Lunedì 15 Ottobre 2018 | 20:48

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Bari calcio

De Laurentiis, tiepida accoglienza «I tifosi? Ci sono due categorie»

Il nuovo patron del Bari si presenta: rispetto tutti i tifosi, non solo quelli organizzati. Il Bari? Non sarà un'appendice del Napoli. Frecciatine contro Lotito e le altre cordate

BARI - «Non posso fare una commistione fra il Napoli e il Bari»: Aurelio De Laurentiis, che questa mattina ha ricevuto dal titolo calcistico biancorosso dal sindaco Antonio Decaro, ha le idee molto chiare sul modo in cui porterà avanti la squadra, che sarà guidata dal figlio Luigi, notoriamente lontano dal mondo del calcio. Il patron del Napoli, oggi nel capoluogo pugliese per incontrare il sindaco e la stampa, ha anche espresso il suo parere sui tifosi, oggi «divisi in due categorie: tifosi da stadio reale e da stadio virtuale, quello del web e delle televisioni. Dobbiamo essere vicini agli uni e agli altri, cercare anche di rendere più vivibile lo stadio reale alle famiglie, senza speculare. Oggi i biglietti delle partite costano troppo».

E a proposito di tifosi, tiepida è stata l'accoglienza di De Laurentiis da parte dei biancorossi. Durante la conferenza stampa, in sala erano presenti solo quattro o cinque rappresentanti delle tifoserie organizzate. All'uscita dal Comune, invece, l'imprenditore è stato accolto dagli applausi di una trentina di sostenitori, ma senza eccessivo clamore. Frecciatina, infine, da parte di De Laurentiis, per le altre cordate che avevano lanciato le loro proposte per l'acquisto del Bari: «Non so quante ci avrebbero messo la faccia in prima persona. Noi ci metteremo tutta la nostra cultura acquisita, daremo il massimo, sempre svincolati dal progetto Napoli. Sono due mondi diversi».

Sulla nostra pagina Facebook la versione integrale della conferenza stampa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 
Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni contrastanti

Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni diverse. «Agenti circondati»

 
Intitolazione caserma a Marzulli, Decaro: «Lui era davvero un galantuomo»

Squillo di tromba e commozione
per la caserma dedicata a Marzulli

 
Anas, completato il murales su ponte Salento

Murales su cavalcavia in Salento
Non è vandalismo ma street art

 

GDM.TV

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 
Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

Getta sacco rifiuti in strada, assessore Ambiente glielo restituisce

 
Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

Le Cesine, sequestrati 3 quintali di marijuana e hashish: 2 arresti

 
Bari, troppi tagli a scuola: ecco il raduno degli studenti in sciopero

Bari, troppi tagli a scuola?
E gli studenti scioperano

 
Le acque rosse vicino le salineSequestro choc a Margherita di Savoia

Le acque rosse vicino le saline
Sequestro choc a Margherita di Savoia

 
Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni contrastanti

Arresto gambiano a Foggia: i video e le versioni diverse. «Agenti circondati»

 
Intitolazione caserma a Marzulli, Decaro: «Lui era davvero un galantuomo»

Squillo di tromba e commozione
per la caserma dedicata a Marzulli

 

PHOTONEWS