Sabato 31 Ottobre 2020 | 15:19

NEWS DALLA SEZIONE

la situazione
Emergenza Covid, Lopalco: «La Puglia non è fase 4, il virus non è fuori controllo»

Emergenza Covid, Lopalco: «La Puglia non è in fase 4, il virus è sotto controllo»

 
Serie C
Bari, striscione con sfottò prima della trasferta-derby contro il Foggia alla Zaccheria

Bari, striscione con sfottò prima della trasferta-derby contro il Foggia alla Zaccheria

 
Il processo
Popolare Bari, tentò tutela azionisti: Longo esce dall'inchiesta

Popolare Bari, tentò tutela azionisti: Longo esce dall'inchiesta

 
dati regionali
Covid, + 166 nuovi contagi da Covid (47 sono in Puglia) e 1703 tamponi: un decesso nel Materano

Covid, + 166 nuovi contagi Covid (47 sono in Puglia) e 1703 tamponi: un morto nel Materano

 
regione
La Puglia ha un nuovo Consiglio: Stefanazzi confermato capo di gabinetto.

La Puglia ha un nuovo Consiglio: Stefanazzi confermato capo di gabinetto.

 
istruzione e covid
Puglia parziale riapertura scuole, sindacati: «Non basta»

Puglia parziale riapertura scuole, sindacati: «Non basta»

 
Emergenza contagi
Tamponi Covi in Pugliad, ecco l'elenco dei laboratori accreditati dalla Regione: 19 pubblici e 23 privati

Tamponi Covid in Puglia, ecco l'elenco dei laboratori accreditati: 19 pubblici e 23 privati

 
dopo 5 anni
Trani, bracciante morta nei campi: «Fu omicidio colposo» A giudizio datore di lavoro

Trani, bracciante morta nei campi: «Fu omicidio colposo». A giudizio datore di lavoro

 
gesto atroce
Orrore in Basilicata: uccide cane trascinandolo legato al furgone

Orrore in Basilicata: uccide cane trascinandolo legato al furgone

 
sanità
Emergenza ricoveri in Puglia, terapie intensive all’80%: «Non ci sarà il tutto esaurito»

Emergenza ricoveri in Puglia, terapie intensive all’80%: «Non ci sarà il tutto esaurito»

 
L'ordinanza
Basilicata, da lunedì in scuole superiori solo didattica a distanza.

Basilicata, da lunedì in scuole superiori solo didattica a distanza.

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, striscione con sfottò prima della trasferta-derby contro il Foggia alla Zaccheria

Bari, striscione con sfottò prima della trasferta-derby contro il Foggia alla Zaccheria

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceduplice omicidio
Lecce, «Uccisi con 70 coltellate?» Il killer sorpreso dalla sua stessa ferocia

Lecce, «Uccisi con 70 coltellate?» Il killer sorpreso dalla sua stessa ferocia

 
Batpericolo contagio
Barletta, positivi Covid due parroci: uno è ricoverato al Mons.Dimiccoli

Barletta, positivi Covid due parroci: uno è ricoverato al Mons.Dimiccoli

 
Tarantointervento dei CC
Taranto, lite condominiale finisce a coltellate: due denunciati

Taranto, lite condominiale finisce a coltellate: due denunciati

 
BrindisiControlli dei CC
Ceglie Messapica, ruba guanti e igienizzante nella struttura sanitaria dove lavora: nei guai un 54enne

Ceglie Messapica, ruba guanti e igienizzante nella struttura sanitaria dove lavora: nei guai un 54enne

 
BariIl processo
Popolare Bari, tentò tutela azionisti: Longo esce dall'inchiesta

Popolare Bari, tentò tutela azionisti: Longo esce dall'inchiesta

 
Potenzadati regionali
Covid, + 166 nuovi contagi da Covid (47 sono in Puglia) e 1703 tamponi: un decesso nel Materano

Covid, + 166 nuovi contagi Covid (47 sono in Puglia) e 1703 tamponi: un morto nel Materano

 
Foggiaquesta mattina
Foggia, accusa malore mentre fa visita al cimitero: muore 65enne

Foggia, accusa malore mentre fa visita al cimitero: muore 65enne

 
MateraEmergenza contagi
Matera, monaci positivi Covid: chiuso santuario di Maria Santissima di Picciano

Matera, monaci positivi Covid: chiuso santuario di Maria Santissima di Picciano

 

i più letti

Elezioni regionali

Puglia, Fitto prova a sfrattare Emiliano

Il centrosinistra guida la Regione da 15 anni. I due nodi della sfida: astensionismo e voto disgiunto

Puglia, Fitto prova a sfrattare Emiliano

BARI - L’affluenza alle urne e l’incidenza del voto disgiunto sono i due nodi della sfida che in Puglia vede contrapposto il governatore uscente, Michele Emiliano, al predecessore Raffale Fitto, l’europarlamentare salentino che ha unito il centrodestra nel tentativo di riconquistare la Regione dopo 15 anni di dominio del centrosinistra. Otto gli aspiranti presidenti, 29 le liste e circa 1.300 i candidati a un posto in Consiglio, ma i numeri dicono che la vittoria sarà un affare per due.

Michele Emiliano cerca il bis con il supporto del Pd e di una valanga di liste civiche, ma l’appello a replicare in Puglia il blocco di maggioranza che regge il governo nazionale si è perso nel vuoto. E infatti i Cinque Stelle, che cinque anni fa arrivarono secondi davanti al centrodestra, hanno scelto di andare da soli con Antonella Laricchia che già sfidò Emiliano nel 2015 superando il 18%. Ma a pesare sarà soprattutto la spaccatura interna al centrosinistra che ha portato i renziani di Italia Viva (con Azione dell’ex ministro Calenda) a schierare in pista il sottosegretario Ivan Scalfarotto: se la sfida tra Emiliano e Fitto dovesse risolversi al fotofinish, i voti «mancanti» di Italia Viva potrebbero rivelarsi decisivi.

Fitto, presidente della Regione dal 2000 al 2005 e poi sconfitto da Nichi Vendola, corre con le insegne di Fratelli d’Italia e nelle ultime tre settimane ha potuto contare sul supporto costante e giornaliero dei leader nazionali del centrodestra. Un segnale di unità che rende evidente la voglia della coalizione di riprendersi la Puglia, forte anche del vantaggio nei sondaggi ufficiali. Emiliano ha dalla sua il blocco dei sindaci (tutti i capoluoghi tranne Foggia sono guidati dal centrosinistra) e dunque un esercito di portatori di voti, ha potuto schierare il leader pd Nicola Zingaretti e una pattuglia di ministri importanti a partire da Francesco Boccia, ma non ha avuto - come aveva sperato - il traino del presidente del consiglio Giuseppe Conte, rimasto alla finestra per non caricare di significato politico il voto regionale.
E dunque l’appello di Emiliano al «voto utile», rivolto al blocco grillino, è uno dei temi di queste elezioni. Il voto disgiunto per fermare il ritorno delle destre - leit motiv della campagna elettorale del centrosinistra che ha visto anche il ritorno in campo di Vendola - potrebbe avere un peso non secondario per dare ad Emiliano i numeri di cui ha bisogno.

Il disgiunto è un meccanismo difficile (l’elettore deve mettere la crocetta sul nome di uno dei candidati governatori, poi barrare il simbolo di una lista di un altro schieramento e scrivere il nome dell’aspirante consigliere), difficilmente controllabile e comunque esercitabile anche contro chi lo ha auspicato. I grillini, con la Laricchia che gli ultimi sondaggi hanno dato lontanissima dalla possibilità di diventare presidente, hanno lanciato una campagna feroce contro questa possibilità: venerdì sera a Bari è tornato in piazza Alessandro Di Battista secondo cui «non si può votare turandosi il naso perché la cabina non è un cesso pubblico». Anche i grillini, però, hanno problemi di fronde: il consigliere uscente Mario Conca, che corre da solo dopo essere stato epurato dalle liste pentastellate, potrebbe togliere alla Laricchia quel punto percentuale che vale un seggio in più.
Nel 2015 Emiliano vinse con 793mila preferenze su 1.825.000 votanti, con una affluenza del 51,16% e dunque con il favore di poco più del 40% dei circa tre milioni e mezzo di elettori. Stavolta l’affluenza potrebbe essere ancora più bassa, per effetto dell’emergenza covid e delle misure di sicurezza ai seggi che potrebbero rendere molto più lunghe del normale le operazioni di voto. Secondo alcuni osservatori il calo dell’affluenza potrebbe favorire Emiliano per via della maggior incidenza teorica del voto organizzato conseguente al maggior numero di candidati messi in pista. Ma anche su questo aspetto è impossibile fare previsioni. [m.s.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie