Martedì 26 Gennaio 2021 | 13:13

NEWS DALLA SEZIONE

Regione
La crisi congela l’assessorato ai 5S in Puglia

La crisi congela l’assessorato ai 5S in Puglia

 
Il caso
Acquaviva, madre e figlio nascondevano droga in garage: arrestati

Acquaviva, madre e figlio nascondevano droga in garage: arrestati

 
L'intervista
Bari, parla il neoarcivescovo Satriano: «Il rinascimento di Bari e l’apertura alle culture»

Bari, parla il neoarcivescovo Satriano: «Il rinascimento di Bari e l’apertura alle culture»

 
La curiosità
Bitetto, baby genio della storia dell’arte: a 11 anni sa già tutto di Leonardo

Bitetto, baby genio della storia dell’arte: a 11 anni sa già tutto di Leonardo

 
L'emergenza
Coronavirus, mancano bagni e studi medici: ritarda l’ospedale in Fiera a Bari

Coronavirus, mancano bagni e studi medici: ritarda l’ospedale in Fiera a Bari

 
I retroscena
Bari, coppie che scoppiano per colpa del Covid 19: tra gli effetti della clausura

Bari, coppie che scoppiano per colpa del Covid 19: gli effetti della clausura

 
la tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si indaga per istigazione al suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
indagini della DDa
bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

Bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

 
nel Barese
Conversano, scempio in gravina: i bracconieri fanno strage di alberi

Conversano, scempio in gravina: i bracconieri fanno strage di alberi

 
Il furto
Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariRegione
La crisi congela l’assessorato ai 5S in Puglia

La crisi congela l’assessorato ai 5S in Puglia

 
FoggiaIl furto
Foggia, baby ladri nella scuola Catalano-Moscati: carabinieri arrestano un minorenne

Foggia, baby ladri nella scuola Catalano-Moscati: carabinieri arrestano un minorenne

 
PotenzaIl caso
Petrolio in Basilicata, timori per la fiammata: la seconda in 10 giorni

Petrolio in Basilicata, timori per la fiammata: la seconda in 10 giorni

 
BrindisiAgroalimentare
Carciofo brindisino, allarme Coldiretti: «Prezzi in crollo verticale»

Carciofo brindisino, allarme Coldiretti: «Prezzi in crollo verticale»

 
TarantoLa bomba
Esplosione distrugge bar a Taranto, indaga la polizia

Esplosione distrugge bar a Taranto, indaga la polizia

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Il caso

Bimba di Monopoli affetta da Sma, i dubbi degli esperti: «Da verificare l’efficacia dopo i 6 mesi di età»

Continua intanto la gara di solidarietà per raggiungere la cifra necessaria a un eventuale acquisto del medicinale

Puglia, la piccola Melissa di 7 mesi, malata di Sma: i genitori: «ha bisogno di un farmaco milionario»

MONOPOLI - Melissa Nigri, la piccina monopolitana di nove mesi affetta da Sma di tipo 1, la cui storia la Gazzetta ha raccontato nell’edizione di ieri, è in questi giorni a Roma per le cure e la fisioterapia. L’atrofia muscolare spinale è una malattia che priva della forza muscolare colpendo le cellule nervose della spina dorsale, diminuendo progressivamente la capacità di camminare, deglutire e respirare. La Sma 1 è peraltro la forma più severa. Il suo decorso inizia prima del sesto mese di vita con una aspettativa di circa due anni. I genitori della bimba, Pasquale Nigri e Rossella Messa, proprio per il breve tempo a disposizione, contano di dare una prospettiva molto più lunga alla figlia (il titolo della pagina da loro creata su Facebook è proprio «Un futuro per Melissa») ottenendo un farmaco molto costoso (comunque da somministrare dopo una prescrizione medica), considerato efficace perché già utilizzato con ottimi risultati negli Stati Uniti dal 2019 per il trattamento dei bambini fino al secondo anno di età.

Zolgensma, prodotto da AveXis, società del gruppo Novartis, è un farmaco di terapia genica, approvato appunto nel 2019 dalla Fda (Food and drug administration statunitense). La Commissione Europea ha concesso l'approvazione condizionale a maggio, dopo il parere dell’Ema, Agenzia europea per i medicinali. L’Aifa, la nostra agenzia del farmaco, ha consentito l’utilizzo dal 18 novembre (in regime di rimborsabilità da parte del Servizio sanitario nazionale), ma soltanto per il trattamento entro i sei mesi di età, visto che le evidenze ne accertano per ora l’efficacia nei neonati ai primissimi mesi di vita. A questo proposito si è espresso anche il Comitato scientifico dell’associazione Famiglie per la Sma, dopo l’eco che la vicenda di Melissa ha avuto sui social.

Insomma, al di là del fatto di poter utilizzare il farmaco per l’uso off label, cioè al di fuori delle condizioni autorizzate, e della necessaria prescrizione di uno specialista, nella fattispecie di Eugenio Maria Mercuri, direttore di Neuropsichiatria infantile del Policlinico Gemelli che ha in cura Melissa, tutto ruota intorno alla reale efficacia del farmaco, anche rispetto a un altro medicinale attualmente utilizzato contro la malattia (Spinraza). «In riferimento alla possibilità di effettuare la terapia con Zolgensma come farmaco off-label - spiega il Comitato scientifico di Famiglie per la Sma - abbiamo più volte spiegato alle famiglie che non esiste al momento nessuna evidenza scientifica riportata in letteratura sull’impiego della terapia genica in bambini che abbiano già compiuto 6 mesi di età. Una eventuale somministrazione off label Zolgensma esporrebbe la famiglia e il prescrittore a prendersi una responsabilità basata su esperienze aneddotiche negli Stati Uniti e non su letteratura scientifica o indicazioni dell’ente regolatorio nazionale. Per questi motivi, vista la mancanza di dati pubblicati su Zolgensma, abbiamo grosse esitazioni al momento a prescrivere la terapia».

Intanto, però la solidarietà nei confronti di Melissa prosegue. Degli 1,8 milioni di euro necessari in caso di mancata gratuità (non è esclusa peraltro la possibilità che la famiglia opti in futuro per una clinica Usa) ne sono stati raccolti finora circa 300mila: sulla piattaforma gofundme.com si è vicino ai 250mila, cui va aggiunta un’altra somma (oltre 50mila euro) elargita dai benefattori che hanno donato mediante le coordinate bancarie pubblicate su «Un futuro per Melissa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie