Domenica 18 Novembre 2018 | 12:58

NEWS DALLA SEZIONE

La polemica sui social
Tutti contro le luminarie di Polignano, i commenti social: «Andate a rubare a S. Nicola»

Tutti contro le luminarie di Polignano, i commenti: «Andate a rubare a San Nicola» VOTA IL SONDAGGIO

 
#APORTEAPERTE
Boccia al mercato di Scampia: «Risolleviamo il PD partendo dalla nostra storia»

Boccia al mercato di Scampia: «Risolleviamo il PD partendo dalla nostra storia»

 
Lotta allo spaccio
Brindisi, nasconde la droga nella stanza giochi del figlio: arrestato

Brindisi, nasconde la droga nella stanza giochi dei figli: arrestato

 
agricoltura
Salento, il maltempo distrugge gli ulivi «anti Xylella»

Salento, il maltempo distrugge gli ulivi «anti Xylella»

 
Ius soli
Margherita, la cittadinanza onoraria a 22 stranieri

Margherita, la cittadinanza onoraria a 22 bimbi stranieri

 
Aria di Natale
Bari, in arrivo un giardino a forma di stella e i mercatini natalizi

Bari, in arrivo un giardino a forma di stella e i mercatini natalizi

 
Condannato: 20 anni e non è finita
Bari, il re del contrabbando Cuomo evita il processo «bis» in Italia

Bari, il re del contrabbando Cuomo evita il processo «bis» in Italia

 
La decisione
Salento, il sindaco di Patù sospeso per effetto legge Severino

Salento, il sindaco di Patù sospeso per effetto legge Severino

 
La contestazione
Lezzi denuncia: «Lanci di uova e volantini No Tap in sede M5s a Lecce»

Lezzi denuncia: «Lanci di uova e volantini No Tap in sede M5s a Lecce»

 
settimana della Cucina italiana nel mondo
Emiliano vola in Albania per promuovere la Puglia «come stile di vita»

Emiliano vola in Albania per promuovere la Puglia «come stile di vita»

 
Serie D
Bari, parla Cornacchini: «Palmese? Vorrei vincerle tutte»

Bari, parla Cornacchini: «Palmese? Vorrei vincerle tutte»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

polemiche per la Maglie-leuca

«Statale 275, terreni congelati
adesso Anas ci deve risarcire»

statale 275 Maglie Leuca

di MAURO CIARDO

LECCE - I proprietari rientrati in possesso dei terreni della “275 fantasma” sono pronti a chiedere i danni ad Anas per il blocco alle compravendite durato cinque anni.
Un altro filone con un probabile contenzioso amministrativo - giudiziario sta per aprirsi dopo la decisione dell’Azienda per le strade di presentare un nuovo progetto di statale ai sindaci del territorio.
La vicenda, come è noto, ha visto recentemente la revoca dell’appalto da parte di Anas, la presentazione dei ricorsi da parte delle aziende interessate che saranno discussi l’8 marzo prossimo al Tar, l’istituzione di una cabina di regia in Regione per un progetto revisionato e la restituzione in queste settimane dei terreni ai proprietari che erano stati espropriati secondo l’asse individuato dal vecchio tracciato.
Ora quei possessori, che hanno visto congelato il proprio bene per anni senza poterne trarre profitto e senza che la statale vedesse la luce, stanno discutendo sulla richiesta di un maxi risarcimento ad Anas per la tutela dei propri diritti. Si tratterebbe di un procedimento destinato, qualora fosse avviato, alla capitalizzazione di eventuali mancati guadagni in merito alla possibilità d’uso delle aree attraverso vendite, cessioni o all’attivazione di strumenti per la concessione di fidejussioni.

«Questi “signori” di Anas che hanno sequestrato la nostra proprietà per quasi cinque anni senza darci un euro e togliendoci la possibilità di poterla vendere - stigmatizza su un social network Antonio Rizzo, un proprietario originario di Tiggiano con residenza a Tricase - ora si muovono come se non fosse accaduto niente, ci fanno recapitare una raccomandata, senza nemmeno scusarsi per il danno fatto, dicendo che ci restituiscono il sequestrato per scadenza dei termini. Io sono uno che ha subito un grave danno da questa storia - racconta - perché proprio nel 2012 avendo bisogno di liquidità avevo fatto un compromesso di vendita del terreno in questione, quando di lì a qualche giorno mi arrivò una raccomandata, avvisandomi che il mio fondo era interessato al passaggio dell’ormai famigerata statale 275. Mio malgrado - ricorda - dovetti rinunciare alla vendita non potendo così continuare con la mia attività che poi ho dovuto chiudere. A questo punto mi chiedo come sia possibile che in un paese civile come riteniamo il nostro - tuona il proprietario - ci possono essere tali soprusi a danno dei cittadini senza che nessuno ne paghi le conseguenze».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400