Giovedì 21 Febbraio 2019 | 17:17

NEWS DALLA SEZIONE

I fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
La decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
A ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
Trasporti
Treni, Bari crocevia della Puglia: dal 2020 collegamenti dal Salento a Palese

Treni, Bari crocevia della Puglia: dal 2020 collegamenti dal Salento a Palese

 
Hanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
Nel Salento
Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

 
Nel Tarantino
Tentò di uccidere due persone a S.Giorgio Jonico, pregiudicato si consegna ai cc

Tentò di uccidere 2 persone a S.Giorgio Jonico, 68enne si consegna ai cc

 
Premiato a Rimini
Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

 
All'unanimità
Xylella: Camera approva all'unanimità documento conclusivo dell'indagine conoscitiva sull'emergenza in Puglia

Xylella: approvato alla Camera documento conclusivo su emergenza in Puglia

 
Operazione dei cc
Maxisequestro di droga a Bari Vecchia, in manette anche un'anziana

Maxisequestro di droga a Bari Vecchia, in manette anche un'anziana

 
Nel Barese
Impianto di energia pulita smaltisce rifiuti pericolosi: sequestro a Gioia del Colle

Impianto energia pulita smaltisce rifiuti pericolosi: sequestro a Gioia del Colle VD

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI fatti nel 2017
Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

Monopoli, tentò di uccidere moglie e ferì la figlia: chiesti 20 anni

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

crollo falesie

Verso un'altra estate
all'insegna dei divieti

I problemi sul litorale brindisino

crollo falesia

di PIERLUIGI POTI'

BRINDISI - Con l’estate ormai alle porte e il desiderio di mare che cresce sempre più, c’è soprattutto un dubbio che attanaglia i brindisini: sarà - si chiedono - un’altra stagione all’insegna dei divieti e delle interdizioni su gran parte del litorale a nord del capoluogo? Oppure, ci sarà piena libertà di movimento, in conseguenza dei lavori di rimodulazione e messa in sicurezza della falesia di recente ultimati nelle zone a rischio?

L’interrogativo è quanto mai legittimo, laddove l’ordinanza che ha fissato le aree off limit scade mercoledì prossimo e ancora non si sa nulla in merito a ciò che accadrà all’indomani del termine ultimo fissato per il 17 maggio.

Da Palazzo di Città, in ogni caso, fanno sapere che si sta valutando la questione, anche se l’ultima parola spetterà all’Autorità di Bacino. Nel senso che toccherà a quest’ultimo organismo accertare se l’opera di messa in sicurezza della falesia (effettuata dalla “Ra Costruzioni” di Brindisi) sia stata tale da comportare una riduzione del rischio geomorfologico (sino allo scorso anno ai livelli massimi: Pg3), con la conseguenza, in caso affermativo, dell’eliminazione dell’obbligo di interdizione e divieto di balneazione nei tratti di costa interessati dal pericolo di smottamento della falesia.

Il problema di fondo è legato proprio a quest’aspetto: e cioè che siamo ormai a metà maggio e nessuno ancora, a quanto pare, si è concretamente preso la briga di smuovere le acque con il necessario anticipo. In conseguenza di ciò, e con i tempi a disposizione ormai ristretti, è lecito ipotizzare che l’ordinanza emanata nel maggio del 2016 dall’allora commissario Castelli verrà alla scadenza rinnovata, in attesa poi che la questione venga affrontata e presa di petto con la giusta (e dovuta) attenzione. Del resto, se il Comune ha speso poco meno di due milioni e mezzo di euro per far mettere in sicurezza la falesia, è legittimo sperare che il problema sia stato, se non risolto, quanto meno attenuato e che, dunque, durante la prossima estate i brindisini potranno finalmente fare il bagno dove vogliono senza rischi di alcun genere per la propria incolumità.

Resta sottinteso che, anche laddove i lavori di rimodulazione siano andati a buon fine (e, al momento, non c’è motivo per ritenere che non sia così), l’opera di protezione del litorale brindisino non potrà comunque ritenersi conclusa. Se, infatti, non si blocca il fenomeno erosivo alla “fonte”, prima o poi la falesia tornerà fragile e si riproporrà il pericolo di smottamenti. Serve, in altre parole, bloccare l’azione del mare attraverso l’utilizzo delle barriere soffolte da posizionare al largo della costa. Una cosa, però, è dirla, altra è farla, in quanto occorre un milione di euro per ogni chilometro di costa (in totale, sono tredici): il Comune si sta muovendo per reperire le risorse necessarie?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400