Mercoledì 17 Luglio 2019 | 18:47

NEWS DALLA SEZIONE

Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

 
Rivoluzione trasporti cittadini
Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

 
L'idea di Adp
Il Battesimo del volo attera in Puglia: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

Puglia, battesimo del volo: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

 
L'ordinanza
Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

 
Nel barese
Putignano, GdF sequestra 10mila litri di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

Putignano, GdF sequestra 11 tonnellate di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Le dichiarazioni
Lecce, Lucioni: «Indispensabile mantenere l'equilibrio»

Lecce, Lucioni: «Indispensabile mantenere l'equilibrio»

 
In Salento
Lotta al caporalato, in arrivo una cabina di regia in Prefettura a Lecce

Lotta al caporalato, in arrivo una cabina di regia in Prefettura a Lecce

 
Bullismo
Candela, 15enne disabile picchiato e insultato nella villa comunale da coetanei

Candela, 15enne disabile picchiato e insultato in villa comunale da coetanei

 
Giustizia truccata
Magistrati arrestati a Trani, l'inchiesta tocca anche Bari

Magistrati arrestati a Trani, l'inchiesta tocca anche Bari

 
Il processo
Galugnano, scontro treni Fse: macchinista condannato a 1 anno e 8 mesi

Galugnano, scontro treni Fse: macchinista condannato a 1 anno e 8 mesi

 

Il Biancorosso

Oggi amichevole con la FiorentinaCornacchini darà spazio a tutti

Oggi amichevole con la Fiorentina, Cornacchini darà spazio a tutti

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl progetto
Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

 
GdM.TVLa manifestazione
Save the Children per «Bari social summer»: un’estate «SottoSopra»

Save the Children per «Bari social summer»: un’estate «SottoSopra»

 
FoggiaFemminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

 
LecceIn Salento
Lotta al caporalato, in arrivo una cabina di regia in Prefettura a Lecce

Lotta al caporalato, in arrivo una cabina di regia in Prefettura a Lecce

 
BatSicurezza e piano traffico
Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

 
TarantoCresce l'attesa
Manduria, tartaruga deposita 100 uova in spiaggia

Manduria, tartaruga deposita 100 uova in spiaggia

 
BrindisiNel brindisino
Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

 
Materadalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 

i più letti

Mafia del Gargano, cinque arresti
tra Monte S. Angelo e Torremaggiore

Mafia del Gargano: cinque arresti tra Monte S. Angelo e Torremaggiore

FOGGIA –  Quattro pregiudicati, Giovanni Putignano, imprenditore pregiudicato di 39 anni di Torremaggiore, Angelo Bonsanto, ristoratore di 28 anni, pregiudicato di Lesina, Nicola Paradiso operaio pregiudicato di 37 anni di Torremaggiore e Alessandro Tommaso D’Angelo, nullafacente pregiudicato di 32 anni, di Foggia, sono stati arrestati a Torremaggiore perché sorpresi con tre pistole, auto e scooter rubati, targhe contraffatte e materiale per il travisamento. Gli arresti sono avvenuti a pochi chilometri da San Severo, nel corso di un controllo compiuto dai carabinieri del Comando provinciale di Foggia, in collaborazione con il personale recentemente giunto in rinforzo a seguito dell’agguato con quattro morti avvenuto il 9 agosto a San Marco in Lamis e altri recenti episodi di criminalità avvenuti in provincia.

Dopo un servizio di pedinamento su alcuni pregiudicati del luogo, i militari sono intervenuti all’interno di un garage di via Trieste, a Foggia, dove si trovavano i quattro arrestati, trovati in possesso di una pistola semiautomatica marca Beretta, mod. 98 fs, cal. 9x21, con matricola cancellata, completa di 15 cartucce; un revolver marca Smith&Wesson, cal. 38sp., con matricola cancellata, completo di 6 cartucce e un Revolver marca Renato Gamba, mod. Trident, cal. 38sp., con matricola punzonata, completo di 6 cartucce. Oltre alle armi sono state trovate una Fiat 500 risultata rubata a Gravina di Puglia (Bari) l’8 giugno scorso; uno scooter Yamaha Tmax rubato in Loreto Aprutino (Pe) a maggio scorso, e due coppie di targhe per autovettura, contraffatte; una targa per motociclo contraffatta; una maschera carnevalesca e materiale vario per il travisamento. I quattro sono stati arrestati in flagranza per detenzione e porto abusivo di armi alterate e ricettazione in concorso.

Secondo quanto si apprende da fonti investigative, i quattro pregiudicati erano pronti «a fare qualcosa di grosso», probabilmente da inserire nella lotta tra gruppi criminali e mafiosi esistente da tempo nella zona per la spartizione delle attività illecite, soprattutto lo smercio della droga. I quattro pregiudicati sono Giovanni Putignano, imprenditore di 39 anni di Torremaggiore, Angelo Bonsanto, ristoratore di 28 anni, di Lesina, Nicola Paradiso operaio di 37 anni di Torremaggiore e Alessandro Tommaso D’Angelo, nullafacente di 32 anni, di Foggia. Sono stati sorpresi con tre pistole, auto e scooter rubati, targhe contraffatte e materiale per il travisamento.

Arrestato questa mattina dalla Polizia a Monte Sant'Angelo Tommaso Pacilli, 46 anni, pregiudicato: deve scontare nove mesi di reclusione per i reati di estorsione aggravata anche dal metodo mafioso. I fatti sono stati commessi nel dicembre 2010 e nel gennaio 2011 ai danni di esercizi commerciali della zona. L’arrestato è fratello del noto pregiudicato Giuseppe Pacilli, 45 anni, detto “Peppe u’ montanar”, pluripregiudicato anche per associazione di stampo mafioso ed omicidio, già inserito nell’elenco dei trenta latitanti più pericolosi del Ministero dell’Interno. Questi è noto elemento di spicco della mafia del Gargano, appartenente al clan Libergolis che da anni si contrappone al clan dei Romito, il cui boss è stato ucciso nel recente agguato a San Marco in Lamis in cui sono morte altre tre persone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Lucky

    12 Agosto 2017 - 17:05

    Quando si vuole.........tutto è possibile....giù l'omertà da parte dei foggiani o sarete sempre collusi con questi elementi...

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie