Mercoledì 21 Novembre 2018 | 11:25

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Taranto, sindaco Melucci ritira le dimissioni

Taranto, il sindaco Melucci ci ripensa e ritira le dimissioni

 
Violenza su minorenni
Taranto, istruttore abusava delle sue giovani allieve in palestra: arrestato

Taranto, istruttore abusava delle sue giovani allieve in palestra: arrestato

 
Taranto
Ex Ilva, Genitori Tarantini contro Di Maio: lei ci ha tradito

Ex Ilva, Genitori Tarantini contro Di Maio: lei ci ha tradito

 
I funerali del 19enne
Calciatore suicida, l'allenatore del Martina: vuoto incolmabile

Calciatore suicida, l'allenatore del Martina: vuoto incolmabile

 
Dopo le dimissioni
Taranto, crisi in Comune: Melucci resta fermo a 17

Taranto, crisi in Comune: Melucci resta fermo a 17

 
La scoperta
Taranto, nascondeva moto rubate nel suo garage: arrestato 42enne

Taranto, nascondeva moto rubate nel suo garage: arrestato 42enne

 
Il caso
Taranto, accoglienza migranti: la Procura accende i fari

Taranto, accoglienza migranti: la Procura accende i fari

 
Promozione
Calcio, si impicca calciatore 19enne del Martina: rinviata partita con Barletta

Calcio, si impicca calciatore 19enne del Martina: rinviata partita col Barletta

 
L'indagine
Taranto, furti in casa: arrestato un georgiano

Taranto, furti in casa: arrestato un georgiano

 
La polemica
Rifiuti leccesi dirottati nel Tarantino per lo smaltimento

Rifiuti leccesi dirottati nel Tarantino per lo smaltimento

 
A Taranto
Ex Ilva: black out ferma 3 altoforni. ArcelorMittal: «No danni ambientali»

Ex Ilva: black out ferma 3 altoforni. ArcelorMittal: «No danni ambientali»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

a manduria

Rondoni, grillai, gheppi, civette
in libertà nelle Riserve Naturali

falco liberato

MANDURIA - Rondoni, grillai, gheppi, assioli e civette in libertà nelle Riserve Naturali del Litorale Tarantino Orientale dopo essere stati in cura presso il Centro di Recupero dell’Osservatorio Faunistico Regionale. È la prima liberazione di fauna selvatica nelle Riserve nell’ambito del servizio affidato dalla Provincia di Taranto per l’accoglienza, il primo soccorso, la liberazione e il trasferimento della fauna selvatica ferita o in difficoltà al Centro di Recupero dell’Osservatorio Faunistico Regionale. Liberazione organizzata dallo staff delle Riserve, in collaborazione con l’ambulatorio San Francesco. Tanti curiosi turisti si sono ritrovati presso l’area protetta “Bosco Cuturi” per seguire la liberazione di alcuni animali precedentemente recuperati in zona e curati.
Il supporto logistico è stato garantito dall’Arif Puglia, dal Nucleo Guardie Ambientali di Avetrana e dalla Protezione Civile Era di Manduria. Solo nel primo mese di attività, presso la struttura operativa della Masseria Marina - Casa del Parco, sono stati consegnati numerosi esemplari in difficoltà, tra cui rondoni, grillai, gheppi, assioli e civette.
«Il ritrovamento di un selvatico in difficoltà va comunicato alla polizia locale, che provvede a consegnarlo alle cure dell’ambulatorio veterinario S. Francesco, il quale, una volta accolto e schedato, presta gli interventi di primo livello e di primo soccorso che si rendono necessari per il superamento della fase critica» rende noto il direttore delle Riserve, Alessandro Mariggiò. «In seguito si instaura la terapia più opportuna e viene emessa la prognosi che può comprendere la reimmissione in natura o, in caso di necessità di riabilitazione, il trasporto presso il Centro Regionale di Bitetto». [N.Per.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400