Sabato 25 Settembre 2021 | 02:19

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Comune

Matera, Forza Italia pronta
a passare all'opposizione

Da due mesi mancano due assessore e i assottiglia la lista delle civiche presenti in maggioranza

Matera, Forza Italia prontaa passare all'opposizione

Il sindaco De Ruggieri e l'ex Adduce

Da un paio di mesi mancano due assessori nella Giunta che regge le sorti del Comune di Matera e, lentamente, le forze che hanno sostenuto l’elezione del sindaco, Raffaello De Ruggieri, stanno migrando dalla maggioranza all’opposizione. Al loro posto, subentrano i consiglieri del Pd. Aspetto che non tralasciano di evidenziare in un comunicato stampa congiunto a firma del coordinatore Regionale di Forza Italia, sen. Giuseppe Moles, del coordinatore provinciale on. Michele Casino, del segretario cittadino, arch. Eustachio Di Lena, in riferimento alla crisi politica della città.

«Il tempo delle attese - dice la nota - è finito, Forza Italia valuterà il passaggio all’opposizione». Gli esponenti del partito di Berlusconi lamentano il fatto che, invece «di dare nuova linfa all’attività governativa, attraverso l’individuazione di una serie di punti programmatici centrali per un rilancio effettivo dell’azione politica», stanno prevalendo altri interessi. Siccome non si parte «dai metodi e dai temi, mettendo in secondo piano i nomi e le posizioni dei singoli», Forza Italia sta riconsiderando il tema del «Governo di salute municipale». A questo punto, emerge nel comunicato anche un’allusione oscura. «Probabilmente sarebbe stato semplice, così come fatto da chi nel “governissimo” ci ha condotti, presentandosi quale stratega luminare di un gioco dimostratosi fallimentare, farci immediatamente da parte, ottimizzando il risultato elettorale nel corso delle ultime elezioni politiche. Questo non è accaduto per un semplice motivo, poiché non risulta essere il raggiungimento di fini numerici a guidarci nei criteri di scelta, soprattutto quando di mezzo ci sono le sorti dei cittadini».

E ancora, «abbiamo atteso l’approvazione del bilancio, mostrandoci altresì critici nei confronti del Sindaco il quale, negli ultimi tempi sembra soffrire di un “virus” inaccettabile: l’attendismo dei politici di una prima Repubblica sconfitta dalla storia e superata dai tempi. Pensavamo, forse sbagliandoci, che l’interesse generale potesse prevalere rispetto ai giochi di Palazzo. Lo stesso Sindaco, nel quale noi riponevamo estrema fiducia, sembra essere diventato vittima delle scelte interne al Pd, dimostrandosi irrispettoso nei confronti dapprima dei cittadini, oltre che della nostra forza politica. La scelta di conferire le deleghe del verde pubblico e del turismo a due componenti dell’attuale giunta, senza prima confrontarsi con l’intera maggioranza, mostra ancora una volta, l’incapacità di tenere salda una coalizione di per se già estremamente composita e diversa. Ci duole constatare come, le sorti della città sembrino oramai appese unilateralmente alle decisioni del Pd, con la città ed i suoi cittadini spettatori di uno spettacolo indecoroso. È inaccettabile la richiesta pervenutaci nelle ultime ore di attendere il congresso cittadino del Pd prima di capire modi e tempi di una ricomposizione del quadro politico, con una amministrazione paralizzata nei settori centrali quali il verde, la mobilità urbana, per non parlare della gestione degli eventi totalmente in balia del pressapochismo generale».

«Il tempo delle attese - conclude la nota - per noi è terminato, non è pensabile ed auspicabile una soluzione della crisi che non passi dai programmi e dai metodi, ma che metta al centro le lotte tutte interne a quel partito risultato sconfitto sonoramente nelle urne. Oggi, per coerenza e rispetto nei confronti dei Materani, in considerazione della indisponibilità a far parte di una squadra di governo che non abbia una condivisone programmatica di respiro internazionale, ci vediamo costretti a valutare serenamente quello che dovrà essere il ruolo di Forza Italia nel prossimo futuro, con la possibilità sempre più concreta di valutare un passo di lato rispetto alla nostra presenza in maggioranza».

Una minaccia per alzare il prezzo? «Nelle prossime ore, il Coordinamento cittadino di Forza Italia, sarà chiamato ad un momento di riflessione, dovendo democraticamente scegliere se continuare o meno l’esperienza di governo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie