Venerdì 20 Settembre 2019 | 18:21

NEWS DALLA SEZIONE

Finanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
Le previsioni
Puglia, torna il sereno per il week end, ma da lunedì serve l'ombrello

Puglia, torna il sereno per il week end, ma da lunedì serve l'ombrello

 
Denunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
Nel Brindisino
Falchi, gufi, gabbiani e volpi: liberati 60 esemplari a Torre Guaceto

Falchi, gufi, gabbiani e volpi: liberati 60 esemplari a Torre Guaceto

 
Il Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
Operazione Ps e vigili
Ceglie Messapica, casa-fortezza protetta da telecamere: preso pusher

Ceglie Messapica, casa-fortezza protetta da telecamere: preso pusher

 
Scuola
Brindisi, troppe assenze: bocciata dai prof, riammessa dai giudici

Brindisi, troppe assenze: bocciata dai prof, riammessa dai giudici

 
Cosimo Stano
Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

Manduria, pestarono a morte anziano: chiesta messa alla prova per due minori

 
La cantante
Emma, costretta a fermarsi per motivi di salute: «Succede e basta»

Emma, costretta a fermarsi per motivi di salute: «Succede e basta»

 
Negli ospedali
Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

 
In via Bagnante
Foggia maxi rissa in centro con mazze e spranghe: sette arresti e due feriti

Foggia maxi rissa in centro con mazze e spranghe: sette arresti e due feriti

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLe assunzioni
Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

 
FoggiaFinanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
LecceUN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

 
TarantoIl Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
BatL'inchiesta
Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzina

Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzine

 
BariNegli ospedali
Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

Monopoli e Molfetta, i furbetti del cartellino: in arrivo 20 licenziamenti

 

i più letti

panificatore di san donato

Una «puccia» da record
donata ai più poveri

puccia da record lunga 4 metri

La puccia lunga 4 metri

di PANTALEO ROLLO

SAN DONATO - La “Puccia di Natale”da guinness dei primati è stata impastata, lavorata e cotta al forno da Nicola Calò de “Il Vecchio Forno” di San Donato di Lecce.
La “Puccia di Natale” così l’ha battezzata Calò di un quintale e venti chilogrammi, è stata preparata dal fornaio di San Donato con i suoi due collaboratori albanesi Eddy Hasani e Puka Bleri per imbandire a Natale la mensa dei poveri della Parrocchia di Santa Rosa del parroco don Damiano Madaro.
Impastata con grano orizzonte, varietà colturale di due grani antichi, simeto e rusticano, del Mulino Lisi di Galatina, misurava 3 metri e 50 centimetri di lunghezza, 55 centimetri di larghezza e 21 d’altezza ed è stata lavorata a mano sul grande tavolo infarinato e infornata intera, cioè per tutta la sua lunghezza, nel forno di San Donato.
Una sfida, quella di Nicola Calò, di non poco conto. Mai nessuno avrebbe immaginato di realizzare una puccia da guinness dei primati.

Il fornaio di San Donato ci è riuscito, neppure con grande sforzo, ma solo per il piacere di imbandire la tavola di Natale dei poveri di Santa Rosa per stupirli e restituirgli il sorriso a tutti quelli che l’hanno perso da troppo tempo.
Nicola, ha colto nel segno. Davanti a quella grande puccia della provvidenza i poveri sono rimasti senza parole. Prima hanno ringraziato il Signore per tanta grazia ricevuta, poi l’hanno tagliato a fette, consumata a tavola e messo da parte un pezzo per esporlo sul davanzale di casa contro tempeste e temporali come accadeva un tempo.

Ma quella enorme puccia non ha stupito solo i poveri di don Damiano Madaro che l’hanno mangiata il giorno di Natale, ma ha suscito non poca curiosità tra gli abituali avventori de “Il Vecchio Forno” di San Donato che la Vigilia di Natale, il 24 dicembre, l’hanno vista in tutta la sua grandezza riposare, meglio raffreddare, sul lungo tavolo del forno. Stupito anche Emanuele Dell’Anna,consigliere delegato alla Cultura del Comune di San Donato di Lecce, che l’ha guardata a lungo in compagnia dello stesso Calò, del produttore galatinese di grano Michele Lisi e degli amici Andrea Milanese e Roberta Montinaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie