Domenica 26 Giugno 2022 | 01:58

In Puglia e Basilicata

ambiente violato

Trani, accessi al mare, ville e belvedere abusivi: sequestri e denunce

In sei nei guai. Le opere sarebbero state realizzate senza permessi o in difformità da quelli rilasciati. Una zona demaniale trasformata in terrazza

26 Maggio 2022

Redazione online

TRANI - Accessi al mare privati, villa, trulli e persino un belvedere costruiti abusivamente in aree demaniali. Guardia di finanza e Capitaneria di porto hanno sequestrato, su disposizione del tribunale di Trani,una serie di manufatti  nel tratto costiero a nord di Trani.

Le indagini sono partite a ottobre del 2021 grazie ad alcune segnalazioni e avrebbero accertare numerose irregolarità perpetrate, a vario titolo, da sei persone nella realizzazione di manufatti, locali e pertinenze in area demaniale in totale assenza di autorizzazioni da parte delle Autorità competenti o, in alcuni casi, in difformità da quelle ottenute.

Sopralluoghi ed accertamenti eseguiti sul posto, anche attraverso una consulenza tecnica, avrebbero confermato i presunti abusi. Nel particolare, l’attività ha interessato la rilevazione di una serie di accessi privati al mare realizzati sul demanio marittimo, corredati da scalinate in calcestruzzo poste direttamente sulla falesia, con alterazione della conformazione naturale di quest’ultima e di grande
impatto ambientale.

Le opere, costituivano accesso diretto ed esclusivo al mare, tale da rendere privatistico l’uso dell’arenile pubblico sottostante. In un caso è stata accertata addirittura l’inclusione di un’intera particella demaniale nella proprietà privata, poi destinata a terrazza/belvedere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725