Martedì 26 Marzo 2019 | 05:11

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Bari, acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

Gioia del Colle, beve al bar acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

 
Vandali all'opera
Monopoli scritte su un muro a Porto Bianco, il sindaco: «Incivili»

Monopoli scritte su un muro a Porto Bianco, il sindaco: «Incivili»

 
La storia
Il gelato sushi «made in Mola» spopola a NY: l'idea del 28enne Pasquale

Il gelato sushi «made in Mola» spopola a NY: l'idea del 28enne Pasquale Ragone

 
Il riscatto
Valenzano, la coop «Semi di Vita» si prende i terreni tolti alla mafia

Valenzano, la coop «Semi di Vita» si prende i terreni tolti alla mafia

 
polizia postale in allerta
Dietro le mail si nascondono estorsioni sessuali: utenti baresi ricattati

Dietro le mail si nascondono estorsioni sessuali: utenti baresi ricattati

 
L’esodo dei camici bianchi
Bari, in pensione 100 medici all’anno e con la quota 100 aumentano

Bari, in pensione 100 medici all’anno e con la quota 100 aumentano

 
Per i 4mila aventi diritto
Bari, il Comune aiuta le famiglie in difficoltà con il «bonus bollette»

Bari, il Comune aiuta le famiglie in difficoltà con il «bonus bollette»

 
I fatti nel 2015
Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

 
Ladro sfortunato
Sammichele di Bari: tenta furto in casa, arriva proprietario

Sammichele di Bari: tenta furto in casa, arriva proprietario

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaQuote rosa
Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

 
TarantoInquinamento ex Ilva
Il Comune di Taranto discute di ambiente: presente Emiliano

Il Comune di Taranto discute dell'aumento della diossina: presente Emiliano

 
LecceLa protesta
Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

 
HomeIl caso
Bari, acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

Gioia del Colle, beve al bar acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

 
HomeL'inchiesta
La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 

il fenomeno

Bari, reddito di cittadinanza: caos e disinformazione

Assalto a Caf e Anagrafe ma nessuna dritta da Inps e Ministero

Basilicata, reddito di cittadinanza per 10mila

BARI - Reddito di cittadinanza, dallo studente al pensionato, al disoccupato, sono tanti i volti e le storie di chi ambisce ad ottenere il sussidio offerto dallo Stato. Il 6 marzo si aprono le porte per accedere alla nuova misura varata dal governo gialloverde: da allora sarà possibile presentare la documentazione per essere ammessi al beneficio ideato quale misura di contrasto alla povertà da un lato, ed al contempo con l'obiettivo di favorire l’ingresso nel mondo del lavoro a giovani e disoccupati.
In gioco ci sono 780 euro al mese che molti ora vedono come la panacea di tutti i mali. Gli over 65 invece potranno usufruire della pensione di cittadinanza.

Zero informazioni Da un mese a questa parte si sono intensificate le richieste di informazioni anche presso i centri per l'impiego anche se i più gettonati restano i centri di assistenza fiscale. Alcuni uffici sono stati costretti a comprare l'eliminacode, altri hanno decuplicato il numero di certificazioni Isee prodotte, altri ancora hanno dovuto affiggere dei cartelli all'ingresso spiegando che lì non si distribuisce il famoso reddito di cittadinanza. In ogni caso, a due settimane dallo start, di istruzioni ufficiali da Inps e ministero, nemmeno l'ombra.

I casi Oltre a chi pensa di passare a ritirare cash il sussidio, c'è chi si ingegna per essere in regola con le prescrizioni di legge, magari cercando un coinquilino con cui pagare l'affitto di un appartamento (perché se si è disoccupati ma a carico dei genitori non si ha diritto ad un bel niente). C'è anche chi pensa di trasferirsi armi e bagagli a casa della nonna, ad esempio, ma anche in questo caso la salvifica card emessa dall'Inps resta un miraggio.
Francesca, 28 anni, laureata, si è appena informata in un Caf del Libertà. «Ho scoperto che non ho diritto al reddito di cittadinanza. Il motivo? Pur essendo disoccupata, dopo un paio di impieghi saltuari qua e là, vivo con i miei genitori, entrambi con lavoro, ergo sono esclusa. Mi sembra una vera ingiustizia», commenta, mentre qualche metro più avanti Giovanni, anche lui laureato, trentenne in cerca di prima occupazione, si rivela ferratissimo sul Decreto dignità. «Al momento credo di averne diritto, anche se vorrei avere un lavoro, non un sussidio. Non voglio l’elemosina, ma guadagnarmi da vivere da solo, alla faccia di quelli che dicono che al Sud non facciamo niente», afferma.
Di casi, insomma ce ne sono tanti, come detto anche quelli di esclusione, come racconta il titolare del Caf, sempre al quartiere libertà. «Sono appena andate via due sorelle, non sposate, che sono a carico della mamma vedova, titolare di una pensione da 750 euro mensili, ma purtroppo non hanno diritto perché hanno depositi in banca maggiori di 25mila euro. Peraltro, sono anche in affitto», racconta.

Circolare Ci si prepara quindi ad inoltrare la domanda vera e propria (il modulo sarà predisposto dall’Inps) da inviare online - sul portale dedicato www.redditodicittadinanza.gov.it - oppure tramite uffici postali e Caf. Intanto, proprio in alcuni centri di assistenza fiscali sono state emanate delle circolari al personale, invitandolo a non dare false illusioni alla gente, a spiegare alle persone che la misura serve a chi a bisogno e che in caso di dichiarazioni false e imbrogli, le sanzioni sono davvero pesanti, compreso il carcere.

Carcere In particolare, i furbi di turno o i disinformati rischiano fino a sei anni di carcere, tre per coloro i quali non dovessero comunicare le eventuali variazioni alla propria situazione patrimoniale, reddituale o familiare, dall’Isee aggiornato alle novità intervenute sotto l’aspetto occupazionale. Il Governo ha predisposto verifiche imponenti, frutto della collaborazione tra Agenzia delle entrate, Inps e Guardia di Finanza, chiamate a incrociare le banche dati.
limiti È importante quindi sapere bene quali sono, oltre requisiti per l'accesso, anche i motivi di esclusione. Innanzitutto i depositi in banca o alla Posta, titoli e buoni del tesoro posseduti, che rappresentano il cosiddetto patrimonio mobiliare (la disponibilità economica annua) che non deve superare i 6mila euro per nucleo familiare (si parla di giacenza media complessiva) ma si può arrivare fino a 20mila euro per le famiglie con persone disabili. Quindi il patrimonio immobiliare: eventuali seconde case non devono avere valore maggiore di 30mila euro (in termini di rendita catastale ai fini Imu equivale a 180 euro). Attenzione poi ad auto e motoveicoli: si è fuori dalla platea destinataria del reddito se si è acquistato un’automobile a far data da settembre scorso, mentre si va indietro di ben due anni se la vettura ha una cilindrata superiore a 1.600 cavalli (250 cc per i motoveicoli). Nella domanda vanno quindi indicati targhe ed estremi di registrazione di auto e motoveicoli posseduti in famiglia, il cui il reddito annuo Isee (l’indicatore della situazione economico patrimoniale) non deve superare 9.360 euro.

Requisiti In fin dei conti per ottenere il sostegno economico occorre essere maggiorenni, cittadini Ue o titolari del permesso soggiorno con residenza in Italia per almeno dieci anni (di cui gli ultimi due in modo continuativo). Niente contanti ma si riceverà una card prepagata di Poste italiane (comprende anche le agevolazioni relative alle tariffe elettriche e gas), con il limite mensile di 100 euro per i prelievi cash.
Formatori I beneficiari saranno contattati dai centri per l’impiego attraverso la nuova figura dei «navigator» (ne verranno formati e assunti 8mila), deputati a individuare il percorso di formazione o di (re)inserimento lavorativo. Non è possibile rifiutare tre proposte di lavoro cosiddette «congrue», pena la perdita del sussidio, ovvero di proposte di lavoro. Nei primi 12 mesi la prima offerta di lavoro potrà arrivare entro 100 km o 100 minuti di viaggio. In caso di rifiuto, la seconda proposta estende il raggio d’azione a 250 km, la terza coinvolge tutta Italia. Dopo i 18 mesi le offerte possono arrivare da tutto il territorio nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400