Mercoledì 30 Settembre 2020 | 05:08

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

 
L'appello
Coronovirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

Coronavirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

 
Calcio
Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

 
Serie B
Lecce calcio, arriva l'attaccante Stepinski in prestito dal Verona

Lecce calcio, arriva l'attaccante Stepinski in prestito dal Verona

 
Il virus
Coronavirus Bari, positivo addetto alle pulizie dell'Amtab: chiuso ufficio

Coronavirus Bari, positivo addetto alle pulizie dell'Amtab: chiuso ufficio

 
Il batterio killer
La Xylella avanza verso Nord: 50 nuovi ulivi infetti nell'area di Monopoli

La Xylella avanza verso Nord: 50 nuovi ulivi infetti nell'area di Monopoli

 
La cerimonia
Bari, 400 pergamene per i laureati durante il lockdown: cerimonia in piazza del Ferrarese

Bari, 400 pergamene per i laureati durante il lockdown: cerimonia in piazza del Ferrarese VD

 
Il bollettino nazionale
Covid 19 in Italia, 1648 contagi e 24 morti nell'ultimo giorno

Covid 19 in Italia, 1648 contagi e 24 morti nell'ultimo giorno

 
Salute
Andria, prelievo multiorgano al Bonomo: 86enne dona fegato e reni. Saranno trapiantati a Bari

Andria, prelievo multiorgano al Bonomo: 86enne dona fegato e reni. Saranno trapiantati a Bari

 
Il virus
Coronavirus in Puglia, attivi 35 focolai in tutta la Regione

Coronavirus in Puglia, attivi 35 focolai in tutta la Regione

 
Nel Potentino
Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

Basilicata, cerca di vendere sui social un pappagallo australiano: denunciato

 

Il Biancorosso

Calcio
Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

 
BatLa visita
Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

 
BariL'appello
Coronovirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

Coronavirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

 
FoggiaIl caso
Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

 
LecceIl video
Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava casa dopo aver ammazzato i fidanzati

Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava a casa dopo aver ammazzato i fidanzati. Tutti gli errori del killer

 
TarantoLa celebrazione
Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

 
MateraNel Materano
Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

 
BrindisiNel Brindisino
Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

 

Elezioni

Puglia, Liviano non si ricandida: «Non voterò per Emiliano, lui vuole solo yes-man»

L’unico uscente che si ritira. «La politica è diventata commercio»

«Non voterò per Emiliano lui vuole solo yes-man»

Bari - Gianni Liviano è l’unico dei consiglieri regionali di maggioranza che non si ricandiderà. Tarantino, di estrazione cattolica, ha vissuto la breve e tumultuosa parentesi di assessore alla Cultura, durata poco più di una estate. «Per la prima volta - dice Liviano - non voterò il candidato presidente della mia coalizione di centrosinistra».

Per quale motivo ha deciso di considerare conclusa l’esperienza politica in Regione?
«Credo di essere inadeguato a questo tipo di politica che perde di vista i valori e l’idea di futuro e di comunità. Sembra che l’impegno politico sia rivolto alla ricerca permanente del consenso. Più che costruttori di un progetto per il bene comune, la sensazione è che in questo momento ci sia una “vendita permanente” in cui i destinatari della proposta di vendita sono gli elettori e l’oggetto sono i protagonisti dell’impegno politico. Di questa sorta di mercato, a mio parere, Emiliano è l’emblema. Non ha una dimensione valoriale e non ha una visione di futuro. Cerca solo consensi e questo lo porta a dire tutto e il contrario di tutto, a seconda dell’interlocutore. Ha assunto un ruolo importante perché siamo in una fase di mancanza di valori: in molti rincorrono ruoli, ci sono una serie di corti plaudenti che rinunciano a pensare con la loro testa e si trasformano in aficionados, diventando cassa di risonanza del loro leader».

Ha deciso per chi voterà?
«Non voterò per Emiliano. Probabilmente darò il mio voto a persone che stimo nell’ambito del centrosinistra, con il disgiunto: è la prima volta nella mia vita che non voterò per il candidato presidente della mia coalizione».

È un addio alla politica militante?
«Io credo che se ha successo la politica che diventa sistema di vendita, è perché siamo in una fase in cui la comunità non è adulta. Se è debole la politica, è perché è debole la comunità: mi piacerebbe tentare di costruire un luogo in cui condividere percorsi sulla cultura del “noi”, perché - come dice Papa Francesco - da essere spettatori del mondo bisogna provare a diventarne protagonisti».

La sua rottura traumatica con Emiliano avvenne dopo l’episodio che la vide dimettersi da assessore alla Cultura, nel 2015. Che ne è di quella vicenda?
«È ampiamente superata. All’epoca fu una esperienza molto dolorosa perché mai mi sarei sognato di finire sui giornali con l’accusa di aver dato un appalto da 37.500 euro a una società di persone che conoscevo e che comunque non li hanno mai presi. Credo che Emiliano usò la vicenda in modo strumentale perché non riteneva più opportuno che continuassi a svolgere il ruolo di assessore. La scelta politica era assolutamente legittima: se non si fidava di me era giusto sostituirmi. Ma non ho mai accettato le modalità. Posso dire solo questo: lui non ama circondarsi di persone che pensano con la propria testa». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie