Sabato 24 Ottobre 2020 | 08:50

NEWS DALLA SEZIONE

La denuncia
Terlizzi, scempio a Pozzo Lioy: scarico abusivo di asfalto e rifiuti

Terlizzi, scempio a Pozzo Lioy: scarico abusivo di asfalto e rifiuti

 
La decisione
Coronavirus a Giovinazzo, il sindaco chiude villa comunale e parco

Coronavirus a Giovinazzo, il sindaco chiude villa comunale e parco

 
l'OPERAZIONE
Bonifica nel porto di Molfetta: recuperati ultimi 9 ordigni

Bonifica nel porto di Molfetta: recuperati ultimi 9 ordigni

 
L'evento
World Press Photo a Bari, sabato apertura straordinaria fino a mezzanotte

World Press Photo a Bari, sabato apertura straordinaria fino a mezzanotte

 
Le dichiarazioni
Bari, rogo distrugge ex ristorante a Palese, Avviso Pubblico: «È intimidazione»

Bari, rogo distrugge ex ristorante a Palese, Avviso Pubblico: «È intimidazione»

 
La decisione
Bari, causa Covid 1 e 2 novembre al cimitero si accederà col contapersone

Bari, causa Covid 1 e 2 novembre al cimitero si accederà col contapersone

 
La decisione
Bari, Consiglio nazionale giornalisti conferma radiazione di (ex) pubblicista

Bari, Consiglio nazionale giornalisti conferma radiazione di (ex) pubblicista

 
intervento tempestivo
Bari, molestie sul treno a 17enne: denunciato 32enne dalla Polfer

Bari, molestie sul treno a 17enne: denunciato 32enne dalla Polfer

 
La sentenza
Bari, lui 19enne fa sesso con una 13enne consenziente: per la legge è reato, ma il tribunale lo assolve

Bari, lui 19enne fa sesso con una 13enne consenziente: per la legge è reato, ma il tribunale lo assolve

 
Emergenza contagi
Operatori 118 positivi al Covid, chiuse postazioni di Adelfia e Palo del Colle

Operatori 118 positivi al Covid, chiuse postazioni di Adelfia e Palo del Colle

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, polemica tra Ghirelli e De Laurentiis: «Lega Pro chiede responsabilità»

Bari calcio, polemica tra Ghirelli e De Laurentiis: «Lega Pro chiede responsabilità»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'omicidio
Lecce, fidanzati uccisi: la verità nel diario del killer in un romanzo dal titolo «Vendetta»

Lecce, fidanzati uccisi: la verità nel diario del killer e in un romanzo dal titolo «Vendetta»

 
BariLa denuncia
Terlizzi, scempio a Pozzo Lioy: scarico abusivo di asfalto e rifiuti

Terlizzi, scempio a Pozzo Lioy: scarico abusivo di asfalto e rifiuti

 
HomeL'inchiesta
Tensione Atene-Ankara, la Puglia rischia

Tensione Atene-Ankara, la Puglia rischia

 
FoggiaIl caso
Foggia, picchiò donna che lo invitò a mettere la mascherina: condannato

Foggia, picchiò donna che lo invitò a mettere la mascherina: condannato

 
BatL'evento
DigithOn, Boccia: «Digitale e Stato insieme contro il virus»

DigithOn, Boccia: «Digitale e Stato insieme contro il virus»

 
PotenzaIn Basilicata
Petrolio, Total: «A Tempa Rossa produzione a 45mila barili»

Petrolio, Total: «A Tempa Rossa produzione a 45mila barili»

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, in campagna nascondevano armi, droga e auto rubata: tre in manette

Mesagne, in campagna nascondevano armi, droga e auto rubata: tre in manette

 
MateraControlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 

i più letti

Malanga

«Il re dei bar zittiva i creditori del club»

Il gip nell'ordinanza che ha portato all'arresto dell'ex presidente Giancaspro

Bari calcio, faro dei pm sul «re» dei bar: era l'uomo di Giancaspro

Il re dei bar

Per mettere a tacere uno dei creditori della FC Bari 1908, Giancaspro «si era servito di un soggetto appartenente alla malavita per bloccare un decreto ingiuntivo». È uno dei particolari contenuti negli atti dell’indagine sul crac Finpower che ha portato oggi all’arresto dell’ex patron del Bari Calcio, Cosmo Antonio Giancaspro. Secondo gli inquirenti tale soggetto, Orlando Malanga, stando al racconto del creditore sentito durante le indagini, sarebbe il «gestore occulto» dei bar dello Stadio San Nicola, «gravato da numerosi precedenti penali, legato ad ambienti della criminalità organizzata barese, elemento di raccordo tra Giancaspro e la tifoseria del Bari Calcio».

MALANGA IN CAMPO AL SAN NICOLA ( a sinistra nella foto)

Secondo il giudice, che riporta le valutazione del pm, non vi sono a carico di Malanga elementi tali da potergli contestare l'estorsione, perché il creditore ha escluso di aver ricevuto minacce e ha riferito agli inquirenti di aver rinunciato all’esecuzione del decreto ingiuntivo in cambio di una transazione «senza certezze e in parte non onerata dal debitore», annota il giudice.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie