Giovedì 12 Dicembre 2019 | 03:55

NEWS DALLA SEZIONE

Infortunio sul lavoro
Noicattaro, manovra rullo: operaio si frattura braccio e femore

Noicattaro, manovra rullo: operaio si frattura braccio e femore

 
Zona industriale
Bari, cancello gli cade addosso: ferito titolare azienda

Bari, cancello gli cade addosso: ferito titolare azienda

 
nel Barese
Schianto sulla SS172: muore coppia di Putignano insieme al cagnolino

Schianto sulla SS172: muore coppia di Putignano insieme al cagnolino

 
truffa
Bari, cancellata condanna a ex primario Neurochirurgia, ma pagherà i danni

Bari, cancellata condanna a ex primario Neurochirurgia, ma pagherà i danni

 
nel Barese
Acquaviva delle Fonti, ospedale Miulli premiato per attenzione alle malattie delle donne

Puglia, a 13 ospedali il Bollino Rosa per attenzione a malattie delle donne

 
l'incontro
Alan Friedman a Bari: «Questa non è l'Italia»

Alan Friedman a Bari: «Questa non è l'Italia»

 
nel Barese
Bitetto, si autoaccusò di omicidio commesso dalla figlia: rischia 20 anni

Bitetto, si autoaccusò di omicidio commesso dalla figlia: rischia 20 anni

 
il gesto
Giovinazzo, la proposta di matrimonio è in piazza con una danza sui trampoli

Giovinazzo, la proposta di matrimonio è in piazza con una danza sui trampoli

 
il caso
Trans ucciso nel 2007, Tribunale Bari accoglie ricorso Procura Trani: «Lomolino va arrestato»

Trans ucciso nel 2007, Tribunale Bari accoglie ricorso Procura Trani: «Lomolino va arrestato»

 
professioni
Via all'esame da avvocato, a Bari gli aspiranti sono sempre meno

Via all'esame da avvocato, a Bari gli aspiranti sono sempre meno

 

Il Biancorosso

serie c
Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

Il Bari senza Di Cesare è una prova di maturità

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariInfortunio sul lavoro
Noicattaro, manovra rullo: operaio si frattura braccio e femore

Noicattaro, manovra rullo: operaio si frattura braccio e femore

 
TarantoSerie D
Taranto calcio, manicchino impiccato e offese al dg Montella

Taranto calcio, manicchino impiccato e offese al dg Montella

 
FoggiaVertice in Prefettura
Foggia, famiglie in container: sindaco firmerà ordinanza sgombero

Foggia, famiglie in container: sindaco firmerà ordinanza sgombero

 
Brindisitrasporti
Brindisi, evacuazione per bomba: stop ai treni, ci saranno i bus

Brindisi, evacuazione per bomba: stop ai treni, ci saranno i bus

 
Leccea surbo
Sud Sound System, dopo l'incidente Nandu Popu tranquillizza i fan: «Neanche un graffio grazie alle cinture»

Sud Sound System, dopo l'incidente Nandu Popu tranquillizza i fan: «Neanche un graffio grazie alle cinture»

 
Batle dichiarazioni
Trani candidata a Capitale Italiana Cultura 2021, il sostegno di tutta la Bat

Trani candidata a Capitale Italiana Cultura 2021, il sostegno di tutta la Bat

 
Potenzanel Potentino
Montescaglioso, uccise a coltellate 42enne dopo una lite: 29enne condannato all'ergastolo

Montescaglioso, uccise a coltellate 42enne dopo una lite: 29enne condannato all'ergastolo

 
Materanel Materano
Bernalda, scoperta base logistica mafia lucana: tre arresti

Bernalda, scoperta base logistica mafia lucana: tre arresti

 

i più letti

nel Barese

Proiettili nella posta a sindaco Gioia del Colle, solidarietà dal mondo politico

Giovanni Mastrangelo, primo cittadino, ha ricevuto una lettera: «La vendetta si serve a freddo»

Proiettili nella posta a sindaco Gioia del Colle, solidarietà dal mondo politico

Grave messaggio intimidatorio al sindaco di Gioia del Colle, Giovanni Mastrangelo. Una busta contenente due bossoli di pistola è stata recapitata la mattina dell’11 novembre al primo cittadino, che guida dalla primavera scorsa un’amministrazione di centrodestra. Sul bordo interno della missiva la scritta, a stampatello: «La vendetta si serve a freddo».
A dare la notizia, ieri sera, lo stesso sindaco Mastrangelo, in una conferenza stampa. Secondo quanto egli ha specificato, la mattina di lunedì 11 novembre, nel plico della corrispondenza quotidiana, ritirata da una ditta privata incaricata del servizio, sarebbe saltata fuori una busta, con un francobollo non vidimato, indirizzata a un cittadino, presumibilmente gioiese, che non avrebbe nulla a che fare con l’amministrazione comunale e con la politica cittadina.
Chi quotidianamente nella segreteria del primo cittadino si occupa della corrispondenza, toccando quella busta, avrebbe inteso che all’interno ci poteva essere qualcosa di strano. E infatti subito dopo sono scivolati fuori due bossoli di pistola calibro 9. Per cui l’avvocato Mastrangelo ha sporto, subito, denuncia alla locale compagnia dei Carabinieri, che insieme ai colleghi della stazione hanno avviato le indagini.

A quanto è trapelato, i militari potrebbe avere già sentito il destinatario «ufficiale» dell’intimidazione che dovrebbe essere un pensionato, incensurato, di Gioia. Ma quello che colpisce, secondo quanto affermato dal sindaco Mastrangelo in conferenza stampa, è che una mano sconosciuta abbia violato la corrispondenza e, incurante di poter essere scoperto, abbia appesantito con due bossoli, color oro, l’intero pacco, con lo scopo di procurare allarme.
Intanto sono state accentuate le misure di sicurezza negli uffici comunali che saranno dotati di impianti di videosorveglianza, specialmente nella ripartizione dei Servizi sociali, dove nelle scorse settimane si sarebbero registrati alcuni episodi minacciosi, da non sottovalutare. E mentre il sindaco dichiara di non aver ricevuto minacce, commenta: «Nonostante l’episodio grave, resto tranquillo e sereno anche perché la minaccia non era indirizzata a me». Aggiunge: «La cosa che crea molto fastidio è che qualche estraneo abbia manomesso la posta a me diretta». Ribadisce l’impegno ad «aumentare i controlli, ad oggi non vi è alcuna vigilanza né alcuna telecamera in Municipio». Chiude: «Vado avanti senza che questo spiacevole episodio scalfisca la mia attività e il mio lavoro quotidiano»

SOLIDARIETA' DAL MONDO POLITICO - Solidarietà da amministratori locali, forze politiche e associazioni è giunta al sindaco di Gioia del Colle (Bari), Giovanni Mastrangelo alla guida di una giunta di centrodestra, che ha denunciato ai Carabinieri la presenza di due proiettili in una busta non indirizzata a lui ma inserita nella posta comunale nei giorni scorsi, con la scritta «La vendetta si serve a freddo».
Tra gli altri, al sindaco è arrivato il messaggio solidale di Erio Congedo, coordinatore di Fratelli d’Italia in Puglia, "fiducioso che Magistratura e Forze dell’Ordine faranno piena luce"; Congedo ha anche invitato il sindaco «a proseguire con sempre maggiore entusiasmo e passione l’ottimo lavoro al servizio della comunità».

A Mastrangelo è arrivata poi la 'vicinanza' del sindaco di Terlizzi (Bari), Ninni Gemmato: «So bene cosa significa trovarsi a tu per tu con un proiettile - scrive in una nota ricordando il proiettile trovato sulla porta del proprio ufficio, fissato con nastro adesivo, nel marzo 2007 - ma conosco altrettanto bene la serenità e la risolutezza che in questi casi accompagnano chi vive l’esperienza della politica interpretando i valori dell’integrità e della legalità senza compromessi».

Così su Twitter il co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA, Raffaele Fitto: “Due proiettili e una minaccia anonima non fermeranno Giovanni Mastrangelo, sindaco di Gioia del Colle di Fratelli d’Italia, perché non è solo. La sua comunità e noi tutti siamo al suo fianco. Oggi più di ieri!”

Il presidente Anci Puglia Domenico Vitto, esprime solidarietà al sindaco di Gioia del Colle Giovanni Mastrangelo, per l'intimidazione subita. Al sindaco Mastrangelo, sostegno e incoraggiamento dell'Associazione dei Comuni pugliesi, affinchè prosegua il proprio mandato istituzionale al servizio della sua comunità.

"Siamo vicini umanamente e politicamente, al sindaco di Gioia del Colle, per le minacce ricevute.
Giovanni Mastrangelo non è solo e per questo chi, nascondendosi vigliaccamente dietro l’anonimato, pensa di fermare la sua azione amministrativa non ci riuscirà. Noi siamo tutti con lui”. È la dichiarazione congiunta dei consiglieri di Fratelli d'Italia.

In merito alle minacce ricevute dal sindaco di Gioia del Colle Giovanni Matrangelo, dall’assemblea nazionale dell’Anci il sindaco Antonio Decaro dichiara: “I proiettili che il sindaco di Gioia del Colle ha trovato tra la posta consegnata in Comune sono la dimostrazione che i sindaci sono sotto attacco. I sindaci sono costantemente esposti a episodi di minacce come questo. A Giovanni Mastrangelo va la solidarietà mia e di tutti i sindaci d’Italia riuniti in questi giorni ad Arezzo. Spero che questo episodio non venga derubricato a gesto folle di qualcuno o a una sorta di scherzo, perché così faremmo il gioco di chi ha forse cercato di intimorire e minare l’autonomia del sindaco. La comunità della città metropolitana di Bari è pronta a sostenere il sindaco Mastrangelo e tutti i cittadini gioiesi che sceglieranno sempre la legalità condannando atti come questo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie