Domenica 19 Gennaio 2020 | 05:31

NEWS DALLA SEZIONE

Per Sant'Antonio Abate
Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

 
Regionali
Emiliano riunisce coalizione della Puglia e risponde a Renzi: «Il problema è a livello nazionale»

Emiliano riunisce coalizione della Puglia e risponde a Renzi: «Il problema è a livello nazionale»

 
La denuncia
Corato, disabile resta bloccato su montascale poliambulatorio: «È una vergogna»

Corato, disabile resta bloccato su montascale poliambulatorio: «È una vergogna»

 
Trasporti
Alta velocità al Sud, Al Bano è il testimonial: «Oltre alla faccia ci metto l'anima»

Alta velocità al Sud, Al Bano è il testimonial: «Oltre alla faccia ci metto l'anima»

 
Sanità
L'allarme: «La Puglia rischia di perdere 2600 medici entro il 2023»

L'allarme: «La Puglia rischia di perdere 2600 medici entro il 2023»

 
Il caso
Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

 
Calcio
Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

 
I controlli
Lecce, ispezione dei Nas in struttura per anziani: 11 denunciati

Lecce, anziani picchiati e maltrattati: 11 denunce in residenza socio-sanitaria

 
Calcio serie A
Lecce-Inter: Conte: «Tornare nella mia città è una grande emozione»

Lecce-Inter: Conte: «Tornare nella mia città è una grande emozione»

 
Calcio
Bari, ingaggiato il centrocampista Maita dal Catanzaro

Bari, ingaggiato il centrocampista Maita dal Catanzaro

 
Le ricerche
San Severo, a caccia della pantea co i droni

San Severo, caccia alla pantera con i droni

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

Bari, Vivarini: «Dobbiamo vincere sempre»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPer Sant'Antonio Abate
Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

Cani e gatti domestici sfilano a Putignano per la benedizione

 
BatIl caso
Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

 
LecceMoria di tartarughe
Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

Lecce, «Caretta caretta» spiaggiate morte trovate a San Cataldo

 
TarantoI controlli
Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

 
FoggiaLe ricerche
San Severo, a caccia della pantea co i droni

San Severo, caccia alla pantera con i droni

 
MateraL'annuncio
Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

Matera e disabili, presto in città un «Albergo etico»

 

i più letti

a montalbano

Si spacciava per medico
e truffava disoccupati

Montalbano

Montalbano

MONTALBANO - Si spacciava per medico e, come tale, effettuava la visite psicoattitudinali ai candidati ad un posto di lavoro, che veniva promesso da un truffatore leccese in cambio di somme di denaro.
Chiuse le indagini preliminari, il sostituto procuratore della Repubblica del capoluogo salentino Antonio Negro ha fatto notificare il relativo avviso al 58enne montalbanese Stefano L. che, stando a quello che è emerso dalle indagini, avrebbe avuto un ruolo nella truffa organizzata da Raffaele F., 56 anni, di Veglie (Lecce), autista di pullman, in danno di giovani (e non solo) alla ricerca di un’occupazione: il fasanese rivestiva il ruolo del falso medico, a cui erano delegate le visite psicoattitudinali (che venivano effettuate presso un locale sito nella stazione ferroviaria di Bari). Tra le vittime del maxi raggiro ci sono, oltre a tanti leccesi, anche residenti a San Donaci e San Pancrazio Salentino.

L’organizzatore della truffa, che faceva leva sul bisogno di tanta gente di trovare un lavoro, fu arrestato nel febbraio del 2014. I carabinieri della stazione di Veglie e dell’aliquota operativa della compagnia di Campi Salentina (Lecce) gli tesero una trappola. Organizzarono una consegna controllata di denaro, con la collaborazione di una ragazza di Veglie che aveva subito il tentativo di truffa e denunciato l’accaduto. La ragazza riferì che l’autista le aveva prospettato la possibilità di essere assunta in un’azienda dietro il pagamento di 2mila euro. La giovane donna chiamò l’autista di bus dicendosi disponibile a versare un anticipo di 500 euro. I due si diedero appuntamento davanti ad un bar di Veglie. Al momento della consegna dei soldi i militari uscirono allo scoperto e arrestarono il presunto truffatore, che finì agli arresti domiciliari. L’uomo è già stato processato per direttissima per il singolo episodio della tentata truffa. Ha patteggiato nove mesi.

La documentazione sequestrata in casa dell’autista di pullman ha dato il via ad un’altra inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Elsa Valeria Mignone e poi confluita in unico fascicolo d’indagine di cui si è occupato il pm Antonio Negro. Sarebbe emerso che il 56enne avrebbe avuto il compito di intercettare le vittime e di assicurare un posto di lavoro in cambio di denaro. A quel punto entrava in gioco il montalbanese che ora è indagato nelle vesti di finto medico. La truffa, infatti, prevedeva una visita psicoattitudinale presso la stazione centrale delle Ferrovie di Bari. Sarebbero emersi altri 30 casi di persone truffate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie