Mercoledì 26 Giugno 2019 | 23:52

NEWS DALLA SEZIONE

A Japigia
Bari, morti da roghi ex discarica: famiglie si oppongono ad archiviazione

Bari, morti da roghi ex discarica: famiglie si oppongono ad archiviazione

 
Lo scontro finale
Università, elezioni rettore: sfida a due tra Bronzini e Bellotti

Bari, elezioni nuovo Rettore: sfida a due tra Bronzini e Bellotti

 
Vandalismo
Torre a Mare, vandali in azione al chioschetto della p.zza del Porto

Torre a Mare, vandali in azione al chiosco della piazza del Porto

 
Il caso
Ruvo, gli chiedono indicazioni stradali poi lo picchiano e gli rubano l'auto: un arresto

Ruvo, gli chiedono indicazioni stradali poi lo picchiano e gli rubano l'auto: un arresto

 
Estate
Ondata di caldo a Bari, venerdì giornata da bollino rosso

Ondata di caldo a Bari, venerdì giornata da bollino rosso

 
La manifestazione sabato
Bari Pride 2019: ponte Adriatico e fontana di p.zza Moro diventano arcobaleno

Bari Pride 2019: ponte Adriatico e fontana piazza Moro diventano arcobaleno

 
In via Campione
Bari, rapina in banca: minaccia cassiere con taglierino poi scappa con l'incasso

Bari, rapina in banca armato di taglierino: scappa con l'incasso

 
Comune di Bari
Ba29, poche candidature? «L’Isee è troppo basso»

Ba29, poche candidature? «L’Isee è troppo basso»

 
A sorpresa
Casellati al Petruzzelli: in platea per il figlio direttore della Tosca

Casellati a sorpresa al Petruzzelli per il figlio direttore della Tosca

 
Entrambi con precedenti
Monopoli, polizia pizzica 2 presunti ladri in «trasferta» dal quartiere San Paolo di Bari

Monopoli, polizia pizzica 2 presunti ladri in «trasferta» dal quartiere San Paolo di Bari

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea intrigante del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

 
BariA Japigia
Bari, morti da roghi ex discarica: famiglie si oppongono ad archiviazione

Bari, morti da roghi ex discarica: famiglie si oppongono ad archiviazione

 
FoggiaLa tragedia
Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

 
Potenza Graduation day Unibas
Potenza, la Giornata del laureato in stile college: 130 nuovi "dottori"

Potenza, la Giornata del laureato in stile college: 130 nuovi "dottori"

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, a settembre si chiude»E intanto parte il Cig per 1400 operai

Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, il 6 settembre si chiude».
Di Maio: no a ricatti. Salvini: no chiusura

 
GdM.TVIl rogo
Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva:  interviene il Canadair

Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva: distrutti tre ettari

 
MateraGiustizia
Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

 
BatIl caso
Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

 

i più letti

Parla il capo della polizia

Prefettura Bari, Gabrielli: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

«Il rischio zero non esiste, ma bisogna continuare a vivere la propria vita senza eccessive paure»

Prefettura Bari, Gabrielli: «Terrorismo minaccia liquida, tenere alta la guardia»

«Questa è una minaccia liquida, indistinta, quindi bisogna tenere molto alta la guardia e avere da parte dei cittadini la consapevolezza che il rischio zero non esiste, ma bisogna continuare a vivere la propria vita senza eccessive paure». Lo ha detto il capo della Polizia, il prefetto Franco Gabrielli, partecipando nella Prefettura di Bari al convegno dal titolo «L'estremismo islamico e la sicurezza nazionale».


«Dal 7 gennaio 2015 ad oggi in Europa, 500 milioni di abitanti, sono morte per mano terroristica circa 370 persone. In Italia ogni anno, 60 milioni di persone, 3400 muoiono sulle strade. Non abbiamo rinunciato ad andare in auto o ad attraversare la strada, - ha detto Gabrielli - abbiamo accettato il rischio che la libertà di movimento era un bene talmente superiore rispetto al rischio che qualcuno magari tenesse comportamenti non propriamente corretti». «Questa credo debba essere la modalità culturale con cui dobbiamo affrontare anche il tema del terrorismo» ha detto Gabrielli, ritenendo che «in ballo c'è la civile convivenza, la possibilità di riconoscere in uno Stato profondamente laico l’agibilità di ogni religione». "Io sono dell’idea - ha aggiunto - che i presepi si devono fare e i crocifissi si devono esporre e quindi questo multiculturalismo per cui dovremmo venire meno al nostro essere cristiani, non va bene, la modalità del proprio essere è la precondizione dell’accoglienza. Si è tanto più accoglienti quanto si è più forti nei propri convincimenti e nella propria identità». Sotto il profilo investigativo, Gabrielli ha evidenziato che «oggi il nostro Paese ha un comitato di analisi strategica che funziona. Io credo che ci siano molti fattori che hanno consentito fino ad oggi che qui non ci siano stati attentati: la tipologia del nostro fenomeno migratorio, la presenza sul territorio di comunità radicate, la posizione geopolitica dell’Italia, ma anche organi di Polizia e servizi di intelligence che si sono affinati, magistrati che sulla loro pelle si sono costruiti una professionalità e garantiscono al nostro Paese una cornice di sicurezza».

PAROLE ANCHE SULLA MAFIA - «Fenomeni così 'incistati' nei tessuti non possono essere debellati nel giro di poco tempo. L'importante è che ci sia una presa di coscienza dei fenomeni che esistono e che hanno dimensioni importanti e che quella che è stata nel passato una colpevole o incolpevole sottovalutazione non abbia più a ripetersi». Lo ha detto il prefetto Franco Gabrielli, a margine del convegno nella Prefettura di Bari su "L'estremismo islamico e la sicurezza nazionale», rispondendo alla domanda dei cronisti sulla mafia pugliese.
«Storicamente la Puglia si è distinta da altre realtà del Paese - ha detto Gabrielli - per una certa vitalità, imprenditoriale e della sua società civile: una realtà, però, in cui ci sono stati fenomeni nel tempo un po' sottovalutati e che invece hanno rappresentato e rappresentano una grande minaccia. Basti pensare a tutto quello che è il contesto foggiano, anche se negli ultimi anni lo sforzo dello Stato è stato importante, abbiamo creato strutture e abbiamo investito in termini di risorse».
«Il tema della criminalità organizzata - ha aggiunto il capo della Polizia - non riguarda però solo il Sud, riguarda tutto il Paese, tutto il Continente. Tutti i dati sono concordi nel sottolineare la pervasività di questi fenomeni criminali anche con modalità nuove, con strumenti nuovi e con un antico obiettivo: conseguire illecitamente un profitto».
Sulla tendenza dei clan a reclutare manovalanza sempre più giovane, il prefetto ha detto che «in alcuni territori del Sud c'è poi un tema di altro genere e cioè il fatto che troppo spesso, mancando possibilità di sbocchi occupazionali leciti, essendo ancora pervasiva la presenza delle organizzazioni sul territorio, si registrano fatti come quelli registrati dal rapporto semestrale della Dia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie