Sabato 31 Luglio 2021 | 04:44

NEWS DALLA SEZIONE

mobilità
Fal, chiusa dal 2 agosto la linea Potenza Inferiore - Santa Maria

Fal, chiusa dal 2 agosto la linea Potenza Inferiore - Santa Maria

 
Dati aggiornati
Basilicata, Covid: 37 positivi su 892 tamponi esaminati

Basilicata, Covid: 37 positivi su 892 tamponi esaminati

 
Domiciliari
Potenza, vuole pascoli solo per sé e perseguita gli altri pastori: arrestato

Potenza, vuole pascoli solo per sé e perseguita gli altri pastori: arrestato

 
Sei guarigioni
Basilicata, effettuate 4.861 vaccinazioni

Basilicata, effettuate 4.861 vaccinazioni

 
l'emergenza
Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

 
Il bollettino
Basilicata, Covid: 27 nuovi positivi su 586 tamponi

Basilicata, Covid: 27 nuovi positivi su 586 tamponi

 
Basilicata, Covid: in 7 giorni casi su dell'82,4%

Basilicata, Covid: in 7 giorni casi su dell'82,4%

 
Radioterapia di seconda mano
Potenza, venduto prodotto usato: sequestro di 529 mila euro

Potenza, venduto prodotto usato: sequestro di 529 mila euro

 
A Brindisi di Montagna
Ubriaco, minaccia e tenta di aggredire Carabinieri: arrestato nel Potentino

Ubriaco, minaccia e tenta di aggredire Carabinieri: arrestato nel Potentino

 
Salute
Al San Carlo di Potenza due prelievi di organo: espiantati reni, fegato e cuore

Al San Carlo di Potenza due prelievi di organo: espiantati reni, fegato e cuore

 
La novità
Potenza, Bardi: «Da noi una Zona economica speciale di nuova generazione 4.0»

Potenza, Bardi: «Da noi una Zona economica speciale di nuova generazione 4.0»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccel'episodio
Con mal di denti, aggredisce sanitari che non tolgono molare

Con mal di denti, aggredisce sanitari che non tolgono molare

 
Barisangue sulle strade
Incidente mortale sulla statale 96

Incidente mortale sulla statale 96

 
Foggiale indagini
Rapine a Foggia, due fratelli a domiciliari e terzo in cella

Rapine a Foggia, due fratelli a domiciliari e terzo in cella

 
Potenzamobilità
Fal, chiusa dal 2 agosto la linea Potenza Inferiore - Santa Maria

Fal, chiusa dal 2 agosto la linea Potenza Inferiore - Santa Maria

 
PotenzaDati aggiornati
Basilicata, Covid: 37 positivi su 892 tamponi esaminati

Basilicata, Covid: 37 positivi su 892 tamponi esaminati

 
BrindisiVertice in Prefettura
Brindisi, vigneti danneggiati a Cellino San Marco: controlli da intensificare

Brindisi, vigneti danneggiati a Cellino San Marco: controlli da intensificare

 
TarantoAllarme
Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare

Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare - RITROVATO

 
Batcontrolli sul litorale
Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

 

i più letti

L'intervista

Potenza, l’incubo Covid ci cambia la testa

Parla la lucana Liliana Dell’Osso, direttore della clinica psichiatrica dell’Università di Pisa

Potenza, l’incubo Covid ci cambia la testa

Potenza - L’ultimo (in ordine di tempo) grido d’allarme è venuto dalla terza  Conferenza nazionale del Coordinamento dei Direttori dei Dipartimenti di Salute Mentale (Dsm): servono interventi urgenti per le persone più fragili, minori, anziani e disabili che vivono il disagio mentale. L’Iss (Istituto Superiore di Sanità) parla di disturbi d'ansia, sonno, irritabilità, regressione tra gli effetti psicologici più diffusi causati dalla pandemia da Covid sulla salute mentale di bambini e adolescenti.

Secondo una ricerca dell'Università di Harvard, realizzata a marzo e aprile scorso su un campione di 3.453 individui (per l'Italia hanno partecipato l'ospedale pediatrico Gaslini e l'università di Genova) è emerso, per quel che riguarda le famiglie italiane con figli minorenni, che nel 65% dei bambini sotto i 6 anni e nel 71% sopra i 6 anni ci sono stati problemi comportamentali e sintomi di regressione. Sotto i 6 anni i disturbi più frequenti sono stati l'aumento dell'irritabilità, disturbi del sonno e d'ansia (inquietudine, ansia da separazione), mentre tra i 6 e 18 anni sono prevalsi disturbi d'ansia, sensazione di mancanza d'aria e del sonno.

La psichiatra lucana (di Bernalda)  Liliana Dell’Osso, direttore della clinica psichiatrica dell’Università di Pisa, Presidente del Collegio dei Professori Ordinari di Psichiatria, l’unica lucana fra le «Top Italian Women Scientists», si misura quotidianamente a Pisa su queste problematiche. Da lei la conferma che è in aumento la richiesta di aiuto anche da persone del Sud, della Puglia e della Basilicata che si rivolgono alla Clinica Psichiatrica dell’Università di Pisa. «Quando pensiamo agli effetti della pandemia, la nostra mente generalmente – dice la prof. Dell’Osso - corre alla questione della morbilità e mortalità dovuta agli effetti del virus, ma la realtà è molto più complessa. Le conseguenze sulla salute psichica sono altrettanto devastanti e così quelle che coinvolgono l’assetto sociale».

Che cosa sta accadendo che ancora non riusciamo a percepire?
«Il mondo delle relazioni per come lo conosciamo è stato spazzato via, e non sappiamo se torneremo ad uno stato di normalità pre-pandemico o dovremo semplicemente abituarci ad una nuova normalità. E come sempre accade in questi casi, non tutti ne abbiamo fatto le spese allo stesso modo».

In che senso?
«Mentre per alcuni, già in una situazione lavorativa ed affettiva stabile, le conseguenze sono state relativamente ammortizzate, per altri l’emergenza ha provocato un drammatico precipitare di una realtà già difficile. Il pensiero corre alle donne vittime di violenza, che si sono trovate a dover trascorrere mesi tra le mura domestiche senza possibilità di una via di fuga dal loro inferno quotidiano. Il problema della mancata denuncia in Italia è particolarmente sentito, specialmente in alcune realtà dove il divorzio è oggetto di vergogna e pregiudizio e il lavoro al femminile è ancora scoraggiato, facendo sì che le donne si trovino a temere le conseguenze di una separazione che potrebbe lasciarle senza la possibilità di provvedere a se stesse in modo autonomo».

E i giovani come stanno reagendo?
«È sicuramente una delle categorie di persone su cui le conseguenze sociali della pandemia hanno pesato in modo drammatico. In primo luogo i giovanissimi, in età scolare, a cui è stata preclusa in molti casi una formazione adeguata a causa delle falle, specie nel primo periodo, della didattica a distanza, così come è stato precluso lo sviluppo di una rete sociale adeguata con i propri coetanei, in un momento così critico per la vita di relazione come l’età dello sviluppo».

Per le generazioni più avanti d’età quali sono le problematiche maggiori?
«Per quanto riguarda i giovani adulti, che si affacciavano ad una realtà lavorativa, oppure che si trovavano agli inizi della loro carriera, l’emergenza sanitaria ha causato un tracollo da cui molti difficilmente si rialzeranno. La crisi del mercato lavorativo in Italia era drammatica già in era pre-pandemica, tendendo a colpire anche in questo caso lo stivale in modo disuniforme e scoraggia molti a mettersi in gioco. Adesso molti altri settori sono andati in crisi, pensiamo al turismo e alla ristorazione, ma non soltanto. In molti hanno perso il lavoro e il precariato così gravemente diffuso tra i giovani non ha permesso che venissero messe in atto protezioni adeguate».

Qual è la sua “lettura” dall’Osservatorio di Pisa?
«Per quanto riguarda la salute psichica, è chiaro come la congiuntura economica negativa, in aggiunta al senso di isolamento e calamità, possa far precipitare condizioni di vulnerabilità, o causare ricadute e peggioramenti in persone che già soffrivano di disturbi psichici. Guardando al futuro, è fondamentale che le prospettive offerte puntino al potenziamento e al rilancio: la prospettiva di un peggioramento, la sensazione di perdita di speranza e di aspettative future costituisce infatti e un fattore di rischio ulteriore nei confronti della patologia psichica e dei suoi esiti più infausti.

Di qui la richiesta al Ministro alla Salute Speranza. 
«Chiediamo un incontro urgente con il Ministro per presentare i contenuti delle nostre proposte e la bozza di una proposta costitutiva di nuove Linee di Indirizzo per il rilancio della salute mentale - il Progetto Obiettivo Tutela della Salute Mentale 2021-2030 – dichiarano  Massimo di Giannantonio  ed  Enrico Zanalda,  co-presidenti della Società Italiana di Psichiatria (Sip), e fondatori del Coordinamento Nazionale dei Dipartimenti di Salute Mentale Italiani – vorremmo far sentire la nostra voce come servizi che trattano i concreti problemi della salute mentale, e contribuire in questo momento delicato a portare avanti progetti con una più forte adesione alle evidenze scientifiche, tralasciando ideologie antiche su battaglie che oggi non hanno più alcuna utilità, anche in considerazione degli eventi pandemici – rimarcano di Giannantonio e Zanalda - Riteniamo che le nostre proposte possano essere accolte dal Ministero, nella prospettiva di implementazione e modernizzazione del sistema della salute mentale, proprio arricchendo le iniziative già intraprese in sede ministeriale e dal Tavolo tecnico della salute mentale, con un focus su innovazione, integrazione e risorse». 

In questo senso, ribadiscono gli psichiatri, è necessario ridefinire la quota di spesa per i Dsm, ferma da oltre 20 anni al 3,5% del Fondo Sanitario Regionale con poco più di 4 miliardi di euro, per aumentare i servizi e coprire le richieste crescenti dei cittadini in ogni fascia d’età. Individuare standard uniformi qualitativi, tecnologici e organizzativi della rete dei centri di salute mentale, nella gamma dei servizi offerti, per garantire alle persone omogeneità di cure su tutto il territorio dalla fase acuta a quella riabilitativa e di mantenimento. Si fa più forte la necessità di sopperire alla carenza di specialisti con nuove dotazioni di personale per tutte le tipologie e le strutture soprattutto al Sud.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie