Domenica 14 Agosto 2022 | 18:51

In Puglia e Basilicata

viabilità

Quattro corsie sulla Lecce-Taranto, Pagliaro: «Ok del Consiglio Regionale»

statale lecce taranto

Per il capogruppo «La Puglia Domani» è un'opera imprescindibile

05 Luglio 2022

Redazione online

BARI - «La statale Lecce-Taranto a quattro corsie si deve fare, per mettere finalmente in collegamento diretto i due capoluoghi e i loro territori. È l’impegno assunto oggi dalla Giunta regionale, grazie all’approvazione unanime della mia mozione. Per la strada statale 7 ter Bradanico-Salentina, eterna incompiuta delle infrastrutture salentine, l’assessora ai trasporti Maurodinoia ha assunto oggi due impegni precisi, messi nero su bianco in un emendamento condiviso alla mia mozione. Il primo è sollecitare l’Anas a rispettare il cronoprogramma per evitare la perdita dei finanziamenti ottenuti. Il secondo è invitare il Nucleo di valutazione regionale a rivedere l’analisi costi-benefici affinché si possa realizzare il definitivo completamento della strada statale 7 ter Bradanico-Salentina con la realizzazione della strada a quattro corsie Lecce-Taranto. Quest’ultimo punto era per me imprescindibile, e sono contento che ne siano state comprese e condivise le ragioni di questa mia battaglia ventennale». Queste le parole del consigliere regionale Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia Domani.

«Lecce e Taranto sono gli unici due capoluoghi della regione non uniti da una strada a quattro corsie, e credo che sia una grande ingiustizia, un macigno che blocca lo sviluppo di questi territori condannati all’emarginazione e ad un gap infrastrutturale che le penalizza fortemente - prosegue Pagliaro -. La 7 ter Lecce-Taranto è un’opera determinante per l’interconnessione delle aree jonica e salentina, collegate malissimo. La quattro corsie servirà a velocizzare i traffici di media e lunga percorrenza, evitando i numerosi attraversamenti urbani esistenti».

«Mi auguro che questa mozione possa dare slancio ad un’infrastruttura che, per quanto progettata fin dal 1937 con un Regio decreto che prevedeva il riordino della rete stradale della penisola salentina, è un cantiere aperto e interrotto fin dai primi anni Novanta - conclude Pagliaro -. Ad oggi, l’unico tratto completamente realizzato a quattro corsie è quello che unisce Manduria a San Pancrazio Salentino, il resto è monco. Una vergogna che ora finalmente potrà essere cancellata, visto che c’è la volontà politica di farlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725