Venerdì 24 Gennaio 2020 | 11:37

NEWS DALLA SEZIONE

a foggia
«Ha ucciso i miei animali», contadino spara e ammazza cane di un altro agricoltore: denunciato

«Ha ucciso i miei animali», contadino spara e ammazza cane di un altro agricoltore: denunciato

 
nel barese
Corato, 12enne rincorre scippatore minorenne e restituisce borsa ad anziana

Corato, 12enne rincorre scippatore minorenne e restituisce borsa ad anziana

 
mercato
Lecce, le armi per la salvezza: ora Liverani può «scegliere»

Lecce, le armi per la salvezza: ora Liverani può «scegliere»

 
l'indagine
Si fingeva grande chef e molestava studentesse: 23enne salentino arrestato a Roma

Si fingeva grande chef e molestava studentesse: 23enne salentino arrestato a Roma

 
operazione dei carabinieri
Furti in case rurali e aziende agricole nel Tarantino: 6 arresti

Furti in case rurali e aziende agricole nel Tarantino: 6 arresti

 
Dopo la tragedia
Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

 
Il nome
Regionali M5s in Puglia, candidata più votata su Rousseau è Antonella Laricchia

Regionali M5s in Puglia, candidata più votata su Rousseau è Antonella Laricchia

 
La decisione
Ex Ilva, Ministero del Lavoro: autorizzata Cig fino a fine 2020

Ex Ilva, Ministero del Lavoro: autorizzata Cig fino a fine 2020. Morselli vara nuova squadra manager

 
Gli interventi
Energia, il Mise pubblica nuovo bando per smart grid: 24 mln a Puglia e Basilicata

Energia, il Mise pubblica nuovo bando per smart grid: 24 mln a Puglia e Basilicata

 
Il primo in Italia
Virus Cina, caso sospetto a Bari: cantante rientrava da Wuhan

Sospetto virus cinese a Bari: paziente sta meglio, forse dimessa in 48 ore

 
Il dibattito
Newco Aqp in Puglia, Amati (Pd) e Laricchia (M5s) contrari al progetto

Newco Aqp in Puglia, Amati (Pd) e Laricchia (M5s) contrari al progetto

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materale dichiarazioni
Criminalità, sindaco Pisticci: «Una sezione della Dia nel Metapontino può servire»

Criminalità, sindaco Pisticci: «Una sezione della Dia nel Metapontino può servire»

 
Foggiaa foggia
«Ha ucciso i miei animali», contadino spara e ammazza cane di un altro agricoltore: denunciato

«Ha ucciso i miei animali», contadino spara e ammazza cane di un altro agricoltore: denunciato

 
Barinel barese
Corato, 12enne rincorre scippatore minorenne e restituisce borsa ad anziana

Corato, 12enne rincorre scippatore minorenne e restituisce borsa ad anziana

 
Tarantola denuncia
Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

 
Leccel'indagine
Si fingeva grande chef e molestava studentesse: 23enne salentino arrestato a Roma

Si fingeva grande chef e molestava studentesse: 23enne salentino arrestato a Roma

 
PotenzaDopo la tragedia
Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 
BrindisiIl caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 

i più letti

la storia nel brindisino

«Mi sentivo inferiore
e sono diventato stalker»

La confessione di un marito violento ora in cura da una psicoterapeuta

stalking

di ADELE GALETTA

CEGLIE - “Ricordo ancora quella sera: prima le ho tirato uno schiaffo e poi le lanciato il telefono addosso, colpendola in testa, provocandole una profonda ferita. E poi è accaduto altre sere e altre sere ancora”. 
Rocco ha poco più di 50 anni e non si vergogna di piangere. E’ di Ceglie Messapica e lavora nella Pubblica Amministrazione. È nello studio della psicoterapeuta che l’ha tenuto in cura per alcuni mesi. Perché lui è un uomo maltrattante, rientrante nel 97% dei colpevoli come certificato dall’Istat.

Rocco, come ha fatto a capire che aveva bisogno di aiuto?

«In dieci anni di matrimonio non avevo toccato mia moglie Antonella nemmeno con un dito ma ho avuto sempre poco rispetto per lei. Mi comportavo da stronzo: la lasciavo spesso a casa da sola per uscire con gli amici, l’ho tradita qualche volta, la controllavo, volevo sapere dove andava e con chi e l’ho denigrata tante volte in ufficio davanti ai nostri colleghi perché lavoriamo insieme. Poi una sera, mentre litigavamo, non ci ho visto più e l’ho schiaffeggiata, le ho lanciato il telefono e questo è accaduto altre volte. Poi lei non si è rivolta ad un Centro Antiviolenza».

Rocco si definisce un uomo un uomo onesto, leale, ben educato, attento ai bisogni dell’altro, circondato da amici, corteggiato da molte donne, anche sui social. Non si spiegava come mai con la moglie uscisse il peggio di sé, una donna solare, elegante, sensuale, determinata, testarda, sincera, divertente. Non si spiegava com’era possibile che con lui diventasse così cupa.

Ma lei perché si comportava così?

«Nel corso di questi mesi, durante gli incontri avuti con la psicologa, ho capito che non riuscivo a controllare la mia frustrazione, il mio senso di inferiorità nei confronti di mia moglie. Antonella è una donna molto colta, ha tre lauree, è ricca di famiglia, lavora da quando era molto giovane, pratica alcuni sport ed è molto brava, ed è un superiore sul posto di lavoro. Io, nonostante mi ritenessi un uomo in gamba, rispetto a mia moglie ero stato sfortunato nello studio, nel lavoro, non praticavo sport. E tutto questo mi faceva sentire inferiore».

Quando Rocco conosce Antonella si ritrova di fronte ad una donna libera, affermata a livello lavorativo, apparentemente sicura di sé. Tutti i costrutti rigidi che si era creato prendono forma, anche lui appariva determinato, sicuro di sé, libero. Questo atteggiamento, però, era troppo faticoso da sopportare. Aveva ingaggiato una sorta di gara con sua moglie e la frustrazione per non riuscire a superarla lo faceva diventare violento sia verbalmente, sia fisicamente.

Ma ogni volta che accadeva, perché non chiedeva perdono, non provava a cambiare?

«Avevo dei rimorsi ma davo la colpa agli altri. Ma ritenevo che il mio fosse un comportamento normale, di un maschio che aveva ragione in tutto quello che facevo».

Ha mai pensato di esser capace di compiere un femminicidio?

«Mi sono fermato in tempo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie