Giovedì 24 Gennaio 2019 | 14:31

NEWS DALLA SEZIONE

Batte bandiera panamense
Porto di Taranto, Guardia Costiera blocca nave non sicura

Porto di Taranto, Guardia Costiera blocca nave non sicura

 
Il 14 giugno
Ligabue: parte dallo stadio San Nicola di Bari il tour 2019

Ligabue: parte dallo stadio San Nicola di Bari il tour 2019

 
L'esito del vertice
Trivelle, Conte: «Stop alle ricerche in attesa del Piano delle Aree»

Trivelle, Conte: «Stop alle ricerche in attesa del Piano delle Aree»

 
A taranto
Ilva, Corte di Strasburgo: «Emissioni hanno messo in pericolo salute»

Ilva, Corte di Strasburgo: «Emissioni hanno messo in pericolo salute»

 
Le commoventi dichiarazioni
Ha una rara malattia ma è riuscito ad andare in Erasmus: la lettera di un giovane salentino

Ha una rara malattia ma è riuscito ad andare in Erasmus: la lettera di un giovane salentino

 
L'ordigno nella notte
Foggia, bomba distrugge negozio di estetica, è il secondo episodio

Foggia, bomba distrugge negozio di estetica, è il secondo episodio

 
Nel Leccese
Porto Cesareo, furto al Comune nella notte, rubati soldi e carte d'identità

Porto Cesareo, furto al Comune nella notte, rubati soldi e carte d'identità

 
Si chiamava Gianluca Bisconti
Auto contro un palo nella zona industriale di Lecce: muore 32enne

Auto contro un palo nella zona industriale di Lecce: muore 32enne

 
Di Bari e Tricase (Le)
Sul treno per scappare da incomprensioni in famiglia: fermati in stazione due adolescenti

Sul treno per scappare da liti in famiglia: fermati in stazione 2 adolescenti

 
Di Lauria
A Bologna per il padre malato, ma ha doppio lavoro: stanato furbetto della legge 104 nel Potentino

A Bologna per il padre malato, ma ha doppio lavoro: stanato furbetto nel Potentino

 
Sostegno alla ricerca
Tornano le arance Airc anti-cancro: il 26 gennaio in tutte le piazze pugliesi

Tornano le arance Airc anti-cancro: il 26 gennaio in tutte le piazze pugliesi

 

nuove minacce

L'Imam di Lecce
attaccato sul web
chiude pagina facebook

imam di Lecce Saiffedine Maaroufi

Saiffedine Maaroufi

LECCE - L’Imam di Lecce è stato oggetto di un attacco informatico sul web che lo ha costretto a chiudere la sua pagina su Facebook seguita da 15mila persone e dove Saiffedine Maaroufi faceva formazione sull'Islam, dispensando consigli e predicando pace e integrazione.

La denuncia è arrivata da Cristian Benvenuto presidente dell’associazione nazionale Italia Pakistan e confermata dallo stesso Imam.

«Mi accusano - dice l’Imam - di essere un infedele, un papa dei musulmani, e che merito di essere preso a bastonate. Quello che mi sorprende di più è che questi attacchi provengono da musulmani. Si tratta di un gruppo composto da italiani convertiti all’Islam, residenti nel Salento ma anche in altre parti d’Italia, tutti aderenti all’associazione 'Ritorno all’Islam'». «Sono stato costretto a chiudere la pagina - aggiunge - perché ho paura per la mia famiglia».

L’episodio è stato segnalato dall’Imam agli investigatori della Digos. Anche un anno fa lo stesso Imam è stato oggetto di attacchi simili sul web.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400