Giovedì 09 Luglio 2020 | 07:26

NEWS DALLA SEZIONE

Il 19enne
Bari, il debutto sul campo di serie A di Giacomo Manzari con la maglia del Sassuolo

Bari, il debutto sul campo di serie A di Giacomo Manzari con la maglia del Sassuolo

 
Operazione Gdf
Bari, soldi in paradisi fiscali : sequestrato 1,5 mln a imprenditore

Bari, soldi in paradisi fiscali: sequestrati 1,5 mln a imprenditore

 
guardia di finanza
Bari, non dichiarava denaro custodito all'estero: sequestrati beni per 1,5mln a imprenditore

Bari, soldi in paradisi fiscali: sequestrati 1,5mln a imprenditore

 
nel barese
Gioia del Colle, sfrutta due cittadini indiani in azienda: arrestato imprenditore

Gioia del Colle, sfrutta due cittadini indiani in azienda: arrestato imprenditore

 
sharing-mobility
Bari, trovati i due monopattini rubati: uno era al Cara, a Palese, l'altro in un capannone

Bari, trovati i due monopattini rubati: uno era al Cara, a Palese, l'altro in un capannone

 
dopo la sanificazione
Bari, torna attività chirurgica in padiglione Asclepios, ex Covid-hospital

Bari, torna attività chirurgica in padiglione Asclepios, ex Covid-hospital

 
la denuncia
Gravina, mistero al cimitero: corpo di una bimba sparito dalla tomba

Gravina, mistero al cimitero: corpo di una bimba sparito dalla tomba

 
il riconoscimento
Turismo, Alberobello è capitale italiana delle vacanze in famiglia

Turismo, Alberobello è capitale italiana delle vacanze in famiglia

 
La scoperta
Giallo a Ruvo, resti umani di tre donne trovati in un pozzo

Giallo a Ruvo, resti umani di tre donne trovati in un pozzo

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, Raffaele Bianco: «Cresce la tensione per i playoff»

Bari, Raffaele Bianco: «Cresce la tensione per i playoff»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLa firma
Taranto, intesa su corso Medicina in ex sede della Banca d'Italia

Taranto, intesa su corso Medicina in ex sede della Banca d'Italia

 
LecceIl provvedimento
Dl semplificazioni, esclusa ma ss 275. Fitto: incredibile, la Regione in silenzio

Dl semplificazioni, esclusa la ss 275. Fitto: incredibile, la Regione in silenzio

 
Foggiasul gargano
Foggia, prefetto emette 2 interdittive antimafia: presunti legami con i clan

Foggia, prefetto emette 2 interdittive antimafia: presunti legami con il clan

 
Batnella bat
Trani, minacce ed estorsioni ai genitori per comprare alcol: arrestato 50enne

Trani, minacce ed estorsioni ai genitori per comprare alcol: arrestato 50enne

 
Brindisinel Brindisino
Tuturano, aggredisce e picchia la moglie davanti ai figli: arrestato 30enne

Tuturano, aggredisce e picchia la moglie davanti ai figli: arrestato 30enne

 
MateraLa battaglia Legale
Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

Matera, l'ex casello conteso resta in mano al Comune

 
Potenzail caso
Potenza, giallo mascherine: blitz Finanza al San Carlo

Potenza, giallo mascherine: blitz Finanza al San Carlo

 

i più letti

Paesaggio

Il ponte di Gravina, da James Bond ai Luoghi del cuore del Fai

È al secondo posto nel referendum indetto dal Fai. Appello per sostenere la candidatura

Il ponte di Gravina,  da James Bond ai Luoghi del cuore

Daniel Craig nel film girato a Gravina

Balcone con affaccio mozzafiato, regno di ispirazione e riflessione, simbolo di riappropriazione dell’identità collettiva, spazio di aggregazione e meta culturale, set cinematografico per le ultime avventure della spia più famosa del grande schermo, James Bond, nella pellicola No time to die, nonché uno splendore che pare indifferente alle angustie umane. C’è più di una «trama» che funziona quando si parla del ponte Acquedotto, finito nelle ultime 24 ore al secondo posto tra i luoghi del cuore italiani da non dimenticare, grazie all’iniziativa del Fondo Ambiente Italiano (FAI).

E ora, il genio mastodontico è pronto a diventare l’attore principale di un paesaggio già di per sé suggestivo e affascinante, se solo continuasse a scalare la classifica nazionale e a mantenerne il risultato fino a dicembre prossimo, termine di scadenza del concorso.

A correre più veloce del ponte, per il momento, c’è la città di Bergamo, simbolo quest’anno di resilienza e tenacia, con circa 400 voti più del sito gravinese; sempre sul podio, ma al terzo posto, si prende la scena invece l’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone a Sulmona (AQ).

«Il Ponte è il simbolo che ci unisce. Ed uniti possiamo farlo diventare il luogo del cuore di tutta Italia - commenta il sindaco Alesio Valente -. L’iniziativa del Fai mette a disposizione somme importanti per la valorizzazione dei beni culturali italiani. Noi abbiamo ottenuto dalla Regione un finanziamento cospicuo, ma vincere questa sfida significherebbe tanto, specie sotto il profilo della valorizzazione. Per cui, accogliendo l’invito dell’associazione GravinaUndergroundMovement, vi dico: votate votate votate. E fate votare».

Dopo un tentativo avviato nel 2012 dal Club Unesco, la città ci riprova caldeggiando la candidatura del «Viadotto» a «Luogo del Cuore 2020». A raccontarne la storia è la stessa pagina dedicata al «gigante» dal FAI. «Il Ponte della Gravina o Ponte dell’Acquedotto è una importante struttura ad archi, alto 37 m. lungo 90 m. e largo 5,5 m. che collega le due sponde del torrente Gravina. Fu costruito per permettere l’attraversamento del Crapo (l’antico nome del torrente Gravina) e consentire ai fedeli di raggiungere la chiesetta della Madonna della Stella. Fonti storiche datano la sua esistenza almeno al 1686.

Probabilmente il ponte, reso instabile dal sisma del 1686, crollò nel terremoto del 1722. Fu quindi la famiglia Orsini di Roma, che si era trasferita nel feudo di Gravina, a ordinare, intorno alla metà del Settecento, la ricostruzione e la trasformazione del ponte in acquedotto, per portare sotto le mura della città le acque delle sorgenti Sant’Angelo e San Giacomo.

La struttura sulla quale poggiava la tubatura dell’acqua che collegava le due fontane (pilacci), ancora oggi esistenti ai due lati del ponte, era costituita da 25 archi disposti lungo la spalliera. In seguito all’alluvione dell’agosto del 1855, questi archi furono gravemente danneggiati e, poiché pericolanti, furono sostituiti da una spalliera in tufo. Nel 1860 vennero effettuati interventi di consolidamento e di restauro con la messa in opera di tiranti in ferro e di un selciato rustico di protezione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie