Lunedì 01 Marzo 2021 | 13:23

NEWS DALLA SEZIONE

Popolazione
Puglia e Basilicata, meno culle, più anziani e fuga dalle campagne

Puglia e Basilicata, meno culle, più anziani e fuga dalle campagne

 
Dati Agenas
Coronavirus, in terapie intensive Puglia toccata soglia critica del 30% posti occupati

Coronavirus, in terapie intensive Puglia toccata soglia critica del 30% posti occupati

 
nel Foggiano
Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

 
nel Barese
Nuovo coprifuoco a Conversano, i giovani contro l'ordinanza: «Da dittatura»

Nuovo coprifuoco a Conversano, i giovani contro l'ordinanza: «Da dittatura»

 
nel Barese
Spaccio di droga, ad Altamura operazione «Abracadabra», 9 misure cautelari

Spaccio di droga, ad Altamura blitz carabinieri, 9 arresti. Moglie denunciò ex marito pusher VIDEO

 
pericolo contagio
Emergenza Covid nel Barese: fioccano le ordinanze anti assembramenti e 12 sindaci chiudono le scuole

Emergenza Covid nel Barese: fioccano le ordinanze anti assembramenti e 12 sindaci chiudono le scuole

 
Dati nazionali
Covid in Italia, meno test e nuovi contagi (+17.455) ma sale indice positività (6,7%): calano i decessi (+192)

Covid in Italia, meno test e nuovi casi (+17.455) ma sale indice positività (6,7%): altri 192 morti

 
dati regionali
Covid in Puglia, 1.053 nuovi contagi su meno di 8mila test (13, 68%): 573 positivi solo nel Barese. Altri 16 decessi

Covid in Puglia, 1.053 nuovi casi ma meno test (13, 68%): 573 positivi nel Barese. 16 morti. Oltre 251mila vaccini effettuati

 
L'emergenza
Covid, in estate pronto il vaccino italiano Reithera con origini anche pugliesi

Covid, in estate pronto il vaccino italiano Reithera che sa anche di Puglia

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl gesto
Potenza, mamma Laura morta a 100 anni, i figli donano tablet a ospedale San Carlo

Potenza, mamma Laura morta a 100 anni, i figli donano tablet a ospedale San Carlo

 
Batdegrado
Trani, l’area del vecchio mattatoio trasformata in discarica a cielo aperto

Trani, l’area del vecchio mattatoio trasformata in discarica a cielo aperto

 
Foggianel Foggiano
Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

Bovino, rissa in un bar per mascherina non indossata: 2 feriti

 
Tarantoil fatto
Taranto, a Paolo VI lavori fermi e ponteggi «eterni»: 20 famiglie da tempo vivono «ingabbiate»

Taranto, a Paolo VI lavori fermi e ponteggi eterni: 20 famiglie vivono «ingabbiate»

 
Brindisiintervento tempestivo
Fasano, scopre il marito a letto con l'amante: scoppia la zuffa e i vicini chiamano i CC

Fasano, scopre il marito a letto con l'amante: scoppia la zuffa e i vicini chiamano i CC

 

i più letti

Al bonomo

Espianto multiorgani
prelevati cornee, fegato e reni

A dare il consenso sono state le due sorelle di una anziana donna di Corato deceduta nell'ospedale

ospedale Bonomo Andria

ANDRIA - Un nuovo, ennesimo, espianto multiorgano all’ospedale Bonomo di Andria. Una donna di Corato di 74 anni ha donato le cornee, il fegato e i reni. La donna è giunta in ospedale il 29 gennaio e a dare il consenso all’espianto sono state le due sorelle aventi diritto. Dopo l’attività di osservazione, condotta dall’equipe di Andria coordinata dal dottor Giuseppe Vitobello, sono intervenute le equipe di Bari che hanno prelevato i reni e il fegato il cui trapianto è stato già eseguito. Le cornee invece sono state prelevate dall’equipe di Andria e sono state inviate alla banca degli occhi di Mestre.

«Siamo vicini al dolore della famiglia – dice Ottavio Narracci, Direttore Generale della Asl Bt – ch e ringraziamo per il gesto di altruismo e speranza compiuto. La donazione degli organi si accompagna a un momento di profondo dolore, ma rappresenta una fonte di nuova vita in molti casi insostituibile. Ringrazio anche tutti gli operatori sanitari a vario titolo coinvolti nell’attività di espianto e trapianto per l’impor tante contributo che danno alla diffusione della donazione. Alla competenza professionale si associa la loro capacità di accompagnare i familiari verso una decisione importante in un momento delicato».

DATI DA MIGLIORARE - «I numeri della donazione di organi sono ancora molto bassi – continua Narracci – abbiamo invece tutti il dovere di parlarne, di confrontarci sul tema per cercare di rendere la donazione un processo più diffuso, perché davvero in molti casi con un solo gesto è possibile salvare più vite. I referenti medici sono sempre a disposizione di pazienti e parenti per dare informazioni, chiarire dubbi e fornire un confronto su come e quando è possibile donare gli organi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie