Martedì 16 Luglio 2019 | 00:11

NEWS DALLA SEZIONE

In via Brancaccio
Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

 
Sulla Statale 16
Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

Lesina, auto impatta contro furgone: un morto e un ferito

 
La lettera d'accompagnamento
Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

 
L'evento a Otranto
Giornalisti del Mediterraneo, assegnati i premi Caravella: tra loro la iena Pelazza

Giornalisti del Mediterraneo, assegnati i premi Caravella: tra loro la iena Pelazza

 
Calciomercato
Bari calcio, in squadra arrivano in prestito Costa e Folorunsho

Bari calcio, in squadra arrivano in prestito Costa e Folorunsho

 
Il progetto
Bari, Corso Italia cambia volto: arriva una nuova pista ciclabile

Bari, Corso Italia cambia volto: arriva una nuova pista ciclabile

 
La storia
Nuoto, 21enne autistico tarantino è medaglia d’oro nello stile libero

Nuoto, 21enne autistico tarantino è medaglia d’oro nello stile libero

 
Il riconoscimento
Decaro consegna targa al karateka barese Romanini, argento nazionale

Decaro consegna targa al karateka barese Romanini, argento nazionale

 
L'allarme
Puglia, nuova ondata di maltempo: domani è allerta arancione su tutta la regione

Puglia, nuova ondata di maltempo: domani è allerta arancione su tutta la regione

 
la lotta alle emissioni
Sensori e giochi: così scoviamo il gas radon

Sensori e giochi: così il Politecnico di Bari scova il gas radon

 
Il caso
Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

Strage di San Marco in Lamis, Regione Puglia si costituisce parte civile

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIn via Brancaccio
Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

Lecce, crolla facciata di un palazzo del centro: paura tra i residenti

 
FoggiaIl video
Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

Meraviglia a Peschici, un delfino e i suoi cuccioli nuotano tra i bagnanti

 
TarantoLa lettera d'accompagnamento
Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

 
BariNella zona industriale
Bari, rapinano Banca Popolare di Bari: pistole in faccia ai dipendenti

Bari, rapinano Banca Popolare in via Zippitelli: pistole in faccia ai dipendenti

 
PotenzaIl caso
Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

Potenza, falso avvocato andava in udienza e depositava atti: arrestato

 
MateraIl caso
Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari

Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari di bosco

 
BrindisiDalla polizia
Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

Brindisi, minacciavano e impedivano acquisti alle aste giudiziarie: 4 arresti

 
BatArte in cucina
Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

 

i più letti

Era libero da un anno e mezzo

Foggia, fermato boss Moretti
chiedeva pizzo a imprenditore

La notizia data dal ministro Minniti: soo ad agosto nel Foggiano arrestate 230 persone

Foggia, fermato boss Morettichiedeva pizzo a imprenditore

Rocco Moretti, 67 anni, massimo esponente della mafia foggiana, è stato fermato oggi dalla Dda di Bari per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un imprenditore. Moretti era libero da circa anno e mezzo per decorrenza dei termini di custodia cautelare ed era sottoposto a sorveglianza speciale. Insieme al boss è stata fermata un’altra persona della quale non sono state rese note le generalità. La notizia del fermo di Moretti è stata data al termine del comitato nazionale per l’Ordine e la sicurezza pubblica svoltosi a Foggia alla presenza del ministro dell’Interno Marco Minniti.

Il comitato si è svolto a due mesi dalla strage di San Marco in Lamis nella quale - il 9 agosto - furono uccise quattro persone, due delle quali innocenti, ed è stata l’occasione per fare un bilancio dei controlli compiuti. Il ministro ha annunciato anche che è stata individuata, a San Severo, la sede del Reparto prevenzione crimine «e che adesso - ha detto Minniti - siamo alle pratiche amministrative».

«Per quel che ci riguarda il Ministro dell’Interno - ha aggiunto Minniti - è pronto ad inviare la forza, non appena sarà completato il procedimento amministrativo. Si passa dalla straordinarietà della presenza del territorio, all’ordinarietà dell’istituzione del Reparto prevenzione Crimine».

Parlando del fermo del boss Moretti, il responsabile del Viminale ha detto che «qui non si colpisce solo in quantità, ma soprattutto in qualità, abbattendo i vertici delle organizzazioni mafiose». Se vogliamo sconfiggere le mafie - ha concluso - dobbiamo fare tre cose contemporaneamente: controllare il territorio, dimostrare forza e solidità da parte dello Stato, ed essere capaci di colpire i clan, le batterie i vertici e, contemporaneamente, colpire i patrimoni».
Dal 10 al 30 agosto - è stato detto - nel Foggiano sono state arrestate 230 persone, altre 380 sono state denunciate, sono state compiute 2.616 perquisizioni e identificare 44.899 persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie