Domenica 18 Novembre 2018 | 00:46

NEWS DALLA SEZIONE

Il riconoscimento
Premio Palmenti a Pafundi, da Pietragalla al Manchester City

Premio Palmenti a Pafundi, da Pietragalla al Manchester City

 
Furto andato male
Fiumicino, coppia di Potenza ruba borsa con 2kg d'oro e 3mila euro, rintracciati

Fiumicino, coppia di Potenza ruba borsa con 2kg d'oro e 3mila euro, rintracciati

 
Sanità
Potenza, stop dialisi fino a gennaioScoppia il caso dei tetti di spesa

Potenza, stop dialisi fino a gennaio
Scoppia il caso dei tetti di spesa

 
Deposito atomico
Basilicata in prima fila tra nucleare e petrolio

Basilicata in prima fila tra nucleare e petrolio

 
Violazioni tributarie
Potenza, emettevano fatture inesistenti: sequestrati beni per 205mila euro

Potenza, emettevano fatture inesistenti: sequestrati beni per 205mila euro

 
Il caso
Potenza, nascondeva la cocaina sul camion della frutta: un arresto

Potenza, nascondeva la cocaina sul camion della frutta: un arresto

 
Il vademecum
Potenza, truffe anziani: ecco come evitarle

Potenza, truffe anziani: ecco come evitarle

 
Rimedi antigravidanza «hot»
Potenza, farmacista «spione»: chiesta la condanna a 9 anni e 4 mesi

Potenza, farmacista «spione»: chiesta condanna a 9 anni e 4 mesi

 
Evasione
Potenza, non dichiara 110mila euro: individuato dalla GdF

Potenza, non dichiara 110mila euro: individuato dalla GdF

 
Su rete stradale e autostradale
Ponti e viadotti, nel Potentinonon c'è nessuna criticità

Ponti e viadotti, nel Potentino
non c'è nessuna criticità

 
L'indagine
Rionero, spaccio di droga tra gli studenti: indagati tre ragazzi

Rionero, spaccio di droga tra gli studenti: indagati tre ragazzi

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

A Oppido Lucano (Pz)

Prometteva assunzioni nei Vigili del Fuoco in cambio di denaro: obbligo di dimora

Aveva ricevuto in tutto più di 30mila euro: il provvedimento dopo cinque denunce

vigili del fuoco

Un uomo di Oppido Lucano (Potenza) ha ricevuto oggi la notifica di un obbligo di dimora emesso dal gip di Potenza a conclusione di indagini sulle denunce di alcune persone che avevano ricevuto da lui la proposta di essere assunte nel Corpo dei Vigili del fuoco, a patto che accettassero di versargli somme di denaro da utilizzare per «agevolare il percorso dei candidati nelle procedure concorsuali».
Le indagini sono cominciate dopo la denuncia di cinque persone: due gestori di un negozio di Potenza, un loro dipendente, un loro cugino e la sua fidanzata. L’uomo indagato dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano si era finto egli stesso Vigile del fuoco, con tanto di «tesserino e placca" e l’esibizione sul parabrezza della sua auto di un adesivo del Corpo. Aveva fatto credere alle persone che poi hanno denunciato il fatto di utilizzare il denaro per «remunerare» alcuni funzionari ministeriali - che egli aveva millantato di conoscere - per le agevolazioni che avrebbe ottenuto nel far superare alcune prove ai candidati. Da quattro delle cinque vittime della truffa l’uomo era riuscito anche ad ottenere che si sottoponessero, a loro spese, ad «esami clinici e strumentali": in totale, inoltre, gli avevano versato poco meno di 32 mila euro.
Quando, però, una delle persone che ha firmato poi la denuncia ha scoperto che l’uomo aveva gettato in un cestino dei rifiuti i documenti clinico-sanitari di un’altra vittima, la vicenda è emersa nei suoi contorni autentici e le vittime si sono rivolte alla Polizia, che ha avviato le indagini finite con il provvedimento di oggi del gip di Potenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400