Venerdì 30 Luglio 2021 | 11:58

NEWS DALLA SEZIONE

Un bitontino e un barese nella rete dei CC
Rosa Marina, denunciati gestore e titolare di bar e lido

Rosa Marina, denunciati gestore e titolare di bar e lido

 
Chiuse le indagini
Bari, evasione fiscale: confiscati ville e yacht a imprenditore caseario

Bari, evasione fiscale: confiscati ville e yacht a imprenditore caseario

 
Maxi-operazione della Finanza
Foggia, Falsi contratti di lavoro e di locazione di immobili per ottenere il rinnovo o il rilascio di permessi di soggiorno

Foggia, Falsi contratti di lavoro e di locazione di immobili per ottenere il rinnovo o il rilascio di permessi di soggiorno

 
Velocità da limitare
Puglia, autovelox nella settimana dal 2 al 7 agosto

Puglia, autovelox nella settimana dal 2 al 7 agosto

 
Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 
L'Irccs di San Giovanni Rotondo
Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

 
Tokyo 2020
Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

 
covid
Puglia, vaccini possibili anche in farmacia

Puglia, vaccini possibili anche in farmacia

 
L'allarme
Incendio doloso a Gravina: le drammatiche immagini

Incendio doloso a Gravina: le drammatiche immagini

 
Il fenomeno
Migranti: in 34 da martedì bloccati su una nave nel porto di Brindisi

Migranti: in 34 da martedì bloccati su una nave nel porto di Brindisi

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaSei guarigioni
Basilicata, effettuate 4.861 vaccinazioni

Basilicata, effettuate 4.861 vaccinazioni

 
BariVari controlli
Bari, la polizia interrompe concerto non autorizzato di un neomelodico napoletano

Bari, la polizia interrompe concerto non autorizzato di un neomelodico napoletano

 
Lecceil caso
Lecce, mura del borgo antico imbrattate con disegno di spermatozoi

Lecce, mura del borgo antico imbrattate con disegno di spermatozoi

 
TarantoAllarme
Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare

Taranto, pensionato esce a piedi da villaggio di Ginosa Marina e scompare

 
FoggiaIstanza al ministero
Foggia, Ufficio del Giudice di Pace di Rodi Garganico: rappresentate le istanze del territorio

Foggia, Ufficio del Giudice di Pace di Rodi Garganico: rappresentate le istanze del territorio

 
Batcontrolli sul litorale
Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

 
BrindisiTokyo 2020
Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

 
Potenzal'emergenza
Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

 

i più letti

verso la ripresa

Piscine e palestre sono di nuovo aperte ma limiti per gli sport di contatto

I gestori registrano un calo del 70% degli introiti ma tanti clienti sono tornati ad allenarsi in sicurezza

palestra

Riapre il settore delle piscine e delle palestre, ma restano le cicatrici per i danni economici determinati dal lungo lockdawn per la pandemia. I segnali nelle grandi strutture pugliesi sono di ripartenza, con tanti clienti pronti a cimentarsi nelle attività interrotte per il Covid.

Pasquale De Ruvo, titolare del centro sportivo Kendro di Triggiano (Bari), che ospita discipline sportive dal tennis al nuoto: «Nel primo giorno di riapertura della palestra c’è stato un buon afflusso di atleti. Molti sono venuti a chiedere informazioni e riaggiornare i contratti di abbonamenti, fermi addirittura al 2020».

«Cosa chiedono gli iscritti? Sulla sicurezza - aggiunge - sono tranquilli perché qui ci sono spazi ampi. In ogni ambiente o spogliatoio è segnalata la necessità del distanziamento nonché la presenza degli igienizzanti. Tutti sanno che negli spazi comuni devono avere la mascherina mentre durante l’attività sportiva la distanza deve essere tendenzialmente di due metri».

«La piscina? Quella indoor non la riapriremo. Quella outdoor, ludica, l’apriremo il primo giugno: i protocolli sono quelli dell’anno scorso. Metteremo un ombrellone ogni cinque metri, i lettini saranno disposti ogni due metri. Nessun timore di assembramenti», chiarisce De Ruvo.

Poi c’è il capitolo dei lavoratori del settore, soprattutto i maestri delle varie discipline: «I miei istruttori erano felici, ma c’è stato grande entusiasmo da parte dei clienti. Gli istruttori in questi mesi hanno ricevuto solo un sussidio di 800 euro al mese. Ora sono contenti tornare a guadagnare con il proprio lavoro», dichiara ancora il gestore del Kendro. «Gli spogliatoi? Sono aperti con il distanziamento ma non è consentito fare le docce. Ci si può solo cambiare», puntualizza ancora. La conclusione: «Il settore palestre soffrirà ancora. Non saranno tutte rose, perché questo ambito sportivo in estate è poco frequentato per i corsi e le varie discipline, che registrano la massima affluenza in autunno e inizio primavera», chiosa De Ruvo.

Saverio Fortunato, gestore dell’ex Gil ora PalaMartino di Bari: «Con la riapertura non c’è ancora chiarezza perché nei nostri spazi facciamo soprattutto sport di contatto. Gli agonisti si stanno già allenando in vista degli incontri. Non posso però ancora organizzare partite di basket o pallavolo, per esempio: c’è dal Dipartimento per lo Sport di Palazzo Chigi il via libera all’attività per le palestre, ma non sono consentite le attività sportive di contatto all’interno dei luoghi chiusi».

«Con questa riapertura per i nostri bilanci cambia poco: il lockdown - sottolinea Fortunato - ha azzerato la nostra corsistica di pilates, parkour, minibasket, minivolley, skateboard e soprattutto il nostro cartellone di eventi musicali, culturali e sportivi. Ci vorrebbero regole più chiare e lineari per l'accesso agli spazi di allenamento, magari prevedendo tamponi rapidi settimanali al fine di garantire per tutti la sicurezza sanitaria. Poi le grandi palestre come la nostra non possono essere paragonate nei regolamenti alle piccole palestre fitness. Ci siamo salvati con un po’ di attività all’aperto, ma il settore deve essere sostenuto dal governo. Il mondo dello sport amatoriale è molto limitato dalle attuali normative».

«Il calo di incassi nell’ultimo anno? E’ del 70 per cento. Tra l’altro non si possono utilizzare le docce, ma solo gli spogliatoi con ulteriori disagi per gli atleti», puntualizza. «In queste ore stiamo ricevendo molte visite di sportivi alla ricerca di informazioni su cosa è consentito dalla normativa nazionale. Sono tornati per esempio gli skateborder, ma tutti quelli che organizzavano partite, invece, sono rimasti delusi in attesa di aperture senza limitazioni e magari con regole più nette. Molti sono addirittura disponibili a fare il tampone prima di ogni partita», conclude Fortunato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie