Giovedì 29 Settembre 2022 | 22:36

In Puglia e Basilicata

bari

Parcometri incappucciati
È protesta al Libertà

Parcometri incappucciatiÈ protesta al Libertà

Foto Luca Turi

01 Giugno 2016

BARI - L'amara sorpresa alle prime ore del mattino: parcometri incappucciati e con cartelli di protesta «Basta strisce blu, basta pizzo!», firmati da Casa Pound. Parte con una forte azione dimostrativa l'allargamento della Zona a sosta regolamentata nel quartiere Libertà. Nel primo giorno di attivazione delle strisce blu - che prevede l'estensione su altri due isolati al di là di via Manzoni, in via Trevisani e in via Ravanas e nella fascia compresa tra corso Italia e corso Vittorio Veneto - gli ausiliari della sosta sono rimasti increduli: impossibile per gli automobilisti inserire le monetine per la sosta ad ore. Con inevitabili proteste anche da parte dei commercianti, contrari al nuovo salasso sui parcheggi. Nel volantino Casa Pound chiede alla giunta comunale di sospendere «questo vergognoso pretesto e balzello» e di attivare altre misure di sostegno per il popoloso quartiere.

Dell'accaduto è stata subito informata l'Amtab che nelle prossime ore provvederà alla rimozione dei cartelli e alla riattivazione dei parcometri con l'ausilio della polizia municipale. Ma nelle strade coinvolte dall'allargamento sono già visibili i primi effetti: ampia disponibilità di posti, assenza di auto in doppia fila e nessuna sosta vietata sulle strisce pedonali e a ridosso degli incroci. La nuova Zsr del Libertà prevede la sosta oraria al costo di un euro e pass annuali da 30 euro per i residenti, anche se solo la metà di questi ha sino ad ora presentato richiesta. Il rischio, quindi, è che il sistema a rotazione dei posti auto inizi a macchia di leopardo. In una seconda fase, entro fine anno, le strisce blu continueranno ad avanzare raggiungendo i confini di via Brigata Bari e di via Brigata Regina coinvolgendo complessivamente oltre 4mila posti auto.

In mattinata dopo una riunione esecutiva il Comune di Bari ha deciso con Amtab che le prime multe effettive saranno elevate da lunedì 13 giugno. Altre due settimane ai residenti per dotarsi di pass e un po' più di tempo di tolleranza ai cittadini per abituarsi alla novità. [F. P.]

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725