Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 12:49

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
In un panificio
Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

Bari, in fiamme la friggitrice: panico a Torre a Mare

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
Il commento
Modello Emiliano, esame pugliese

Modello Emiliano, esame pugliese

 
Fermato dalla polizia
Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

Bari, droga e armi in casa: arrestato 22enne al quartiere Libertà

 
Il dibattito
Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

Antico palazzo demolito a Bari, proteste: «Ennesimo scempio»

 
Ha 44 anni
Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

Bari, M5S sceglie la musicista Elisabetta Pani come candidato sindaco

 
Dopo l'arresto di settembre
Bari, chiuse indagini su Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

Bari, chiuse indagini su ex patron Giancaspro, spunta anche l'accusa di estorsione

 
La storia è una bufala
Bari, ristruttura villa e trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Troppo tardi per il cambio»

Bari, trova 150mln di lire del padre. Bankitalia: «Tardi per il cambio», ma è una fake news

 
Gesto senza motivo
Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne: ha agito senza motivo

Cassonetti bruciati a Bari, telecamere incastrano una 36enne della provincia

 

Udienza rinviata

Treni d'oro alle Sud-Est
la prescrizione a un passo

L’ipotesi di corruzione si prescriverà a novembre. E le difese cercheranno di far cadere anche l’aggravante di trans-nazionalità rispetto alla truffa da 11 milioni che è il perno dell’indagine

Treni d'oro alle Sud-Est la prescrizione a un passo

BARI - L’ipotesi di corruzione si prescriverà a novembre. E le difese cercheranno di far cadere anche l’aggravante di trans-nazionalità rispetto alla truffa da 11 milioni che è il perno dell’indagine sui treni d’oro alle Ferrovie Sud-Est. L’udienza preliminare a carico di 7 persone si è aperta ieri davanti al gup Annachiara Mastrorilli, che ha rinviato all’8 aprile per decidere sulle costituzioni di parte civile: la Regione e un gruppo di dipendenti salentini che lamentano di aver subito un taglio dello stipendio del 40% in conseguenza del commissariamento della società.

Tra gli imputati a vario titolo l’ex amministratore unico Luigi Fiorillo (avvocati Federico Massa e Guido Calvi), l’ex responsabile tecnico Nicola Alfonso (avvocato Nicola Quaranta), gli imprenditori Carlo Beltramelli e Giuseppe Fiaccadori, Marco Mazzocchi (rappresentante legale della Varsa) e due dirigenti della società ferroviaria polacca Pesa. Tra gli imputati anche la stessa società Sud-Est. L’ipotesi della Procura di Bari è che l’acquisto delle 27 carrozze tedesche acquistate di seconda mano e ristrutturate in Croazia e dei 25 convogli Atr sia avvenuto a prezzi gonfiati rispetto ai valori di mercato: vista la triangolazione Italia-Croazia-Polonia, la truffa è considerata trans-nazionale. Beltramelli e Alfonso rispondono anche di corruzione per via di un’auto che il primo ha regalato al secondo. L’accusa contesta poi a Fiorillo una serie di reati fiscali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400