Sabato 15 Agosto 2020 | 18:56

NEWS DALLA SEZIONE

a Torre Specchia
Melendugno, ha un crampo mentre fa il bagno, rischia di annegare: salvato dal bagnino

Melendugno, ha un crampo mentre fa il bagno, rischia di annegare: salvato dal bagnino

 
Musica
Con Battiti la musica pop in viaggio per la Puglia: il quarto appuntamento

Con Battiti la musica pop in viaggio per la Puglia: il quarto appuntamento

 
L'incidente
Salento, auto si ribalta: feriti 5 ragazzi baresi di Gravina in vacanza

Salento, auto si ribalta: feriti 5 ragazzi baresi di Gravina in vacanza

 
Scienza
Una neritina nel global team per il pianeta

Una neretina nel global team per il pianeta

 
il fatto
Costretta dal fidanzato a prostituirsi e picchiata in un B&B a Lecce: salvata dalla polizia

Costretta dal fidanzato a prostituirsi e picchiata in un B&B a Lecce: salvata dalla polizia

 
Il fatto
Nardò: «Augurate la morte ai profughi, vergogna»

Nardò, il parroco tuona: «Augurate la morte ai bimbi profughi, vergogna»

 
La curiosità
Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

 
al museo del negroamaro
«Nel mare c'è la sete»: Erica Mou a Guagnano presenta il suo libro, tra parole e musica

«Nel mare c'è la sete»: Erica Mou a Guagnano presenta il suo libro, tra parole e musica

 
LA CRISI
Taurisano, artigiano ambulante di dolci scrive a Conte: «Fateci lavorare

Taurisano, artigiano ambulante di dolci scrive a Conte: «Fateci lavorare»

 
l'arrivo
Porto Selvaggio, i migranti sono avvocati, ingegneri e architetti

Porto Selvaggio, i migranti sbarcati sono avvocati, ingegneri e architetti

 
nel basso salento
Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari, Romairone a un centimetro ma il nodo Vivarini non è sciolto

Bari, Romairone a un centimetro ma il nodo Vivarini non è sciolto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiL'incidente
Brindisi, 38enne annega in mare: tragedia all'ex lido Poste

Brindisi, 38enne annega in mare: tragedia all'ex lido Poste

 
TarantoLa sparatoria
Taranto, spara alla testa un 70enne e fugge: anziano salvo per miracolo

Taranto, spara alla testa di un 70enne e fugge: anziano salvo per miracolo

 
Leccea Torre Specchia
Melendugno, ha un crampo mentre fa il bagno, rischia di annegare: salvato dal bagnino

Melendugno, ha un crampo mentre fa il bagno, rischia di annegare: salvato dal bagnino

 
FoggiaIl rogo
Incendio a Sant'Agata di Puglia: in fiamme vegetazione in località Monte Ultrino

Incendio a Sant'Agata di Puglia: in fiamme vegetazione in località Monte Ultrino

 
BariL'incidente
Acquaviva, panico sulla Statale 100: auto prende fuoco, salvi i passeggeri

Acquaviva, panico sulla Statale 100: auto prende fuoco, salvi i passeggeri

 
MateraLa tragedia
Perde l'equilibrio e precipita nel vuoto dopo un volo di 6 metri: morta 17enne a Irsina

Perde l'equilibrio e precipita nel vuoto dopo un volo di 6 metri: morta 17enne a Irsina

 
HomeIl bollettino regionale
Coronavirus Basilicata, crescono i contagi: 5 positivi di rientro su 230 tamponi

Coronavirus Basilicata, crescono i contagi: 5 positivi di rientro su 230 tamponi

 
BatIl caso
Barletta, stop al bullismo appello contro le aggressioni: «baby gang scatenate nel centro»

Barletta, stop al bullismo appello contro le aggressioni: «baby gang scatenate nel centro»

 

i più letti

La condanna della Cassazione

Riti satanici in casa famiglia nel Salento, otto anni a due educatori

Messe nere e maltrattamenti nella comunità Oberon di Taviano (Le): le indagini sono partite nel 2012 dopo la denuncia di una vittima

Riti satanici in casa famiglia nel Salento, otto anni a due educatori

Confermata dalla Cassazione la condanna a otto anni e due mesi di reclusione per due educatori che in una casa famiglia, in Puglia, hanno maltrattato i minori affidati alle loro cure, alcuni dei quali anche con disagio psichico. I ragazzini venivano sottoposti a «punizioni severissime», lasciati al buio senza cibo e acqua, picchiati con bastoni, obbligati a vedere film dell’orrore. Una ragazzina, della quale hanno anche abusano, veniva costretta a subire un rito satanico nel quale le vennero procurate ferite delle quali ha ancora le cicatrici. I fatti sono avvenuti nella comunità 'Oberon' di Taviano (Lecce), e si sono protratti per diversi anni fino al marzo 2012, quando sono stati denunciati da una delle vittime che aveva trovato il coraggio di parlare dopo aver lasciato la comunità insieme ai suoi due fratelli.

A queste prime dichiarazioni sono poi seguite quelle degli altri ragazzini maltrattati, ricorda la Suprema Corte nella sentenza 48270 depositata oggi. In seguito alla perquisizione degli alloggi dei due responsabili della struttura - Stefano P. e Luigi F. - sono stati trovati mantelli con cappucci, libri esoterici, film dell’orrore, tre crocifissi in legno, pezzi di vetro con i quali sarebbero state inferte le lesioni nella 'messa nerà celebrata in una chiesa sconsacrata. Durante le indagini, sono stati ascoltati gli adolescenti che erano stati ospitati nella casa famiglia e il loro racconto ha coinciso con quello delle altre vittime, alcune di loro venivano anche utilizzate per lo svolgimento di lavori per i quali i responsabili del centro 'Oberon' si facevano firmare le dimissioni in bianco e gli intimavano di tacere altrimenti avrebbero perso il lavoro con la piccola remunerazione. Non tutti si sono costituiti parte civile, e questo, oltre ai vari riscontri, ha corroborato l’attendibilità delle accuse.


Nel corso del processo di primo grado, davanti al Tribunale di Lecce, i giudici hanno inviato in Procura le dichiarazioni di alcuni testi della difesa per falsa testimonianza, comprese quelle di una psicologa che aveva escluso che sui piccoli ospiti di 'Oberon' venissero compiute violenze nonostante «plurime testimonianze» avessero affermato di aver riferito proprio a lei "il fatto che abitualmente venivano inferte percosse dagli imputati» ai ragazzini senza che la dottoressa desse peso a questi fatti e adottasse iniziative per porvi fine. Con il suo verdetto, al termine dell’udienza svoltasi lo scorso sei giugno davanti alla Terza sezione penale, la Cassazione ha reso definitiva la sentenza emessa il tre novembre 2017 dalla Corte di Appello di Lecce. Tra il primo e il secondo grado grado, alcuni reati si sono prescritti e le relative pene sono state eliminate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie