Venerdì 24 Settembre 2021 | 11:17

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Lotta al Covid

In Puglia i giovani sposano il vaccino

Pierluigi Lopalco: «Massiccia adesione tra i 18enni». Per la fascia di età 12-17 anni i pediatri suggeriscono Moderna

In Puglia i giovani sposano il vaccino

Bari - La Puglia roccaforte dei giovani sì-vax. Parola di Pier Luigi Lo Palco assessore alla Salute della Regione. «In Puglia - ha spiegato il politico-epidemiologo - già siamo tra il 25 e il 30% di copertura vaccinale per quanto riguarda gli adolescenti tra 12 e 18 anni. A partire dal 23 agosto partiremo con la chiamata attiva di tutti i ragazzi vaccinabili, quindi contiamo di raggiungere coperture molto alte. Nei 18enni abbiamo avuto un'adesione massiccia quando abbiamo fatto la vaccinazione per i maturandi. Sono sicuro che, anche in questo caso, i ragazzi parteciperanno in maniera convinta. Sono più convinti degli adulti a vaccinarsi».


Nel percorso delle vaccinazioni massa avrà anche un effetto positivo l'approvazione dell’antidoto «Moderna» per fascia di età 12-17 anni da parte dell'Agenzia italiana del Farmaco (Aifa). Lopalco la vede così: «La Società italiana di pediatria, che raccoglie le evidenze di letteratura scientifica, consiglia la vaccinazione per gli adolescenti, io mi rifaccio quello che dicono i pediatri, che sono gli esperti in materia». E sulla scuola precisa: «In Puglia abbiamo una copertura del 93% degli insegnanti, la quasi totalità considerando che nel restante 7% ci può stare chi ha già avuto il Covid o chi non può fare il vaccino per motivi di salute. Quindi l'obbligo vaccinale per gli operatori ci preoccupa poco».


Sulle polemiche legate al green pass Lo Palco la vede così, riservando stilettate ai critici: «A chi invoca la libertà bisogna spiegare che il principio di libertà non significa fare quello che ci pare, ma fare quello che possiamo senza limitare quella degli altri. Capisco che un imprenditore possa sentirsi in questo momento limitato nella sua attività, ma gli va spiegato quanto sta accadendo. Siamo all'avvio di una forte ondata di casi legati alla variante Delta. Se non si fosse intervenuto con queste misure l'alternativa sarebbe stata la chiusura generalizzata». E puntualizza ancora: il ristorante al chiuso «sarebbe stata la prima attività da chiudere appena le regioni fossero passate in zona gialla o arancione. Grazie al green pass questi ristoratori potranno lavorare basandosi su milioni di italiani che hanno già scaricato il green pass. È una protesta, che se si spiegano bene le cose, può rientrare».

I numeri della pandemia nella regione: in Puglia su 12.494 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus sono stati registrati ieri 163 casi positivi con una incidenza dell'1,3%. Dei nuovi casi 52 sono in provincia di Bari, 30 in provincia di Brindisi, 16 nella provincia Bat, 10 in provincia di Foggia, 42 in provincia di Lecce, 9 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota. È stato registrato un decesso, in provincia di Foggia.


Intanto anche il sindaco di Bari Antonio Decaro, invita i più giovani a vaccinarsi: «Mia figlia Chiara  si è vaccinata. Abbiamo fatto insieme una scelta per proteggere la nostra salute e quella delle persone che ci sono intorno. Una scelta fatta pensando a quei mesi chiusa in casa e con tante paure, per sentirsi oggi un po’ più sicura e libera». «L'inizio della scuola si avvicina - scrive Decaro sui social - e vogliamo scongiurare in tutti i modi un altro anno dietro uno schermo, lontana da amici e insegnanti». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie