Lunedì 25 Marzo 2019 | 12:34

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeL'inchiesta
La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

 
BariVandali all'opera
Monopoli scritte su un muro a Porto Bianco, il sindaco: «Incivili»

Monopoli scritte su un muro a Porto Bianco, il sindaco: «Incivili»

 
MateraIl caso
Matera, vaporizzate le richieste per acquisire Ferrosud

Matera, vaporizzate le richieste per acquisire Ferrosud

 
TarantoIl regolamento
Taranto, «Le auto dentro il cimitero? Devono esserci più controlli»

Taranto, «Le auto dentro il cimitero? Devono esserci più controlli»

 
LecceA Casarano
Lecce, al Liceo Vannini sbarca la robotica: ecco la scuola del futuro

Lecce, al Liceo Vannini sbarca la robotica: ecco la scuola del futuro

 
PotenzaI risultati
Regionali Basilicata, M5s primo partito con il 20%, a seguire la Lega, Pd all'8%

Regionali Basilicata, M5s primo partito con il 20%, a seguire la Lega, Pd all'8%

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 
BatLa denuncia
Emergenza cinghiali nelle campagne della Bat

Emergenza cinghiali nelle campagne della Bat

 

La Polizia: era diventato un idolo

«Stava diventando un idolo, con apprezzamenti espressi anche su Facebook, e questo ha complicato l'indagine perchè ha avuto una rete di protezione locale non solo di pregiudicati ma anche di insospettabili, come Stefano Renna, il gestore del bar Bar8 di Trepuzzi, che lo ospitava».

Lo ha dichiarato Sabrina Manzone, dirigente della Squadra mobile di Lecce, riferendosi alla cattura, da parte della polizia di Stato e di agenti della polizia penitenziaria, dell’ergastolano Fabio Perrone. L’uomo, contrariamente a quanto si era saputo in un primo momento, non era a casa di parenti quando è stato preso.


«E' stata una indagine complessa - ha aggiunto Manzone - coordinata in modo egregio dall’autorità giudiziaria che ci ha visto impegnati per due mesi 24 ore su 24. L’attività d’indagine, supportata da intercettazioni, ci faceva credere che Perrone non avesse mai lasciato Trepuzzi e le zone limitrofe. Si spostava continuamente tra Trepuzzi e Casalabate, cambiando ogni due giorni casa. Nel covo in cui è stato catturato era arrivato appena da un giorno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Giornate Fai di Primavera: ecco i luoghi più belli aperti in Basilicata e Puglia

Giornate Fai di Primavera: ecco i luoghi più belli aperti in Basilicata e Puglia

 
Taranto, addio ad Annapia diventata famosa con la frase «Quanda mineral»

Taranto, addio ad Annapia diventata famosa con la frase «Quanda mineral»

 
Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

 
Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

 
Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

 
Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

 
Emiliano a manifestazione Libera: «Lottiamo con i ragazzi»

Marcia Libera, Emiliano a Brindisi «Approvata legge pugliese sulla legalità» VD

 
Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

 
Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»

Matera, protesta lavoratori all'azienda sanitaria locale: «Giù le mani dai nostri soldi»