a Palazzo di Città per acquisire ulteriori informazioni. I militari hanno incontrato il direttore generale Davide Pellegrino, il quale ha spiegato quali iniziative il Comune, persona offesa nel procedimento, ha adottato per fronteggiare un fenomeno che appare piuttosto esteso. A quanto pare Palazzo di Città già da tempo ha dato mandato agli uffici preposti e alla Polizia municipale per avviare tutte le procedure necessarie a monitorare il fenomeno e al fine di rimuovere i cartelloni non autorizzati.

Un problema, sia chiaro, che non riguarda solo Bari, ma tutte le grandi città, e che il capoluogo pugliese ha affrontato da tempo, a partire, solo per dirne una, con un protocollo tra amministrazione e aziende per la dismissione dei cartelli pubblicitari non autorizzati disseminati sul territorio comunale, datato 2008.

L’indagine penale era partita in sordina a seguito di un esposto di alcune società che gestiscono i cartelli «regolari» e che avevano denunciato la concorrenza sleale di chi è in grado di offrire prezzi più competitivi proprio in ragione dell’utilizzo di cartelloni abusivi, rispetto a chi opera su regolare autorizzazione del Comune. Le imprese di affissione «corrette» in effetti lamentavano la concorrenza degli abusivi, in grado di applicare tariffe molto più basse proprio perché non pagano le imposte comunali. Una giungla sommersa alla quale la stessa amministrazione comunale, ha dichiarato guerra. Al di là del rilievo penale, le verifiche della Finanza avrebbero raggiunto un punto fermo non di poco conto: ben 2.000 cartelloni pubblicitari sarebbero abusivi, praticamente circa uno su due.

Tra evasori, abusivi, controlli tardivi o mancati, regole costantemente violate e casse comunali in credito per milioni di euro, i furbetti del cartellino, pardon, del cartellone, sono riusciti a proliferare a spese delle aziende oneste. Tempo fa fece molto discutere la situazione degli avvisi pubblicitari installati nelle aree di pertinenza ferroviaria, in particolare lungo il sottovia Quintino Sella, che non erano stati autorizzati dal Comune. Anche la Procura vuole vederci chiaro su un fenomeno a quanto pare piuttosto diffuso che crea un danno non di poco conto alle casse comunali e che altera le regole della concorrenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

M5S, chiede dimissioni Mangano: «Condannato per violenza sessuale non rappresenti la Puglia»

M5S, chiede dimissioni Mangano: «Condannato per violenza sessuale non rappresenti la Puglia»

 
Fiera del Levante, scoperti dalla Guardia di Finanza 120 bagarini

Fiera del Levante, scoperti dalla Guardia di Finanza 120 bagarini

 
Bari, minacciò parroco per soldi: «Attento, ho amici nell'Isis»

Bari, minacciò parroco per soldi: «Attento, ho amici nell'Isis»

 
Giancaspro fa ricorso al Tar«Bloccate l'esordio del Bari»

Giancaspro fa ricorso al Tar: «Bloccate l'esordio del Bari». Decaro: «Da tifoso mi sento offeso»

 
Oltre cento bustine di marijuana e armi illegali, tre arresti a Bari Vecchia

Oltre cento bustine di droga e armi illegali, tre arresti a Bari Vecchia

 
Bari, flash mob in difesa legge contro omofobia domani davanti al Consiglio Regionale

Bari, flash mob in difesa legge contro omofobia davanti al Consiglio Regionale

 
Medici, organici ridotti al minimo, chi va in pensione non sostituito

Medici, organici ridotti al minimo, chi va in pensione non sostituito

 
Bari, agguato al rione Madonnellaspari tra la gente: un giovane a terra

Bari, spari al rione Madonnella, operato il giovane ferito, sta bene

 

GDM.TV

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 

PHOTONEWS