Domenica 19 Settembre 2021 | 11:34

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il video

Bari, ecco «Mica Scemo» il primo spot in Italia che racconta l'autismo

Il progetto diretto da Antonio Palumbo, ha come protagonista l'attore Mingo De Pasquale, è stato presentato al Cineporto

BARI - Uno spot e un film per raccontare l’autismo: si chiama "Mica Scemo", la pellicola diretta da Antonio Palumbo e interpretata da Mingo De Pasquale, che per la prima volta in Italia diventerà un film commedia incentrato sul personaggio di Pin, già protagonista dello spot. Il progetto è stato presentato oggi al Cineporto di Bari (Fiera del Levante) dall’associazione “Vinci con Noi”, da anni al lavoro con persone affette da autismo. Alla cerimonia con l'attore Mingo era presente anche il sindaco Antonio Decaro.

L’associazione “Vinci con Noi” progetta e realizza percorsi ludico-sportivi nel nuoto, nel calcio e nella danza per persone con diagnosi di autismo o di disabilità intellettivo-relazionale dai 3 ai 40 anni. Nel corso della conferenza stampa sono state illustrate le attività di “Vinci con  Noi” e i successivi  step del progetto: un lungometraggio, un brain trust per individuare criteri e modalità per la stesura di un disegno di legge in materia di inclusione sociale delle persone autistiche, infine, la realizzazione di un centro polifunzionale in Puglia per persone “dimenticate” da tutti.

Mingo De Pasquale, interprete di Pin racconta così il progetto: «Il mio lavoro con l’associazione Vinci con noi è durato un anno e mezzo; un tempo in cui ho osservato, frequentato, conosciuto e amato questo mondo dell’autismo grazie alla vice-presidentessa Stefania D’Elia. Il mio occhio artistico prevaricava qualunque cosa e mi ritrovavo a casa a rifare quei gesti, quelle piccole ma tanto intense azioni tipiche degli autistici e di lì poi è nata l’idea di portare avanti insieme all’associazione un progetto cinematografico in favore degli autistici adulti. E poi ho coinvolto il mio amico regista Antonio Palumbo che ha sposato il progetto con grande entusiasmo. All’inizio ero spaventato; si sa, ciò che non si conosce allontana, ed è per questo che invece ho deciso di usare il sorriso, perché il sorriso avvicina e unisce e quello degli autistici è un meraviglioso mondo tutto da scoprire».

Stefania D’Elia, vicepresidente di Vinci con Noi sottolinea: «ho la convinzione che se la sofferenza ci inaridisce e ci rattrista, allora l’abbiamo sprecata perché le ferite dell’anima possono aprirci alla parte migliore di noi. Credo fortemente che la nostra comunità abbia l’intelligenza e i valori giusti per realizzare le pari opportunità per tutti, che quello che serve è conoscere per creare reti e sinergie. Il progetto Mica scemo è molto ambizioso, ma non per questo irrealizzabile».

LE PAROLE DEL REGISTA - «Mingo De Pasquale mi aveva parlato del personaggio di Pin all'inizio dell'estate scorsa - racconta Antonio Palumbo - e mi aveva chiesto di aiutarlo a sviluppare il soggetto per un film che ricordasse le atmosfere di Quasi Amici di Nakache e Toledano. E' un personaggio che Mingo aveva molto a cuore e, in attesa di trovare degli interlocutori che potessero essere interessati ad aiutarci a sviluppare il progetto, ha continuato a studiare e perfezionare  le movenze di Pin. Un giorno mi chiama dicendomi che un'amica, Stefania D'Elia a capo dell’associazione Vinci con Noi che si occupa di integrazione e sensibilizzazione verso l'autismo tramite lo sport, aveva intenzione di promuovere la loro attività tramite un video emozionale che avesse come protagonista proprio Pin. Così, insieme a Gabriele Martinetto, scrittore e autore televisivo, abbiamo buttato giù la sceneggiatura di un video che potesse essere nello stesso tempo un video promozionale dell'associazione e un teaser di lancio del personaggio di Pin in funzione di un lungometraggio. Grazie all'aiuto di Andrea Ferrante di Film Found Family, in mezza giornata, abbiamo girato il video che poi ho montato presso il mio studio a Roma».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie