Giovedì 13 Agosto 2020 | 16:49

NEWS DALLA SEZIONE

Emergenza Sanitaria
Covid 19 in Puglia, Lopalco avverte: «Con questi contagi si innesca seconda ondata»

Covid 19 in Puglia, Lopalco avverte: «Con questi contagi si innesca seconda ondata»

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 16 nuovi casi su 1746 tamponi. Le Asl: «Fondamentale autosegnalazione al rientro»

Coronavirus, in Puglia 16 nuovi casi su 1746 tamponi. Le Asl: «Fondamentale autosegnalazione al rientro»

 
nel barese
Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

 
La polemica
Fase 3, Fitto all'attacco: «Vale l'ordinanza di Emiliano o quella di Speranza?»

Fase 3, Fitto all'attacco: «Vale l'ordinanza di Emiliano o quella di Speranza?». Laricchia: «Pasticcio Puglia con Usca»

 
per atti osceni
Monopoli, durante il film al cinema si abbassa i pantaloni: denunciato

Monopoli, durante il film al cinema si abbassa i pantaloni: denunciato

 
L'INTERVISTA
Lottieri: Il Sud può correre da solo

«Il Sud può correre da solo»: il giurista Lottieri, la fiscalità di vantaggio solo un primo passo

 
il siderurgico
Acqua allo stabilimento ex Ilva: Regione e Aqp a muso duro

Acqua allo stabilimento ex Ilva: Regione e Aqp a muso duro

 
SERIE B

Liverani-Lecce, avanti. Ma i big fanno la valigia

 
NUOTO
La stella barese del nuoto sogna già le Olimpiadi

De Tullio, la stella barese del nuoto sogna già le Olimpiadi

 
il bollettino
Coronavirus, in Basilicata un nuovo positivo a Calvello su 329 tamponi

Coronavirus, in Basilicata un nuovo positivo a Calvello su 329 tamponi. Positivi anche 4 giovani di ritorno da Malta

 
l'emergenza
Coronavirus: a Bari medico in terapia intensiva e 2 bambini contagiati

Coronavirus: a Bari medico in terapia intensiva e 2 bambini contagiati

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il ds Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
LecceLa curiosità
Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

 
Barinel barese
Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

Monopoli, mascherine obbligatorie dalle 18 all'1 di notte, sindaco firma ordinanza

 
Tarantoguardia costiera e polizia
Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

Taranto, 2 tonnellate di cozze con etichette contraffatte: sequestro e una denuncia

 
Foggiain mattinata
Foggia, auto contro vespa: un ferito al pronto soccorso

Foggia, auto contro vespa: un ferito al pronto soccorso

 
Materaestate
Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

Matera, buon afflusso di turisti per Ferragosto

 
BrindisiCORONAVIRUS
Brindisi, esposto all'Ordine medici: «Contagiato dal primario»

Covid-19, Brindisi, esposto all'Ordine dei medici: «Contagiato dal primario»

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 

i più letti

La storia

La favola lucana del goleador Juwara, dal Gambia a San Siro

Su quel campetto di Ruoti, 4 anni fa, ha fatto capire di essere un predestinato

La favola lucana del goleador Musa

Si chiamavano «Neri x caso», non per abilità canore quanto per il colore della pelle. Chi c’era quattro anni fa, al torneo estivo di calcetto a Ruoti, vide l’alfa e l’omega delle qualità calcistiche racchiuse in una squadra. Quell’alfa, però, oggi fa parlare il mondo. Perché è sul campetto del centro Alfredo Tramutoli che Musa Juwara, 18enne gambiano reduce dal primo gol in Serie A, a San Siro con l’Inter, ha fatto capire di essere un predestinato.

Finte, slalom, gol. E l’intuizione di due ragazzi, Diego Nardiello e Alex Ricci, di presentare Musa a Tonino Summa, allenatore delle giovanili della Virtus Avigliano (nella foto del Calcio giovanile Basilicata) che sarebbe diventato il papà adottivo.
«Notammo questo gruppo di ragazzi africani in piazza San Vito – racconta Diego, tra i migliori amici di Juwara - in un classico pomeriggio d’estate in paese.

La curiosità fu più forte della paura. Tra loro c’era Musa. Dopo averlo visto giocare, l’abbiamo fatto conoscere a mister Summa. Da lì inizia la storia che tutti conoscono: Virtus Avigliano, con una doppietta all’esordio con il Lavello, poi Chievo Verona, Torino e Bologna». Un attimo dopo il sinistro vincente che ha piegato i guanti di Handanovic, Diego ha scritto a Musa. La risposta: «Grazie amico mio». Oggi, del resto, quel 14enne timido e sempre attaccato alle cuffie, per cui il traduttore era prezioso quanto l’acqua, «parla italiano meglio di tutti noi», scherza – ma non troppo – Nardiello.

Tra gli amici c’è anche Gigi Donnaianna, oggi portiere della formazione Berretti dell’Az Picerno: «All’inizio comunicavamo col traduttore – il suo ricordo - e tra le prime cose che espresse ci fu il desiderio di correre e giocare a calcio. Lasciò tutti a bocca aperta. Quando ha segnato all’Inter mi sono commosso. E’ un ragazzo umile e ha la fame di chi non ha avuto niente e ha conquistato un obiettivo con la sua bravura e i suoi sacrifici».

Un altro portiere, Giuseppe Pinto, ricorda sia il gol che Juwara gli segnò a Picerno, dopo uno slalom ubriacante, sia un aneddoto legato al Torneo delle Regioni, con la rappresentativa Allievi. «Alla viglia della partita con la Puglia – racconta il ventenne di Venosa - avevamo la riunione in albergo alle otto di sera. Nessuno sapeva dove fosse finito Musa che dopo venti minuti si presentò, con la sua espressione serena, e con assoluta innocenza disse: scusa mister, ero in bagno. Ovviamente giocò comunque titolare e ci fece vincere la partita. Musa è sempre stato un predestinato e al contempo un ragazzo genuino, ora è un professionista. E vedere un amico arrivare in Serie A mi riempie d’orgoglio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie