Mercoledì 10 Agosto 2022 | 13:03

In Puglia e Basilicata

volley

Molfetta lotta
ma si ferma
anche a Latina

Molfetta lotta  ma si ferma anche a Latina

Solo due set giocati alla pari

02 Novembre 2016

BARI - Molfetta si ferma ancora sul 3-1 e da alla Top Volley Latina la prima vittoria stagionale in quattro set ben giocati dai padroni di casa e pieni di agonismo. Una vittoria scaccia crisi per il Latina guidato dal secondo allenatore Marco Franchi all’esordio su una panchina di Superlega. Molfetta gioca alla pari per due set e poi cala negli altri due, arrivando al break tecnico del terzo parziale sul punteggio di 21-9. I padroni di casa del Latina fanno affidamento su un super Alessandro Fei, l’opposto che ha realizzato con 23 punti e 4 ace, eletto anche migliore del match.

I primi due parziali si giocano con grande intensità e con un punteggio molto ravvicinato: Fei, Sabbi e De Barros Ferreira moltiplicano gli sforzi per andare a punto e si giocano tutto per arrivare sul 21; nel finale Latina conquista due break e chiude 25-22. Equilibrio in avvio di secondo set con un ace: Molfetta si fa più insistente in battuta con Sabbi (due gli ace dell’opposto molfettese) che poi mette a segno il muro del 14-16 e l’ace del 17-20. Alla fine ci pensa il martello De Barros Ferreira a chiudere sul 23-25. Latina inizia bene il terzo set portandosi avanti con Fei, Gitto dal centro e Klinkenberg per il 16-8, con l’allungo decisivo sul 21-9 con Maruotti che chiude 25-14.

I pugliesi non mollano la presa e rilanciano il quarto set sul filo dell’equilibrio anche se i padroni di casa difendono il vantaggio sul 9-6: dura poco perché Molfetta che con due muri di Sabbi e Polo si riporta in parità (10-10). Qualche errore permette prima a Gitto poi a Fei di allungare sul 17-1;, Sabbi prova la rimonta 22-18 ma Sottile chiude 25-19.

«Abbiamo alternato cose buone a cose meno buone - spiega il capitano dell’Exprivia Molfetta Francesco Del Vecchio - : siamo cresciuti nel cambio palla rispetto alle precedenti uscite, quello che ci manca sono la difesa e il relativo contrattacco. C’è sempre da lavorare anche se il poco tempo a disposizione non deve essere un alibi. Siamo dispiaciuti anche per i nostri tifosi accorsi qui».

Domenica prossima si gioca in casa contro l’ultima in classifica Sora, ma non c’è da abbassare la guardia per nulla al mondo.

la. ma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725