Giovedì 06 Agosto 2020 | 15:18

NEWS DALLA SEZIONE

L'INTERVISTA
Scalfarotto: io riformista contro tutti

Regionali 2020, parla Scalfarotto: «Io riformista contro tutti»

 
L'incontro
Puglia, produttori agricoli Copagri a confronto, Emiliano: «L’agricoltura pugliese è il futuro della nostra regione»

Puglia, produttori agricoli Copagri a confronto, Emiliano: «L’agricoltura pugliese è il futuro della nostra regione»

 
LA DELIBERA
In spiaggia fatti più in là Puglia: linee anti-virus per questa estate al mare

In spiaggia fatti più in là, in Puglia linee anti-virus per questa estate al mare

 
L'IMPRESA
Biccari, l'alpinista Tamara Lunger scala il monte Cornacchia

Biccari, l'alpinista Tamara Lunger scala il monte Cornacchia

 
L'ESPLOSIONE
Sto bene: il caporalmaggiore di Bitonto telefona ai familiari

Beirut, «Sto bene»: il caporalmaggiore di Bitonto telefona ai familiari

 
Verso il voto
Regionali 2010, Laricchia: «Asl Bari disattiva Unità speciali di continuità assistenziale in fase critica»

Sanità, Laricchia: «Asl Bari disattiva Unità speciali di continuità assistenziale in fase critica»

 
dati regionali
Coronavirus Puglia, altri 7 contagi (su 2.259 tamponi) in 24 h: salgono a 32 i positivi a Cerignola

Coronavirus Puglia, altri 7 contagi (su 2.259 tamponi) in 24 h: salgono a 32 i positivi a Cerignola

 
Verso il voto
Regionali 2020, Fitto: «Mi rimetto in gioco per amore della Puglia»

Regionali 2020, Fitto: «Mi rimetto in gioco per amore della Puglia»

 
dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
parità di genere
Puglia, doppia preferenza: al via al Senato discussione decreto legge

Regionali Puglia, doppia preferenza ok da Senato con 149 sì: è legge Boccia: «Dl farà storia»

 
fase 3
Una App e un braccialetto per monitorare pazienti Covid

Una App e un braccialetto per monitorare pazienti Covid

 

Il Biancorosso

IL CASO
Fallimento della Fc Bari: la curatela presenta il conto

Fallimento della Fc Bari: la curatela presenta il conto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLA POLEMICA
Manfredonia, senologia aperta e subito chiusa: è polemica

Manfredonia, senologia aperta e subito chiusa: è polemica

 
BatLA CRISI
Barletta, venti di crisi per la maggioranza di Cannito

Barletta, venti di crisi per la maggioranza di Cannito

 
Potenzadati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
BrindisiLA TRAGEDIA
Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

Brindisi, in fin di vita al Perrino l'uomo ustionato dalla moglie

 
TarantoLe nuove professioni
Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

 
MateraAllarme covid 19
Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

 
LecceIl caso
È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

 

i più letti

«Sono inconsapevoli»

Battesimo e cresime a Melfi
Stop del vescovo ai «padrini»

Battesimo e cresime a MelfiStop del vescovo ai «padrini»

Autentico simbolo di un «mondo», anche religioso, che sembra volersi davvero «congedare dalla storia», il padrino e la madrina di battesimo e di cresima - spesso individuati dalle famiglie, soprattutto al Sud, con l'attenzione che si deve alle scelte determinanti della vita - sono stati aboliti con un decreto del vescovo di Melfi-Rapolla-Venosa, monsignor Gianfranco Todisco che entrerà in vigore il prossimo primo settembre.

Il decreto «ad experimentum», che sarà valido per tre anni e "potrà essere confermato o abolito quando verranno ritenute superate le motivazioni pastorali che lo hanno prodotto», ha preso atto di una realtà ormai sotto gli occhi di tutti e che lo stesso presule melfitano ha sottolineato: la «diffusa secolarizzazione della società» e la «perdita di principi e valori ispirati al Vangelo» hanno portato ad una situazione tale che chiunque abbia partecipato negli ultimi anni a battesimi e cresime ha potuto vedere. E’ innegabile, infatti, che vi siano "molti padrini e madrine che, pur essendo brave persone, non hanno però piena consapevolezza del ruolo da svolgere come testimoni della fede perché scelti con criteri parentali, amicali o sociali», ha scritto monsignor Todisco.

In altri termini, a volte non è una persona che assiste davvero il battezzando e coopera alla sua crescita nella fede; non è una persona che, accompagnando il cresimando al cospetto del vescovo, sia stato a sua volta cresimato o conduca «una vita conforme alla fede e all’incarico che si assume» o addirittura non è «esente da impedimenti canonici stabiliti dal diritto». Ma, appunto, una persona scelta «con criteri parentali, amicali o sociali": cioè, non si poteva che chiederlo a lui, potrebbe essere utile in futuro al bambino o al ragazzo, è stato scelto per acquisire prestigio sociale.

Mons. Todisco ha posto fine a tutto ciò e c'è da scommettere che la scelta farà discutere: ma a chi passa ora il compito di "accompagnare» nella crescita della fede il battezzando e il cresimando? Ai genitori e alla comunità ecclesiale - ha scritto il vescovo nel decreto - spiegando che «sarà il catechista a presentare il candidato e garantirne la formazione e il sostegno».
Non è la prima volta che il vescovo di Melfi-Rapolla-Venosa prende posizioni «scomode».

Nell’agosto del 2015 scrisse all’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne, per augurarsi che gli operai dello stabilimento di Melfi - dove oltre seimila lavoratori producono Jeep Renegade e 500X - potessero avere libera tutta la giornata di domenica. Era da poco passato un accordo che prevedeva l’avvio del lavoro nella fabbrica alle ore 14 della domenica, per far fronte alle richieste - in netto aumento - dei due modelli di auto. Netto aumento della richiesta dei due modelli significava anche crescita dell’occupazione e sicurezza di lavorare senza preoccupazioni nonostante il dilagare della crisi. La proposta di monsignor Todisco rimase lettera morta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie