Venerdì 19 Agosto 2022 | 10:56

In Puglia e Basilicata

Regionali in Puglia «Non sarà un torneo medievale»

Regionali in Puglia «Non sarà un torneo medievale»
Lo ha detto il presidente del Pd pugliese, Michele Emiliano, in apertura della assemblea regionale del partito chiamata a discutere del candidato alle prossime elezioni regionali pugliesi. Alla riunione è presente anche Massimo D’Alema. L'assemblea dovrà decidere se sostenere la candidatura di Nichi Vendola (Sinistra e Libertà), presidente uscente della Regione Puglia sul cui nome è stato posto il veto da Udc e Idv, o optare per un’altro candidato che consenta l’allargamento della coalizione
• Blasi: serve un nome condiviso
• Prima dell'assemblea un incontro a tre: Blasi, Emiliano e D'Alema
• Il sindaco di Taranto: io sto con Vendola

28 Novembre 2009

BARI - «Questa assemblea non avrà le caratteristiche di un torneo medioevale». Lo ha detto il presidente del Pd pugliese, Michele Emiliano, in apertura della assemblea regionale del partito chiamata a discutere del candidato alle prossime elezioni regionali pugliesi. Alla riunione è presente anche Massimo D’Alema che al suo arrivo nell’hotel che ospita la riunione è stato accolto da un gruppo di manifestanti che sostengono la candidatura di Nichi Vendola. 

supporter VendolaL'assemblea dovrà decidere se sostenere la candidatura di Nichi Vendola (Sinistra e Libertà), presidente uscente della Regione Puglia sul cui nome è stato posto il veto da Udc e Idv, o optare per un’altro candidato che consenta l’allargamento della coalizione. Dopo che Vendola aveva presentato la propria ricandidatura il 15 novembre scorso, le parole di Massimo D’Alema alla direzione Pd il 24 novembre hanno riaperto i giochi: D’Alema, in nome di alleanze vincenti, aveva ipotizzato “sacrifici del partito e di persone”, frase che tra i partecipanti alla riunione era sembrata riferirsi a Nichi Vendola, per il veto di Udc e Idv, e a Mercedes Bresso, presidente della Regione Piemonte. 
Non è escluso, ad ogni modo, che non sia l’assemblea di oggi a sciogliere definitivamente il nodo che sta lacerando il partito. La riunione, infatti, secondo alcuni partecipanti potrebbe concludersi con una scelta interlocutoria affidando al segretario regionale, Sergio Blasi, un mandato per cercare nuove soluzioni con i potenziali alleati.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725