Venerdì 18 Giugno 2021 | 10:19

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Bari, alberi tagliati a Villa Bonomo: polemiche

Bari, alberi tagliati in via Amendola: polemiche

 
Televisione
Matera, Imma Tataranni è tornata

Matera, Imma Tataranni è tornata

 
Incendio
Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

 
Il sit in
Foggia, manifestazione in piazzale Italia contro i caccia di Amendola

Foggia, manifestazione in piazzale Italia contro i caccia di Amendola

 
Il video
L'ambasciatore israeliano Dror Eydar in visita alla Gazzetta

L'ambasciatore israeliano Dror Eydar in visita alla Gazzetta

 
Tecnologia
Bari, il robot Arachne consacra il liceo Scacchi squadra «olimpica»

Bari, il robot Arachne consacra il liceo Scacchi squadra «olimpica»

 
La curiosità
Euro 2020, i gol di Insigne e Immobile e quella dedica a Lino Banfi

Euro 2020, i gol di Insigne e Immobile e quella dedica a Lino Banfi

 
Nel Brindisino
Torre S.Susanna, estorcono denaro a un 13enne per due anni: arrestati

Torre S.Susanna, estorcono denaro a un 13enne per due anni: arrestati

 
Nel Foggiano
Cerignola, inaugurato bene confiscato a mafia intitolato a Michele Cianci, vittima innocente

Cerignola, inaugurato bene confiscato a mafia intitolato a Michele Cianci, vittima innocente

 
L'incidente
Monopoli, neopatentato ubriaco non si ferma allo stop: l'impatto diffuso dalla Polizia

Monopoli, neopatentato ubriaco non si ferma allo stop: l'impatto diffuso dalla Polizia

 
Il video
Il consigliere Gianfranco Lopane in visita alla Gazzetta

Il consigliere Gianfranco Lopane in visita alla Gazzetta

 

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

NewsweekDiritti
Bari si mobilita per la Giornata mondiale del Rifugiato

Bari si mobilita per la Giornata mondiale del Rifugiato

 
LecceFormazione
UniSalento, Ingegneria Civile torna a respirare in cantiere

UniSalento, Ingegneria Civile torna a respirare in cantiere

 
BrindisiIl fatto
Brindisi, Altri 4 indagati per il 13enne costretto a prelevare forti somme dal bancomat

Brindisi, altri 4 indagati per il 13enne costretto a prelevare forti somme dal bancomat

 
Foggiacovid 19
Foggia, vaccini: è stato il giorno dei ragazzi

Foggia, vaccini: è stato il giorno dei ragazzi

 
Tarantola vicenda giudiziaria
Taranto, Operaio morto al fiume Tara in 8 finiscono sotto inchiesta

Taranto, Operaio morto al fiume Tara in 8 finiscono sotto inchiesta

 

i più letti

Lama Monachile

Polignano: la furia della pioggia nel canale delle luminarie

Un torrente d'acqua dopo il maltempo passa pericolosamente vicino alle installazioni luminose

È solo di ieri l'allarme dei geologi, non d'accordo con l’installazione del percorso di luminarie piazzato per le feste natalizie sul fondo del canale alluvionale (lama) Monachile a Polignano, un esempio di come si possa continuare a sottovalutare il rischio per le persone generato da fenomeni meteorologici tanto inattesi quanto avversi. Nei giorni di pioggia, come si vede nel video, il canale dove sono installate le luminarie si allaga, trascinando tutto con sé.

Le luminarie che caratterizzano la città in questi giorni sono al centro della segnalazione-denuncia degli esperti di Sigea (Società italiana di geologia e ambiente). «L’installazione di un percorso di luminarie nell’alveo della “Lama Monachile” - scrive nella denuncia il presidente nazionale, Antonello Fiore - dove è accertata un’alta pericolosità idraulica, mette in pericolo le persone che, stimolate dalla curiosità, possono recarsi direttamente nell’alveo della lama. In occasione di piene generate da piogge copiose, anche non necessariamente in corrispondenza della foce ma nell’ambito del bacino imbrifero, si possono generare deflussi idrici con energia tale da mobilitare fango, detriti e tutto ciò incontrano lungo il percorso verso il mare. Fenomeno questo non nuovo proprio nella lama oggetto delle decorazioni luminose come quella del non lontano settembre del 2006».

«Allestire con luminarie un luogo riconosciuto dalle Autorità preposte come idraulicamente pericoloso e nel periodo più piovoso dell’anno - spiega ancora Fiore - annulla il faticoso lavoro che le associazioni di protezione ambientale, gli ordini professionali, gli organi di stampa e le istituzioni scolastiche stanno facendo nel nostro Paese nel promuovere la previsione e prevenzione dei rischi geologici per ridurre il numero delle vittime del dissesto geo-idrologico».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlodeluca47

    26 Novembre 2018 - 11:35

    da polignanese posso dire che da anni denuncio i pericoli esistenti a Polignano, ma mai che siano stati ascoltati i miei suggerimenti

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie